Anthony Johnson (lottatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anthony Johnson
Dati biografici
Nome Anthony Kewoa Johnson
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 93 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Lotta
Categoria Pesi Massimi
Pesi Mediomassimi
Pesi Medi
Pesi Welter
Squadra Stati Uniti Blackzilians
Stati Uniti American Kickboxing Academy
Carriera
Soprannome Rumble
Combatte da Stati Uniti Boca Raton, Stati Uniti
Vittorie 18
per knockout 12
Sconfitte 4
 

Anthony Kewoa Johnson, soprannominato Rumble (Dublin, 6 marzo 1984), è un lottatore di arti marziali miste statunitense. Combatte nella divisione dei pesi mediomassimi per l'organizzazione UFC; vanta trascorsi anche nelle promozioni WSOF e Titan FC.

È noto nel mondo delle MMA soprattutto per la sua grande abilità nel taglio del peso: dotato di una dimensione e di una massa muscolare che gli permette di non sfigurare nella divisione dei pesi mediomassimi (limite massimo di 93 kg) è riuscito a combattere per buona parte della propria carriera nei pesi welter (limite di 77 kg).

Per i ranking ufficiali dell'UFC è il contendente numero 5 nella divisione dei pesi mediomassimi.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Anthony Kewoa "Rumble" Johnson vanta un buon background nella lotta a livello scolastico ed è stato campione nazionale NJCAA nel 2004 nella divisione fino alle 174 libbre.

Nonostante la sua esperienza nella lotta Johnson si è spesso distinto nelle MMA per il suo pugno da KO e per la sua imponente stazza una volta all'interno della gabbia.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Johnson debuttò come professionista nel 2006 nella divisione dei pesi welter con una vittoria in un incontro per una piccola promozione della California.

Lo stesso anno vinse un torneo ad eliminazione diretta sconfiggendo due avversari nella stessa giornata in un evento tenutosi nel Colorado, e tanto bastò per ottenere una chiamata dalla prestigiosa organizzazione UFC.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

Anthony "Rumble" Johnson debuttò in UFC nel giugno del 2007 con l'evento UFC Fight Night: Stout vs Fisher sconfiggendo per KO in soli 13 secondi Chad Reiner; Johnson in quell'incontro venne chiamato per rimpiazzare l'infortunato Steve Bruno a meno di una settimana dal match.

Tre mesi dopo incappò nella prima sconfitta in carriera venendo sottomesso da Rich Clementi.

Nel 2008 ottenne un'altra vittoria per KO contro Tom Speer ed ebbe un doppio confronto con l'esperto di BJJ Kevin Burns: nel primo incontro Johnson venne più volte accecato dall'avversario e venne sconfitto in quanto diede forfait per infortunio all'occhio, e nel rematch vinse per mezzo di uno spettacolare calcio alla testa ottenendo il riconoscimento Knockout of the Night.

Nel 2009 sconfisse per KO tecnico Luigi Fioravanti e successivamente avrebbe dovuto affrontare Matt Brown, ma quest'ultimo s'infortunò e Johnson tornò nell'ottagono più tardi contro il campione GCM Yoshiyuki Yoshida: Rumble mancò clamorosamente il limite di peso di ben 5 libbre ma l'incontro si svolse comunque, e Johnson vinse per knockout. Nemmeno un mese dopo affrontò il top fighter di categoria Josh Koscheck, venendo sconfitto per sottomissione durante il secondo round, con entrambi gli atleti che vennero premiati con il riconoscimento Fight of the Night.

In seguito Rumble patì diversi infortuni per tutto il 2010 e tornò a lottare solamente nel marzo 2011 contro l'ex contendente al titolo Dan Hardy, vincendo per decisione unanime dei giudici di gara. Quell'anno avrebbe dovuto affrontare Nate Marquardt ma Johnson diede forfait per infortunio e in ottobre sconfisse con un calcio alla testa il wrestler Charlie Brenneman, ottenendo il premio Knockout of the Night.

Nel 2012 Johnson iniziò seriamente a patire problemi dovuti al taglio del peso e alla disidratazione, e decise così di salire nella divisione dei pesi medi ed affrontare l'ex campione dei pesi mediomassimi, vincitore del torneo UFC 12 e contendente al titolo dei pesi medi Vítor Belfort: Johnson mancò il peso di ben 11 libbre in quanto i dottori gli impedirono di disidratarsi ulteriormente, e nonostante ciò l'incontro si tenne con l'atleta statunitense che una volta nella gabbia pesava più di 204 libbre; l'apparente vantaggio di peso non lo aiutò e venne sconfitto da Belfort per sottomissione, e in seguito a tale sconfitta e alla sua negligenza nel rientrare nei limiti di peso l'UFC prese la decisione di licenziarlo nonostante il record parziale positivo di 7 vittorie e 4 sconfitte.

Titan FC e XFN[modifica | modifica wikitesto]

In seguito al licenziamento Johnson firmò un contratto con la Titan FC ed affrontò l'altro ex UFC David Branch in un incontro di pesi medi: i problemi per Johnson nel taglio del peso si ripresentarono e così il match fu un catchweight a 195 libbre e Johnson vinse nettamente per decisione unanime. In seguito a tale fatto Rumble decise di salire ulteriormente nei pesi mediomassimi e nell'agosto del 2012 sconfisse Esteves Jones per KO tecnico.

Lo stesso anno lottò per la promozione locale Xtreme Fight Night sconfiggendo l'ex UFC e decorato lottatore a livello scolastico Jake Rosholt.

World Series of Fighting[modifica | modifica wikitesto]

Sul finire del 2012 Rumble firma un contratto con la neonata ed ambiziosa organizzazione World Series of Fighting.

Esordisce in novembre sconfiggendo per KO l'ex campione dei pesi massimi Cage Warriors D.J. Linderman.

Nel 2013 combatte per la prima volta un incontro di pesi massimi contro l'ex campione UFC Andrei Arlovski, vincendo per decisione unanime dei giudici di gara.

Avrebbe dovuto affrontare l'ex Strikeforce Mike Kyle nel settembre 2013, ma Johnson s'infortunò e il match venne posticipato al 2014: Rumble s'impose per KO in poco più di due minuti.

Ritorno in UFC[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio del 2014 l'UFC offrì un nuovo contratto a Rumble e gli diede immediatamente la possibilità di sfidare il numero 4 dei ranking dei pesi mediomassimi Phil Davis: Johnson era nettamente lo sfavorito e la sua vittoria era data 1 a 3, ma nonostante ciò riuscì a realizzare il clamoroso upset grazie alla sua buona kickboxing e ad una difesa dai takedown impeccabile.

Tre mesi dopo mise velocemente KO anche il veterano Antônio Rogério Nogueira e venne premiato con il riconoscimento Performance of the Night.

In settembre l'UFC attuò un proprio regolamento etico ai danni di Johnson e lo sospese a tempo indefinito perché accusato di aver picchiato l'ex moglie nel 2012.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Vittoria 18-4 Brasile Antônio Rogério Nogueira KO Tecnico (pugni) UFC on Fox: Lawler vs. Brown 26 luglio 2014 1 0:44 Stati Uniti San Jose, Stati Uniti
Vittoria 17–4 Stati Uniti Phil Davis Decisione (unanime) UFC 172: Jones vs. Teixeira 26 aprile 2014 3 5:00 Stati Uniti Baltimora, Stati Uniti
Vittoria 16–4 Stati Uniti Mike Kyle KO (pugno) WSOF 8: Gaethje vs. Patishnock 18 gennaio 2014 1 2:03 Stati Uniti Hollywood, FL, Stati Uniti
Vittoria 15–4 Bielorussia Andrei Arlovski Decisione (unanime) WSOF 2: Arlovski vs. Johnson 23 marzo 2013 3 5:00 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti Incontro di Pesi Massimi
Vittoria 14–4 Stati Uniti D.J. Linderman KO (pugno) WSOF 1: Arlovski vs. Cole 3 novembre 2012 1 3:58 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in WSOF, Pesi Mediomassimi
Vittoria 13–4 Stati Uniti Jake Rosholt KO (calcio alla testa) Xtreme Fight Night 9 21 settembre 2012 2 4:22 Stati Uniti Tulsa, Stati Uniti
Vittoria 12–4 Stati Uniti Esteves Jones KO Tecnico (pugni) Titan FC 24: Johnson vs. Jones 24 agosto 2012 2 0:51 Stati Uniti Kansas City, KS, Stati Uniti Incontro di Pesi Mediomassimi
Vittoria 11–4 Stati Uniti David Branch Decisione (unanime) Titan FC 22: Johnson vs. Branch 25 maggio 2012 3 5:00 Stati Uniti Kansas City, KS, Stati Uniti
Sconfitta 10–4 Brasile Vítor Belfort Sottomissione (rear naked choke) UFC 142: Aldo vs. Mendes 14 gennaio 2012 1 4:49 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Passa ai Pesi Medi
Vittoria 10–3 Stati Uniti Charlie Brenneman KO Tecnico (calcio alla testa) UFC Live: Cruz vs. Johnson 1 ottobre 2011 1 2:49 Stati Uniti Washington, Stati Uniti
Vittoria 9–3 Regno Unito Dan Hardy Decisione (unanime) UFC Fight Night: Nogueira vs. Davis 26 marzo 2011 3 5:00 Stati Uniti Seattle, Stati Uniti
Sconfitta 8–3 Stati Uniti Josh Koscheck Sottomissione (rear naked choke) UFC 106: Ortiz vs. Griffin 2 21 novembre 2009 2 4:47 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 8–2 Giappone Yoshiyuki Yoshida KO (pugno) UFC 104: Machida vs. Shogun 24 ottobre 2009 1 0:41 Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti
Vittoria 7–2 Stati Uniti Luigi Fioravanti KO Tecnico (pugni) UFC Fight Night: Lauzon vs. Stephens 7 febbraio 2009 1 4:39 Stati Uniti Tampa, Stati Uniti
Vittoria 6–2 Stati Uniti Kevin Burns KO (calcio alla testa) The Ultimate Fighter: Team Nogueira vs Team Mir Finale 13 dicembre 2008 3 0:28 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 5–2 Stati Uniti Kevin Burns KO Tecnico (infortunio all'occhio) UFC Fight Night: Silva vs Irvin 19 luglio 2008 3 3:35 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 5–1 Stati Uniti Tom Speer KO (pugni) UFC Fight Night: Florian vs. Lauzon 2 aprile 2008 1 0:51 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti
Sconfitta 4–1 Stati Uniti Rich Clementi Sottomissione (rear naked choke) UFC 76: Knockout 22 settembre 2007 2 3:05 Stati Uniti Anaheim, Stati Uniti
Vittoria 4–0 Stati Uniti Chad Reiner KO (pugni) UFC Fight Night: Stout vs Fisher 12 giugno 2007 1 0:13 Stati Uniti Hollywood, FL, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 3–0 Stati Uniti Keith Wilson Decisione (maggioranza) Rocky Mountain Nationals: Demolition 16 settembre 2006 2 5:00 Stati Uniti Denver, Stati Uniti Vince il torneo dei Pes Welter RMN
Vittoria 2–0 Stati Uniti Rich Moskowitz Decisione (unanime) Rocky Mountain Nationals: Demolition 16 settembre 2006 2 5:00 Stati Uniti Denver, Stati Uniti Torneo dei Pes Welter RMN, Semifinale
Vittoria 1–0 Stati Uniti Jonathan Romero KO Tecnico (pugni) Pangea Fights 2: Live MMA 16 agosto 2006 1 1:09 Stati Uniti Hollywood, CA, Stati Uniti

Note[modifica | modifica wikitesto]