Giulio Battelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giulio Battelli (Roma, 11 aprile 1904Roma, 10 marzo 2005) è stato un archivista, paleografo e docente italiano. Discepolo di Pietro Fedele, si è laureato nel 1925 presso la Scuola Vaticana di Archivistica. Dal 1932 è stato archivista presso l'Archivio Segreto Vaticano. Dallo stesso anno, e fino al 1974, ha insegnato paleografia e diplomatica presso la Pontificia scuola vaticana di paleografia, di cui è diventato direttore emerito. È stato docente delle stesse discipline anche all'Università Lateranense (dal 1933 al 1967), alla Sapienza (dal 1965 al 1968) e all'Università di Macerata (dal 1970 al 1975).

Fra le sue principali pubblicazioni, si ricordano le più volte ristampate Lezioni di paleografia, gli Scritti scelti: codici, documenti, archivi (Scuola vaticana di paleografia e diplomatica, 1975), nonché le curatele di Latium (Biblioteca Apostolica Vaticana, 1946), dei Umbrae codicum occidentalium sub auspiciis societatis codicum Mediaevalium studiis promovendis (Amsterdam, in 9 volumi dal 1960 al 1966), dello Schedario Baumgarten (Archivio Segreto Vaticano, 4 volumi dal 1965 al 1986).

Membro di accademie ed istituti sia nazionali che internazionali, collaboratore dell'Enciclopedia Cattolica, nel 1996 ha ricevuto dal sindaco di Roma, Francesco Rutelli, il premio dei «Cultori di Roma».

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]