Ermanno Bazzocchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ermanno Bazzocchi

Ermanno Bazzocchi (Tradate, 27 marzo 1914Tradate, 7 luglio 2005) è stato un ingegnere e manager italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver ottenuto il brevetto di pilota di aliante, Bazzocchi progetta e realizza un aliante, l'EB-1 "Littore", che gli consente di vincere i Littoriali della Cultura del 1936.

Dopo aver conseguito la laurea al Politecnico di Milano nel 1938, presta servizio militare presso il Genio Aeronautico e partecipa al progetto PM.

In seguito ottiene il brevetto di pilota civile di II grado e nel 1941 viene assunto dalla Macchi di Varese. Progettò vari modelli di aerei, il più famoso dei quali è stato l'MB.308, un piccolo aereo da turismo detto "Macchino" (1947). A lui si deve anche il progetto del MB-326 e del MB-339 (Bazzocchi è la B della sigla), poi adottato dalla pattuglia acrobatica italiana. Oltre agli aerei progettò anche mezzi di trasporto su strada come il Macchi MB1 che riscosse un enorme successo.[1]

Tradate: Un Aermacchi MB 326 posto a memoria di Ermanno Bazzocchi

Divenuto amministratore delegato della Macchi, si ritirò a vita privata, dedicandosi ad alcune collaborazioni con il Politecnico di Milano e con l'Università di Bologna, sede di Forlì: a seguito di ciò, infatti, la Facoltà d'Ingegneria di questa città il 17 febbraio 2005, gli ha conferito la laurea in ingegneria aerospaziale ad honorem. Bazzocchi è stato socio dell'Associazione Italiana di Aeronautica ed Astronautica (AIDAA), dell'Associazione italiana di Aerotecnica Aerospaziale, dell'Associazione Francese di Ingegneri e Tecnici Aeronautici, dell'Associazione tecnica dell'Automobile, della Royal Aeronautical Society, della Society for Experimental Stress Analysis (S.E.S.A.).

L'Aeronautica militare lo nominò perito per l'analisi delle circostanze che portarono alla Strage di Ustica. Bazzocchi propese per la presenza di una bomba a bordo del DC-9 precipitato al largo della Sicilia; la sua valutazione venne respinta dagli inquirenti nel 1994.[2]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

È da poco in libreria il volume "Never give up - Ermanno Bazzocchi", vita e progetti attraverso la storia dell’aeronautica italiana" (di Paolo Mezzanotte e Alessandro Neviani, Francesco Brioschi Editore) incentrato sulla parte gloriosa della storia dell'aeronautica varesina.

Alcuni degli aerei progettati[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ermanno Bazzocchi disegnatore del Macchi MB1 (pagina 29/55 del file .pdf, pagina 53 del file cartaceo. URL consultato il 22 dicembre 2011.
  2. ^ Ustica, i giudici bocciano l'ipotesi di una bomba. URL consultato il 21 maggio 2014.