Duello a El Diablo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Duello a El Diablo
Titolo originale Duel at Diablo
Lingua originale inglese
Paese di produzione Usa
Anno 1966
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,66:1
Genere western
Regia Ralph Nelson
Soggetto dal romanzo "Apache Rising" di Marvin H. Albert
Sceneggiatura Marvin H. Albert e Michael M. Grilikhes
Produttore Fred Engel e Ralph Nelson per Cherokee Productions e Rainbow Releasing (produzione non accreditata)
Fotografia Charles F. Wheeler
Montaggio Fredric Steinkamp
Musiche Neal Hefti
Scenografia Victor A. Gangelin
Costumi Yvonne Wood
Trucco Gustaf Norin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Duello a El Diablo (Duel at Diablo) è un film del 1966) diretto da Ralph Nelson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jess Remsberg è uno scout che sta cavalcando in direzione di Forte Creel; lungo il tragitto salva una donna dall'attacco di una coppia di guerrieri Apache e così decide di proseguire il viaggio insieme a lei. Giunto a destinazione scopre che ella si chiama Ellen Grange, è originaria del luogo e stava fuggendo non dagli indiani bensì dal marito Willard, di professione commerciante, che l'aveva ripudiata. Alcuni anni prima infatti era stata rapita proprio dai nativi, successivamente era riuscita a liberarsi e a tornare dallo sposo, ma questi l'aveva respinta perché ormai "contaminata" dal contatto con i "selvaggi" secondo l'ottica morale dell'intera comunità del forte. Remsberg è in cerca di chiarimenti sulle circostanze riguardanti la morte di sua moglie, di origine Comanche e allo scopo si incontra col Tenente Scotty McAllister, sua vecchia conoscenza; quest'ultimo gli mostra uno scalpo indiano, vendutogli da Clay Dean, lo sceriffo di Forte Concho, ed egli lo riconosce: è della sua sposa. Subito dopo Jess ha un alterco con Toller, un commerciante e domatore di cavalli afroamericano deciso ad acquistare il feticcio, ma interviene McAllister che colpisce il primo facendolo momentaneamente svenire e chiarendo poi la situazione con l'altro. In seguito il tenente propone a Remsberg di fare da guida alla spedizione, costituita in prevalenza da giovani ed inesperte reclute, agli ordini dello stesso ufficiale e diretta a Forte Concho per consegnare una fornitura di armi al comando locale; il presidio è infatti sotto la minaccia di una ribellione di guerrieri Apache fuggiti dalla loro riserva e capeggiati dall'anziano Chata. Jess accetta, così potrà incontrare lo sceriffo locale per fargli rivelare, con ogni mezzo necessario, come si sia procurato lo scalpo di sua moglie. McAllister riesce a convincere pure Toller a prendere parte all'operazione perché è un sergente di cavalleria ormai congedato ed esperto reduce dalle Guerre Indiane, quindi anch'egli estremamente abile nell'affrontare i probabili attacchi dei ribelli. Il tenente deve suo malgrado accettare pure la compagnia di Willard Grange, che intende effettuare una consegna ad un suo cliente sotto scorta militare: ad ordinare all'ufficiale di proteggere il commerciante è lo stesso comandante di Fort Creel, il Colonnello Foster. L'indomani, mentre il convoglio è in partenza, Remsberg apprende da un indifferente Willard che Ellen è nuovamente fuggita dal forte. Il viaggio risulterà pieno di insidie e pericoli di ogni sorta ma anche di sconcertanti rivelazioni che finiranno per unire le vite di Jess ed Ellen.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Per promuovere il film nel maggio 1966 la produzione ospitò a sue spese a Salt Lake City per tre giorni gli addetti-stampa di centinaia di testate giornalistiche, ciononostante la pellicola non ebbe il successo previsto[1].

Location[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato interamente nello stato dello Utah[2] e principalmente nel Johnson Canyon di Kanab[2], nel Kanab Movie Fort[2] e nel Kanab Movie Ranch[2].

Commento[modifica | modifica wikitesto]

Nell'introduzione al suo Dizionario del Western all'Italiana, Marco Giusti lo definisce tra i western statunitensi più innovativi della sua epoca.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b pag.XV dell'Introduzione del "Dizionario del Western all'Italiana" edito da "Arnoldo Mondadori Editore" , 1ª ediz. "Oscar varia", Milano Agosto 2007 ISBN 978-88-04-57277-0.
  2. ^ a b c d sito "Imdb.com" [1].

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Duello a El Diablo in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema