David Twohy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Neil Twohy

David Neil Twohy (18 ottobre 1955) è uno sceneggiatore e regista statunitense, conosciuto principalmente per la trilogia fantascientifica composta da Pitch Black (2000), The Chronicles of Riddick (2004) e Riddick (2013).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver scritto le sceneggiature per alcuni film minori di genere horror/fantastico e una versione, poi non utilizzata, per Alien³, esordisce alla regia nel 1992 con Timescape, sul tema dei viaggi nel tempo, basato su una celebre novella di Henry Kuttner e C.L. Moore. In seguito alterna progetti personali, di cui cura sia sceneggiatura che regia, come The Arrival (1996), sul tema del contatto alieno in chiave cospirazionista alla X-Files, a sceneggiature per importanti blockbuster, come Il fuggitivo, di cui scrive soggetto e sceneggiatura (e per il quale ottiene una nomination ai WGA Awards, i premi del sindacato degli sceneggiatori), Waterworld (1995) e Soldato Jane (1997).

Il salto di qualità arriva nel 2000 con Pitch Black, film di fantascienza a basso costo che conquista l'attenzione degli appassionati del genere e non solo, mette in evidenza per primo un interprete sconosciuto, Vin Diesel, destinato ad esplodere l'anno successivo con Fast and Furious, e fa intravedere la possibilità di dar vita ad un nuovo, lucroso franchise ad una casa di produzione importante come la Universal, che investe massicciamente nella realizzazione di un sequel ben più ambizioso dell'originale. Ma il risultato di The Chronicles of Riddick (2004) non è all'altezza delle grandi aspettative di cui il film è stato investito: a fronte di un budget produttivo superiore ai cento milioni di dollari (centocinque contro i ventitré di Pitch Black),[1] [2] ne incassa a livello mondiale appena centoquindici,[1] precludendo le successive possibilità di sviluppo della serie. Lo stesso Twohy non esclude però che, visti gli ottimi risultati in home video di The Chronicles of Riddick,[3] possa comunque essere realizzato un terzo episodio, su un livello produttivo da film indipendente.[3]

L'opera successiva del regista, di genere completamente diverso, è il thriller A Perfect Getaway - Una perfetta via di fuga (2009).

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista e sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Solo sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Box Office Mojo - The Chronicles of Riddick. URL consultato il 20-5-2009.
  2. ^ (EN) Box Office Mojo - Pitch Black. URL consultato il 20-5-2009.
  3. ^ a b (EN) David Twohy News. URL consultato il 20-5-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84318710