Dion DiMucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dion DiMucci
Fotografia di Dion DiMucci
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop
Doo-wop
Rock and roll
Periodo di attività 1957 – in attività
Gruppi e artisti correlati Dion and the Belmonts

Dion Francis DiMucci, conosciuto come Dion DiMucci o più semplicemente come Dion (New York, 18 luglio 1939), è un cantautore statunitense.

Fu uno dei più apprezzati cantanti rock and roll attivi nel periodo precedente l'avvento della British invasion. I suoi maggiori successi li ottenne nel 1961 con i due singoli Runaround Sue e The Wanderer.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque in una famiglia italo-americana nel quartiere newyorkese del Bronx. Da piccolo accompagnava in tour il padre, cantante vaudeville. Cominciò ad amare da un lato la musica country, particolarmente Hank Williams, come anche i cantanti blues e doo wop.

Nel 1957 fece un'audizione presso la neonata Mohawk Records che lo scritturò. Fece uscire il primo singolo The Chosen Few, che vide l'accompagnamento del gruppo locale dei Timberlanes e gli arrangiamenti di Hugo Montenegro.

Per i dischi successivi Dion DiMucci fu accompagnato dal gruppo vocale dei Belmonts, amici di lunga data. Il brano I Wonder Why uscito a nome Dion and the Belmonts del 1958 ottenne un discreto successo nel Regno Unito (22º posto). La fama del gruppo crebbe tanto da permettere loro di partire nel tour invernale con Buddy Holly, Ritchie Valens e The Big Bopper. Il 2 febbraio 1959 avrebbero dovuto partire con un aereo con per un concerto nello Iowa, ma a causa delle ristrettezze economiche proseguirono in autobus. In quel giorno l'aereo ebbe un incidente e gli tutti gli artisti presenti perirono.

Nel 1959 pubblicarono A Teenager in Love che raggiunse il 5º posto nella classifica pop di Billboard, mentre Where or When, cover di un brano del duo Rogers and Hart, uscito nel novembre 1958 raggiunse il 3º posto della classifica dei singoli.

Nel 1960 terminò l'esperienza col gruppo dedicandosi alla carriera solista. Pubblicò il primo album Alone with Dion per la Laurie, da cui fu estratto il singolo Lonely Teenager che raggiunse il 12º posto nella US chart. Dopo un paio di singoli di minor successo pubblico, nell'ottobre del 1961 il singolo Runaround Sue balzò al primo posto nella classifica Billboard Hot 100 per due settimane. In questo periodo era accompagnato dal nuovo gruppo vocale dei The Del-Satins.

Per il singolo successivo fu scelto il brano The Majestic, ma fu il brano presente sul lato B, The Wanderer ad ottenere un grosso successo raggiungendo il secondo posto in classifica.

Fu questo il periodo di massimo successo per DiMucci, che fece un'apparizione nel film Twist Around the Clock. Uscirono altri singoli come Lovers Who Wander (No. 3), Little Diane (No. 8) e Love Came to Me (No. 10).

Nel 1962 passò alla Columbia Records, il primo singolo pubblicato fu la reinterpretazione del brano Ruby Baby scritto dal duo Leiber e Stoller e portato al successo in precedenza dai Drifters, che raggiunse il secondo posto. Seguirono nel 1963 Donna the Prima Donna – che fu incisa anche in italiano – e Drip Drop.

Di ritorno da un tour europeo DiMucci, spinto dal mutamento dei gusti del pubblico, cambiò genere musicale, e con una dipendenza dall'eroina si lasciò alla spalle le canzoni pop e si orientò verso collaborazioni con musicisti blues grazie all'incontro con John Hammond. Registrò alcuni brani blues come Hoochie Coochie Man e Spoonful con l'apporto di Al Kooper alle tastiere ma senza successo commerciale. Nel 1965 formò i Wanderers con alcuni membri dei Belmonts, preludio della reunion del 1966 per l'album Together Again. Anche se la sua notorietà era in calo i Beatles lo inclusero nella copertina del loro album capolavoro Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band del 1967.

Nel 1968, carico di un forte sentimento religioso e pulito dalla tossicodipendenza, firmo con la Laurie che lo aveva portato al successo anni prima. Gli fu quasi imposto di cantare il brano Abraham, Martin and John scritto da Dick Holler in ricordo di Martin Luther King e i fratelli Kennedy. Il brano, ripreso in seguito da molti artisti tra cui Marvin Gaye, fu un grosso successo raggiungendo il quarto posto in classifica ed ottenendo il disco d'oro.

Passò alla Warner Bros con la quale pubblicò alcuni dischi cantautorali senza grossi successi di vendite. Si riunì nel 1972 al Madison Square Garden con i Belmonts. Ne 1975 pubblicò prodotto da Phil Spector l'album Born to Be with You.

Divenne cristiano rinato e pubblicò molti album ispirato dalla svolta religiosa, nel 1984 fu nominato al Grammy Award per miglior performance Gospel per l'album I Put Away My Idols.

Nel 1987 venne invitato per un concerto celebrativo della sua carriera al Radio City Music Hall, pubblicato su disco solo nel 2005. Seguirono alcuni concerti benefici ed in altri salì sul palco assieme ad artisti come Bruce Springsteen, Paul Simon e Lou Reed che lo citarono tra le loro prime influenze musicali.

Negli anni successivi continuò a pubblicare dischi e fare concerti, dopo una visita al vecchio parroco del Bronx ridivenne cattolico.

Nel 2002 fu indotto nella Rock and Roll Hall of Fame per il brano Runaround Sue. Nel 1988 pubblicò la sua autobiografia The Wanderer: Dion's Story scritta assieme a Davin Seay. Nel 2007 ottenne altre 2 nomination per il Grammy Award.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1959: Presenting Dion & The Belmonts
  • 1960: Wish Upon a Star With Dion & The Belmonts
  • 1961: Alone With Dion
  • 1961: Runaround Sue numero 11
  • 1962: Lovers Who Wander numero 12
  • 1962: Love Came to Me
  • 1963: Dion Sings to Sandy' (and all'his other gals)' numero 115
  • 1963: Ruby Baby numero 20
  • 1963: Donna the Prima Donna
  • 1964: 60 Greatest of Dion & The Belmonts - Laurie Records - SLP-6000 (3 records set)
  • 1967: Dion & The Belmonts - Together Again
  • 1968: Dion #128
  • 1969: Wonder Where I'm Bound
  • 1970: Sit Down Old Friend
  • 1971: You're Not Alone
  • 1971: Sanctuary #200
  • 1972: Suite For Late Summer #197
  • 1973: Dion & The Belmonts - Reunion, Live at Madison Square Garden #144
  • 1975: Born to Be with You
  • 1976: Streetheart
  • 1978: Return of the Wanderer
  • 1980: Inside Job
  • 1981: Only Jesus
  • 1983: I Put Away My Idols CCM #37
  • 1984: Seasons
  • 1985: Kingdom in the Streets
  • 1986: Velvet & Steel
  • 1989: Yo Frankie #130
  • 1990: Fire in the Night (registrato nel 1979)
  • 1992: Dream on Fire
  • 1993: Rock 'n' Roll Christmas
  • 2000: Déjà Nu
  • 2003: New Masters
  • 2005: Live New York City
  • 2006: Bronx in Blue #2 Blues Lps.
  • 2007: Son of Skip James #4 Blues Lps.
  • 2008: Heroes: Giants of Early Guitar Rock

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Data pubblicazione Titolo Etichetta USA Posizione in classifica
US Hot 100 US AC UK Singles Chart[1] US R&B
come Dion and the Belmonts
1958 "I Wonder Why" Laurie 22
1958 "No One Knows" Laurie 19 12
"Don't Pity Me" Laurie 40
1959 "A Teenager in Love" Laurie 5 28
"A Lover's Prayer" Laurie 73
"Every Little Thing I Do" Laurie 48
1960 "Where or When" Laurie 3 19
"Little Miss Blue" Laurie 96
"When You Wish Upon a Star" Laurie 30
"In The Still of the Night Laurie 38
come Dion
"Lonely Teenager" Laurie 12 47
1961 "Havin’ Fun" Laurie 42
"Kissin’ Game” Laurie 82
"Somebody Nobody Wants" Laurie 103
"Runaround Sue" Laurie 1 11 4
"The Wanderer" Laurie 2 10
(anche 16, 1976)
"The Majestic" Laurie 36
1962 "Lovers Who Wander" Laurie 3 16
"Little Diane" Laurie 8
"(I Was) Born to Cry" Laurie 42
"Love Came to Me" Laurie 10 24
"Ruby Baby" Columbia 2
1963 "Sandy" Laurie 21
"This Little Girl" Columbia 21
"Come Go with Me" Laurie 48
"Be Careful of Stones That You Throw" Columbia 31
"Lonely World" Laurie 101
"Donna the Prima Donna" Columbia 6 17
"Drip Drop" Columbia 6
1964 "I’m Your Hoochie Coochie Man" Columbia 113
"Shout" Laurie 108
"Johnny B. Goode" Columbia 71
1968 "Abraham, Martin and John" Laurie 4
"Purple Haze" Laurie 63
1969 "From Both Sides Now" Laurie 91
1970 "Your Own Back Yard" Warner Bros. 75
1971 "Sanctuary" Warner Bros. 103
1989 "And the Night Stood Still" Arista 75 16
1989 "King of the New York Streets" Arista 74
1989 "Written on the Subway Wall" / "Little Star" with Paul Simon[2] Arista
1990 "Sea Cruise" (From "The Adventures of Ford Fairlane") 28

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ David Roberts, British Hit Singles & Albums, 19th, London, Guinness World Records Limited, 2006, p. 156, ISBN 1-904994-10-5.
  2. ^ MTV.com