Ermesinda di Lussemburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ermesinda di Lussemburgo

Ermesinda di Lussemburgo (118612 febbraio 1247) fu contessa di Lussemburgo, di La Roche e di Durbuy.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu contessa di Lussemburgo dal 1197 al 1247. Era l'unico discendente diretto di Enrico IV di Lussemburgo, infatti morì nel 1196, senza lasciare eredi maschi, la contea di Lussemburgo fu inizialmente consegnata dall'imperatore al fratello Ottone.

Nel 1197 Ermesinda negoziò ed ottenne da Ottone la restituzione della contea, quindi divenne contessa.[1].

Inizialmente era la promessa sposa di Enrico II di Champagne, ma poi nel 1189 l'accordo saltò. Condivise il titolo insieme ai due mariti, Tebaldo I di Bar, conte (1158-1214) e Valerano III di Limburgo (1180-1226)

Dal primo marito ebbe tre figli:

  • Renaud (morto prima del 1214), Signore di Briey
  • Elisabetta (morta nel 1262), sposò Valerano di Limburgo, Signore di Monschau
  • Margherita, sposò Ugo III, conte di Vaudémonte poi Enrico di Bois, reggente di Vaudémont.

Dal secondo marito, Valerano ebbe:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Di questo fatto vi è una seconda versione secondo la quale, con Ottone ancora in vita, Ermesinda aveva ottenuto l'investitura direttamente dall'imperatore, Enrico VI.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Conte di Lussemburgo Successore
Ottone I di Borgogna 1197 - 1247 Enrico V di Lussemburgo
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie