Saint-Dié-des-Vosges

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saint-Dié-des-Vosges
comune
Saint-Dié-des-Vosges – Stemma
La cattedrale di Saint-Dié-des-Vosges.
La cattedrale di Saint-Dié-des-Vosges.
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason Lorraine.svg Lorena
Dipartimento Blason département fr Vosges.svg Vosgi
Arrondissement Saint-Dié-des-Vosges
Cantone Saint-Dié-des-Vosges-Est
Saint-Dié-des-Vosges-Ovest
Territorio
Coordinate 48°17′N 6°57′E / 48.283333°N 6.95°E48.283333; 6.95 (Saint-Dié-des-Vosges)Coordinate: 48°17′N 6°57′E / 48.283333°N 6.95°E48.283333; 6.95 (Saint-Dié-des-Vosges)
Altitudine 343 m s.l.m.
Superficie 46,19 km²
Abitanti 22 306[1] (2009)
Densità 482,92 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 88100
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 88413
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Saint-Dié-des-Vosges
Sito istituzionale

Saint-Dié-des-Vosges (fino al 29 dicembre 1999 semplicemente Saint-Dié, tedesco: Sankt Didel) è un comune francese di 22.306 abitanti situato nel dipartimento dei Vosgi nella regione della Lorena.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1507 a Saint-Dié venne data alle stampe la Cosmographiae Introductio opera dei cartografi Martin Waldseemüller e Matthias Ringmann, che viene considerato il primo atlante moderno e dove compare per la prima volta il nome America.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Tabelle statistiche[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Didattica e ricerca[modifica | modifica sorgente]

Istituto universitario di tecnologia

Università Henri Poincaré: IUT (Institut universitaire de technologie)

Ricorrenze, feste e fiere[modifica | modifica sorgente]

  • Festival internazionale di geografia

Persone legate a Saint-Dié-des-Vosges[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Impianti sportivi[modifica | modifica sorgente]

  • Géoparc

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • cf. Olivier Guatelli, Les Italiens dans l'arrondissement de Saint-Dié (1870-1970), tesi di dottorato, Université de Nancy II, 2002, 673 p.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia