Guerra greco-turca (1897)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guerra greco-turca (1897)
Un dipinto raffigurante la battaglia di Velestino.
Un dipinto raffigurante la battaglia di Velestino.
Data 2 febbraio-4 dicembre 1897
Luogo Grecia, Creta, Epiro
Esito Vittoria ottomana, trattato di Costantinopoli
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
120,000 soldati[1] 75,000 soldati
Perdite
1.111 morti
3.329 feriti
16 prigionieri
672 morti
2.481 feriti
253 prigionieri
Voci di battaglie presenti su Wikipedia
La battaglia di Domokos (1897) in un dipinto del padovano Fausto Zonaro, allora pittore di corte presso il sultano Abdul-Hamid II.

La guerra greco-turca, conosciuta anche come la guerra dei 30 giorni in Turchia o il 97 nero in Grecia, è stata una guerra combattuta nel 1897 tra il Regno di Grecia e l'Impero ottomano. La causa della guerra è da ricercarsi nello status dell'isola di Creta (dove era scoppiata la terza rivolta nel giro di trent'anni), provincia dell'impero ottomano in cui però da lungo tempo la maggioranza greca della popolazione cercava l'unione con la madrepatria ellenica.

Considerata la sproporzione delle forze e degli armamenti a tutto vantaggio dell'Impero Turco, a sostegno della Grecia intervennero numerosi volontari provenienti da altre nazioni, tra cui l'Italia, dalla quale provenivano i garibaldini guidati da Ricciotti Garibaldi. Fra gli episodi bellici è rimasta celebre la decisiva battaglia di Domokos (16-17 maggio), anche per il gran numero di caduti italiani, fra i quali spicca il deputato Antonio Fratti.

La guerra, iniziata il 25 gennaio 1897 con la spedizione ellenica a Creta e allargatasi poi a tutta la Grecia, ebbe fine sui campi di battaglia con il cessate il fuoco del 20 maggio e terminò formalmente il 10 settembre con la firma del trattato di pace. Nonostante la pesante e più che prevedibile sconfitta della Grecia, tuttavia, grazie all'intervento delle Grandi Potenze, il conflitto portò alla nascita di uno Stato cretese autonomo, sia pure ancora formalmente all'interno dell'Impero Turco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mehmet Uğur Ekinci: The Origins of the 1897 Ottoman-Greek War. A Diplomatic History. University Bilkent, Ankara 2006, page 80.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ekinci, Mehmet UğurThe Origins of the 1897 Ottoman-Greek War: A Diplomatic History [1], 2006, Bilkent University, Ankara
  • Mehmet Uğur Ekinci, The Unwanted War: The Diplomatic Background of the Ottoman-Greek War of 1897, Saarbrücken, VDM Verlag Dr. Müller, 2009, ISBN 978-3-639-15456-6.
  • Gardiner, Robert (a cura di), Conway's All the World's Fighting Ships 1860—1905, New York, Mayflower Books, 1979, ISBN 0-8317-0302-4.
  • Pears, Sir Edwin. “Forty Years in Constantinople” (1916)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]