Colombo (città)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Colombo
città
Sinhala: කොළඹ (Kolamba)
Tamil: கொழும்பு
Colombo – Veduta
Localizzazione
Stato Sri Lanka Sri Lanka
Provincia Occidentale
Distretto Colombo
Segretariato divisionale Colombo
Amministrazione
Sindaco Uvais Mohamed Imitiyas
Territorio
Coordinate 6°55′00.01″N 79°49′59.99″E / 6.91667°N 79.83333°E6.91667; 79.83333 (Colombo)Coordinate: 6°55′00.01″N 79°49′59.99″E / 6.91667°N 79.83333°E6.91667; 79.83333 (Colombo)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 37 km²
Abitanti 642 163 (2001)
Densità 17 355,76 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso 011
Fuso orario UTC+5:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Sri Lanka
Colombo
Colombo – Mappa
Sito istituzionale

Colombo (කොළඹ pron. Kolamba, IPA [koləᵐbə] in singalese; கொழும்பு in tamil) è una città ed ex-capitale dello Sri Lanka; conta circa 600.000 abitanti (oltre 2 milioni considerando l'agglomerato urbano). Fu capitale sino al 1978, quando le funzioni amministrative sono state trasferite a Sri Jayawardenapura Kotte, distante otto chilometri ad ovest.

Colombo è di gran lunga la città più importante dello stato, dal punto di vista sia demografico sia commerciale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Colombo era già conosciuta dai mercanti romani, cinesi e arabi oltre 2000 anni fa.

Gli arabi la occuparono nell'VIII secolo, controllando buona parte del traffico tra i regni singalesi dell'interno e il resto del mondo. Nel XVI secolo i portoghesi scacciarono i musulmani e costruirono nella città una fortezza per proteggere il commercio delle spezie.

Gli olandesi conquistarono la città nel 1656 dopo un epico assedio, al termine del quale ai 93 portoghesi sopravvissuti fu concesso di uscire dal forte con un salvacondotto. Colombo fu capitale delle province marittime della Compagnia Olandese delle Indie Orientali fino al 1796.

Il nome Colombo, introdotto dai portoghesi nel 1505, sembrerebbe derivato dal termine singalese classico kolon thota, che significa "porto sul fiume Kelani". Un'altra etimologia suggerita è che derivi dall'espressione singalese kola-amba-thota, che significa "porto con frondosi alberi di mango".

La conquistarono poi gli inglesi, che ne fecero la capitale della loro colonia di Ceylon. Colombo ottenne l'indipendenza pacificamente nel 1948. Tuttavia, l'occupazione straniera ebbe un enorme impatto sulla cultura locale, nonché nell'architettura della città.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Colombo situata sulla costa occidentale dell'isola, è uno dei porti più attivi dell'Oceano Indiano, attraverso il quale transita buona parte dei prodotti esportati dal paese: tè, caucciù, olio di cocco, copra e pietre preziose. Possiede industrie di trasformazione (manifatture di tabacchi, oleifici, fabbriche tessili e concerie) e un complesso siderurgico.

Urbanistica[modifica | modifica sorgente]

Intorno all'ampia baia che costituisce il porto si trovano il quartiere commerciale (Fort) e quello indigeno (Pettah), mentre i quartieri residenziali moderni si estendono verso sud in una zona compresa tra il litorale e un vasto specchio d'acqua (il lago di Beira) collegato al porto da un canale. I rioni poveri della città si estendono invece verso nord e verso est, in direzione dell'aeroporto.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Vicino alla città è presente l'Aeroporto Internazionale Bandaranaike.

Persone legate a Colombo[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]