Franz Seldte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franz Seldte

Franz Seldte (Magdeburgo, 29 giugno 1882Fürth, 1 aprile 1947) è stato un politico tedesco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un imprenditore, studiò chimica ed al termine degli studi lavorò nell'impresa paterna, diventando in tal modo abbastanza ricco. Prese parte alla Prima guerra mondiale in un reggimento di fanteria e nel 1916, durante una battaglia, perse il braccio sinistro: ricevette di conseguenza numerose onorificenze, tra cui una Croce di Ferro. Terminato il conflitto, il 25 dicembre del 1918 fondò insieme all'amico Theodor Duesterberg il partito degli Stahlhelm, di estrema destra.

Il nuovo movimento aveva molti punti in comune con il Partito Nazista (l'odio contro il comunismo, la teoria dell "spazio vitale", ecc.) e pertanto Seldte, dopo aver tentato un'intesa DNVP, si alleò con Adolf Hitler nel 1931. Un anno dopo fece confluire gli Stahlhelm nel NSDAP ed al termine delle vittoriose elezioni venne ricompensato venendo nominato Ministro del Lavoro nel governo Hitler (1933).

Mantenne l'incarico fino al 1945 e, nonostante la sua mancata partecipazione diretta all'Olocausto, firmò numerosi provvedimento antisemiti, come ad esempio la discriminazione degli ebrei nelle fabbriche. Processato a Norimberga, morì in un ospedale militare statunitense prima di assistere alla sua sentenza.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 18000957 LCCN: n83182500