Luciano Martino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luciano Martino (Napoli, 22 dicembre 1933Malindi, 14 agosto 2013[1]) è stato un produttore cinematografico, regista, attore e sceneggiatore italiano. Era fratello del regista Sergio Martino e nipote del regista Gennaro Righelli e dell'attrice Maria Jacobini.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha prodotto oltre 100 film, principalmente tra gli anni sessanta e gli anni ottanta, quasi tutti appartenenti al filone del cosiddetto cinema di genere, molti dei quali in collaborazione con Mino Loy.

Iniziò con la parodia di alcuni film del filone "antico-romano", come I giganti di Roma, poi si dedicò agli spaghetti-western. In seguito lanciò il filone della commedia sexy degli anni settanta, facendo lavorare attrici come Edwige Fenech, con la quale ebbe anche una lunga relazione sentimentale.[2]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

Soggetto[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Morto il regista e produttore Luciano Martino. Inventò i 'B movie' e il fenomeno Fenech Repubblica.it
  2. ^ Un articolo di Marco Giusti per Dagospia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44506791 LCCN: no2006020603