Anna, quel particolare piacere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anna, quel particolare piacere
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1973
Durata 100 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Giuliano Carnimeo
Soggetto Sauro Scavolini, Luciano Martino
Sceneggiatura Sauro Scavolini, Francesco Milizia, Ernesto Gastaldi
Produttore Luciano Martino
Casa di produzione Dania
Distribuzione (Italia) Interfilm
Fotografia Marcello Masciocchi
Montaggio Eugenio Alabiso
Musiche Luciano Michelini
Costumi Oscar Capponi
Interpreti e personaggi

Anna, quel particolare piacere è un film del 1973 diretto da Giuliano Carnimeo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Ancora giovanissima, la bella Anna si lega a Guido, narcotrafficante invischiato in giri loschi della Milano anni '70. In stato interessante, la donna si rifiuta di abortire e dà alla luce Paolo, un bambino malato e bisognoso di cure continue. Durante una delle tante detenzioni di Guido, Anna conosce Lorenzo, chirurgo milanese di fama mondiale. L'uomo salverà la vita a Paolo con un delicato intervento. Uscito dal carcere, Guido, cerca di ostacolare in tutti i modi la relazione sentimentale nel frattempo nata fra Lorenzo ed Anna. La donna, esasperata dai continui agguati di Guido, reagisce uccidendo a colpi di pistola l'uomo che però, prima di morire, riesce a ferirla. Operata d'urgenza da Lorenzo, Anna perde la vita. Lorenzo adotterà Paolo...

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema