Andrew Duggan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrew Duggan nella serie televisiva Lawman (1962)

Andrew Duggan (Franklin, 28 dicembre 1923Hollywood, 15 maggio 1988) è stato un attore, regista e sceneggiatore statunitense.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Durante la seconda guerra mondiale, Duggan era arruolato nella 40th Special Services Company capitanata dell'attore Melvyn Douglas[1] nel China Burma India Theater. I suoi contatti con Douglas gli valsero l'interpretazione con Lucille Ball nella commedia Dreamgirl. Nacque anche l'amicizia con il regista di Broadway Daniel Mann[2] su una nave che li riportava dalla guerra. Duggan apparve a brodway in [3] in The Rose Tattoo, Gently Does It, Anniversary Waltz, Fragile Fox, The Third Best Sport.

Partecipò a più di 70 film tra cui L'ammiraglio è uno strano pesce con Don Knotts, e a più di 140 show televisivi tra il 1949 e il 1987. È noto anche per essere stato il personaggio principale dell'attrazione a Disneyland Carousel of Progress e il cantante di The Best Time of Your Life prima che fosse rimodernizzata con una nuova voce nel 1993. Duggan ha avuto ruoli ricorrenti in Cimarron Strip e The Great Adventure, ma raramente ha svolto due volte lo stesso ruolo, tranne in un paio di serie di breve durata in cui ha interpretato il protagonista, Bourbon Street Beat eLancer. Inoltre interpretò il personaggio ricorrente del generale Ed Britt nella seconda e terza stagione della serie Twelve O'Clock High. Apparve in alcuni episodi di Bonanza ed interpretò anche gli episodi pilota di The Restless Gun e Hawaii Squadra Cinque Zero, nei panni rispettivamente di un ex galeotto e di un agente segreto.

Duggan recitò nel ruolo di John Walton nello speciale televisivo del 1971 di Una famiglia americana[4] intitolato The Homecoming: A Christmas Story (lo stesso ruolo nelle serie seguenti fu di Ralph Waite).

Nel 1980, Duggan apparve come Sam Wiggins nel film per la televisione dell'ABC The Long Days of Summer, e nello stesso anno, partecipò come guest star ad un episodio della serie M*A*S*H nel ruolo del Col. Alvin 'Howitzer Al'Houlihan, il leggendario padre di Margaret Houlihan. Uno degli ultimi ruoli di Duggan fu Dwight D. Eisenhower nella biografia per la TV intitolata J. Edgar Hoover (1987), ruolo che aveva già interpretato in Backstairs at the White House (1979). Interpretò anche Lyndon Johnson in un'altra biografia di Hoover The Private Files of J. Edgar Hoover (1977). Ha ritratto anche il Presidente Trent nell'immaginario film spionistico A noi piace Flint (1967). Interpretò anche il Giudice Axe nel film I vampiri di Salem's Lot (1987).

Bourbon Street Beat[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1950 e il 1960 Duggan apparve in molte serie televisive tra cui ricordiamo l'episodio "L'Epitaffio" della serie western dell'ABC Tombstone Territory. Nel 1959 entrò nel cast di Bourbon Street Beat,[5] nel quale interpretò Cal Calhoun, il capo di un'agenzia investigativa a New Orleans. Quando Bourbon Street Beat fu cancellata dopo ua sola stagione, gli altri due detective della serie si spostarono in altrettanti programmi della Warner Bros. : Van Williams nei panni di Kenny Madison rimase nella stessa fascia oraria con Surfside 6. Richard Long nel ruolo di Rex Randolph ottenne il difficile ruolo che prima era di Roger Smith, nella serie 77 Sunset Strip.

Nel 1962 Duggan partecipò alla situation comedy della ABC, Room for One More, con i co-protagonisti Peggy McCay, Ronnie Dapo, e Tim Rooney. La storia raccontava di una coppia con due bambini che decide di adottarne altri due. Partecipò come guest star in molti programmi, tra cui il dramma della ABC di Jack Palance, Il più grande spettacolo del mondo nel 1963-1964 e il medical drama Unidesima Ora come Carl Quincy nell'episodio del 1963 "Four Feet in the Morning".

La serie televisiva Lancer (1969)[modifica | modifica sorgente]

Duggan interpretò il patriarca nella serie televisiva del 1968-1970, ispirata da Bonanza, intitolata Lancer,[6]. Il suo personaggio era la controparte più oscura e complessa di Ben Cartwright chiamato "Murdoch Lancer", mentre James Stacy interpretava il figlio pistolera di Lancer. Wayne Maunder interpretava il figlio maggiore, Scott Lancer, che era stato educato a Boston. Ironicamente, Maunder, nella vita reale, era stato allevato nelle vicinanze di Bangor. Diversamente da Bonanza, Lancer durò solo cinquantuno episodi, ma i critici definirono eccellenti i dialoghi e le prestazioni. Paul Brinegar era il co-protagonista nei panni di Jelly Hoskins, aveva già interpretato un ruolo simile nella serie wester nella CBS Rawhide.

Vita privata e morte[modifica | modifica sorgente]

Duggan morì a 64 anni per un tumore alla gola[7].

Andrew Duggan fu un casalingo[6] e un padre devoto che partecipava alla Little League. Nel 1954 sposò una ballerina di Brodway e attrice Elizabeth Logue,[8] che lui chiamava Betty. Lei gli sopravvisse solo per poche settimane, morendo anche lei di cancro il 7 giugno 1988.

(Nota: non c'è nessuna reazione con Elizabeth Louise Malamalamaokalani White Logue, meglio nota come la principessa hawaiana Noelani nel film Hawaii, e come la donna che scende in spiaggia nei titoli di testa di Hawaii Five-O).

La coppia ha avuto tre figli, Richard, Nancy e Melissa.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Andrew Duggan Death in Toledo Blade, 17 maggio 1988.
  2. ^ Daniel Mann, Internet Broadway Database. URL consultato il 29 maggio 2010.
  3. ^ IBDB Andrew Duggan, Internet Broadway Database. URL consultato il 29 maggio 2010.
  4. ^ James E Person Jr, Earl Hamner: From Walton's Mountain To Tomorrow, Cumberland House Publishing, 2005, p. 21, ISBN 978-1581824551.
  5. ^ Beacham Ingrid, Bourbon Absinthe House is the Real Thing in The Southeast Missiourian, 4 marzo 1960.
  6. ^ a b Andrew Duggan is Lancer in Series in Herald-Tribune, 8 dicembre 1968.
  7. ^ Yarrow Andrew L, Andrew Duggan, an Actor on TV, Stage and the Screen, Dies at 64 in The New York Times, 18 maggio 1988.
  8. ^ Elizabeth Logue, Internet Broadway Database. URL consultato il 29 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7597772 LCCN: no/89/4033