Sibilla di Medania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sibilla e i presunti cospiratori contro Enrico VI

Sibilla di Medania, nota anche come Sibilla di Acerra (Acerra, 11531205), fu regina consorte di Sicilia dal 1189 al 1194 in quanto moglie di re Tancredi, nonché reggente del regno dal febbraio al dicembre del 1194 in nome del figlio Guglielmo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sibilla di Acerra.

Sorella di Riccardo di Acerra, Sibilla si unì in matrimonio con Tancredi di Lecce, poi re di Sicilia. Dall'unione nacquero:

Dei figli ed eredi di Tancredi e Sibilla, il primo, Ruggero, non arrivò ad essere incoronato re, poiché morì prima ancora del padre; il secondo, Guglielmo, salì al trono a nove anni nel febbraio del 1194 sotto la reggenza della madre.

Nello stesso anno l'imperatore Enrico VI di Germania (1165-1197), marito di Costanza d'Altavilla, avviò la conquista del regno, che nel 1189, alla morte di Guglielmo il Buono, era stato destinato a sua moglie. Nel luglio del 1194 varcò i confini, ottenendo ovunque successi ed acclamazioni. La campagna fu fortunata e molte città si sottomisero senza combattere; perfino Napoli si arrese subito al vincitore, che proseguiva minaccioso verso la Sicilia. Espugnò le città che si opponevano alla sua autorità e in ottobre sbarcò con il suo esercito sull'isola: Messina si arrese subito senza combattere, nel timore di rappresaglie.

Palermo fu conquistata agli inizi di dicembre e Sibilla fu costretta a fare atto di sottomissione in segno di resa al vincitore. Il 25 dicembre Enrico VI si incoronò re di Sicilia, incamerando il regno normanno nei domini dell'impero. In cambio del trono, a Guglielmo e alla madre Sibilla venne offerta la contea di Lecce e Taranto ma pochi giorni dopo, il 28 dicembre, Enrico accusò Sibilla di complotto e fece arrestare lei, i figli e tutta la nobiltà a loro fedele, fra cui Niccolò d'Aiello, arcivescovo di Salerno, e Margarito da Brindisi.

Sibilla e le sue figlie furono incarcerate in un monastero in Alsazia e liberate solo dopo la morte di Enrico VI, avvenuta a Messina nel 1197.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Regina consorte di Sicilia Successore Blason sicile famille Hauteville.svg
Giovanna d'Inghilterra 11891194 Enrico VI di Hohenstaufen
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie