Conti e duchi di Puglia e Calabria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il seguente è un elenco cronologico dei conti e duchi di Puglia e Calabria, che regnarono sulle regioni del sud Italia tra l'XI e il XII secolo. Fondatore della contea fu il principe Guaimario IV di Salerno, che fu acclamato Duca di Puglia e Calabria dai suoi vassalli Normanni. In cambio, Guaimario nominò conte di Melfi Guglielmo Braccio di Ferro, capo della casa d'Altavilla e condottiero dei Normanni.

Nel 1047, l'imperatore Enrico III privò Guaimario del titolo ducale e consacrò il successore di Guglielmo, Drogone, alla guida del ducato col titolo di Dux et Magister Italiae Comesque Normannorum totius Apuliae et Calabriae ( Duce e cavaliere d'Italia, conte normanno di tutta la Puglia e la Calabria), vassallo diretto della corona imperiale.

Conti di Puglia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi contea di Puglia.

In seguito al Concordato di Melfi, il 23 agosto 1059 papa Niccolò II nominò Roberto Duca di Puglia, Calabria e Sicilia, riconoscendogli preventivamente anche la futura conquista della Sicilia.

Duchi di Puglia e Calabria[modifica | modifica sorgente]

Durante il periodo 1046-1059 la contea è sottoposta a vassallaggio diretto da parte dell'imperatore

Nel 1127 il ducato fu annesso alla contea di Sicilia. Il titolo ducale fu attribuito talvolta all'erede al trono siciliano.

In seguito alla morte di Ruggero IV, il titolo rimase vacante. Fu ripristinato in seguito per Guglielmo II, morto prematuramente, e per Guglielmo III (1189), figlio di Tancredi di Sicilia.

  • Ruggero V 1189-1193
  • Federico II di Svevia del sacro romano impero come ultimo discendente degli Altavilla nelle sue donazioni utilizza per se stesso il titolo di Duca d'Apulia insieme a quello di re di Sicilia e Principe di Capua

Duchi delle Puglie[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]