Arlon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arlon
comune
Arlon – Stemma Arlon – Bandiera
Arlon – Veduta
Dati amministrativi
Stato Belgio Belgio
Regione Flag of Wallonia.svg Vallonia
Provincia Flag of the Province of Luxembourg.svg Lussemburgo
Arrondissement Arlon
Sindaco Vincent Magnus
Territorio
Coordinate 49°41′N 5°49′E / 49.683333°N 5.816667°E49.683333; 5.816667 (Arlon)Coordinate: 49°41′N 5°49′E / 49.683333°N 5.816667°E49.683333; 5.816667 (Arlon)
Superficie 118,64 km²
Abitanti 26 548 (01-01-2007)
Densità 223,77 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 6700-6706
Prefisso 063
Fuso orario UTC+1
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Belgio
Arlon
Arlon – Mappa
Sito istituzionale

Arlon (in lussemburghese Arel, in neerlandese Aarlen) è un comune della Vallonia in Belgio, sito a 185 km al sud-est della capitale, sull'asse ferroviario Bruxelles-Lussemburgo-Strasburgo. È il capoluogo della provincia del Lussemburgo belga; è inoltre un importante centro commerciale e amministrativo; il settore terziario, in particolare l'insegnamento, ha qui delle basi importanti (facoltà universitarie e insegnamento superiore). Si estende su una superficie di 119,29 km² e conta 25.818 abitanti (12.809 uomini e 13.009 donne), con una densità di 216,43 abitanti al km² (dati risalenti a luglio 2004).

Il comune[modifica | modifica sorgente]

Come detto, Arlon è sito in Vallonia, regione abitata dalla comunità francese del Belgio. Vi nasce il fiume Semois.

Il suo CAP è B-6700. Fanno parte del comune i paesi di:

  • Autelbas
  • Autelhaut
  • Barnich
  • Bonnert
  • Clairefontaine
  • Fouches
  • Frassem
  • Freylange
  • Guirsch
  • Heckbous
  • Heinsch
  • Sampont
  • Sesselich
  • Seymerich
  • Sterpenich
  • Toernich
  • Udange
  • Viville
  • Waltzing
  • Weyler

Storia[modifica | modifica sorgente]

Arlon condivide con Tournai e Tongeren il ruolo di città più antica del Belgio: i Celti vi avevano fondato un insediamento all'incrocio delle vie di comunicazione tra Reims, Treviri e Colonia. Il suo nome sotto i romani era Orolaunum Vicus: rimangono molte vestigia dell'occupazione romana, rinvenute negli scavi e risalenti al I secolo dopo Cristo.

Nel Medioevo il borgo diventò una piazzaforte, retta dapprima da conti e poi da duchi (il cambiamento avvenne con Walerano I di Limburgo). Alla morte del duca Walerano III nel 1226, Arlon passò a suo figlio minore Enrico V di Lussemburgo, e fu quindi posto sotto al dominio del Conte di Lussemburgo.

Nel 1815 Arlon entrò a far parte della Confederazione germanica assieme a tutto il Lussemburgo, ma nel 1839, a seguito del Trattato dei XXIV articoli, proposto dalle grandi potenze nel novembre 1831 e ratificato dai Paesi Bassi e dal Belgio, Arlon passò al neonato Regno del Belgio. In cambio di Arlon, Prussia ed Austria ottennero l’ingresso (puramente nominale) in detta Confederazione del Limburgo orientale.

Stemma[modifica | modifica sorgente]

La città e il campanile di Saint-Martin

Questo stemma è identico a quello dei Conti di Lussemburgo, dei quali Arlon fu un possedimento fin dalla metà del XIII secolo. Dal 1848, gli artigli del leone sono dello stesso colore del corpo, in modo da distinguere lo stemma della città da quello del Granducato.

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

La città ospita un museo archeologico ricco di vestigia gallo-romane e il Musée Gaspar, che si concentra sulla storia dell'arte della zona ed è inoltre la sede dell'Istituto archeologico del Lussemburgo e della relativa biblioteca.

Chiese[modifica | modifica sorgente]

  • Saint-Donat
  • Saint-Martin

La lingua[modifica | modifica sorgente]

Persone legate ad Arlon[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Arlon è gemellato con le città di[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Villes Jumelées. URL consultato il 25 gennaio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Belgio Portale Belgio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Belgio