Fattore di allungamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un fattore di allungamento è una proteina che nel ribosoma facilita l'allungamento traduzionale, dalla formazione del primo legame peptidico fino all'ultimo.

L'allungamento è il passaggio più rapido della sintesi proteica:

  • Nei procarioti si procede ad una velocità da 15 a 20 amminoacidi aggiunto per secondo (circa 60 nucleotidi per secondo)
  • Negli eucarioti il costo è circa due amminoacidi al secondo.

I fattori di allungamento giocano un ruolo nel regolare gli eventi di questo processo, e per garantire la precisione della traduzione a questa velocità.

I fattori di allungamento sono anche un bersaglio per gli agenti patogeni. Corynebacterium diphtheriae produce una tossina che altera la funzione della proteina nell'ospite inattivando il fattore di allungamento EF-2.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia