Beverley Craven

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beverley Craven
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Pop
Rock
Periodo di attività 1990 – in attività
Strumento Voce
Pianoforte
Etichetta Epic Records
Sony Music
Campsie Records
Album pubblicati 6
Studio 4
Raccolte 2
Sito web

Beverley Craven (Colombo, 28 giugno 1963) è una cantante, compositrice e pianista britannica, dedita ai generi pop e rock e in attività dal 1990.

Ha pubblicato sino al 2011 sette album (tra cui due raccolte): Beverley Craven (1990), Love Scenes (1993), Mixed Emotions (1999), The Very Best of Beverley Craven (raccolta, 2000), Legends (raccolta, 2001), Close to Home (2009) e Promise Me: The Best of Beverley Craven (2011).[1]

Il suo brano più famoso è Promise Me del 1990.

È fra gli artisti che si sono esibiti nel programma televisivo Top of the Pops.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Beverley Craven è nata a Colombo nello Sri Lanka, ma è cresciuta in Inghilterra (il paese originario dei suoi genitori), segnatamente a Berkhamstead, nello Hertfordshire, dove giunge all’età di 18 mesi.[2][3]

Incoraggiata dalla madre, una violinista, inizia a suonare il pianoforte sin dall'età di 7 anni.[3]

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

Lasciato il college, un istituto d’arte, nei primi anni ottanta inizia ad esibirsi in alcuni pub assieme a delle band, sino a quando viene notata da Bobby Womack, leggenda del soul, che le offre la possibilità di seguirlo in un tour europeo.[2][3]

Firma quindi un contratto discografico con la Chappell Music e poi con la Epic Records.[2][3] e comincia a lavorare al suo primo album, inizialmente con Steward Levine, produttore dei Simply Red, e poi con Paul Samwell-Smith, produttore di Carly Simon[3].

Nel 1990, pubblica il suo primo album, Beverley Craven , che rimane per ben 52 settimane nelle classifiche del Regno Unito.[2]

Ottiene un grande successo anche il singolo Promise Me , che, sempre nel Regno Unito, raggiunge il 3º posto delle classifiche.[2]

Nel 1992 vince ai BRIT Awards nella categoria “rivelazione britannica” (Best British Newcomer) e riceve anche una nomination per il miglior album e per il miglior singolo.[2][3]

Pubblica quindi l’album Love Scenes , che contiene il singolo omonimo e il singolo Mollie's Song (dedicato alla primogenita Mollie, nata in quell’anno[2]) – a cavallo tra la fine degli anni novanta e l’inizio del nuovo secolo – gli album Mixed Emotions (1999), The Very Best of Beverley Craven (2000), Legends (2001).

Dopo una pausa di alcuni anni, che la cantante si concede per dedicarsi alla propria famiglia[2], ritorna quindi sulle scene nel 2004 con un concerto live[2].

La sua carriera si interrompe però nuovamente nel 2005, quando le viene diagnosticato un cancro al seno, da cui fortunatamente guarisce l’anno seguente.[2][3][4][5][6].

Pubblica quindi nel 2009 – vale a dire ad otto anni di distanza dal precedente – un nuovo album, dal titolo Close to Home .

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È stata sposata dal 1993 al 2010 con il paroliere Colin Campsie, autore, tra l’altro di alcune canzoni di Natalie Imbruglia[2][3] e ha tre figlie, Molly, Brenna e Connie.[2]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Premi & riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cfr. p. es. Beverley Craven - Official Website: Discography (URL consultato l'08-10-2009)
  2. ^ a b c d e f g h i j k l Beverley Craven: Biography (URL consultato il 07-10-2009)
  3. ^ a b c d e f g h All Music Guide: Beverley Craven - Biography (URL consultato il 07-10-2009)
  4. ^ Beverley Craven - Official Website: Press Articles - The Mirror, May 2006 (URL consultato il 09-10-2009)
  5. ^ Beverley Craven - Official Website: Press Articles - Halifax Courier, October 2008 (URL consultato il 09-10-2009)
  6. ^ BBC: Beverley Craven (URL consultato il 09-10-2009)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 22332052 LCCN: no2006096248