Alfonso d'Altavilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Infobox militare}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Regno di Sicilia
Altavilla
Blason sicile famille Hauteville.svg

Ruggero II
Figli
Guglielmo I
Figli
Guglielmo II
Tancredi
Figli
Ruggero III
Guglielmo III
Costanza
Modifica

Alfonso d'Altavilla ((LT) Anfusus; 1122 circa – 10 ottobre 1144) è stato un cavaliere normanno. Fu principe di Capua dal 1135 fino alla morte. Era il terzo figlio di Ruggero II di Sicilia e di Elvira Alfonso di Castiglia; ebbe il nome del nonno materno Alfonso VI di Castiglia; la nonna materna era Isabella di Siviglia, quarta moglie di Alfonso VI, probabilmente si trattava di Zaida, la nuora convertita di Muḥammad al-Muʿtamid di Siviglia.

Sebbene non si conosca la sua data di nascita (1120/1122), Alfonso era abbastanza cresciuto da intraprendere una guerra per difendere il suo feudo quando, nel 1135, il re suo padre gli diede il Principato di Capua dopo aver detronizzato il principe ribelle Roberto II, della Casata dei Drengot. Ruggero II incaricò il suo cancelliere Guarino di agire in qualità di amministratore del giovane Alfonso.

Capua entrò a tutti gli effetti nella sfera d’influenza degli Altavilla. Il 25 luglio 1139, con il Trattato di Mignano, Alfonso ricevette il riconoscimento papale di Innocenzo II, assumendo la stessa posizione dei precedenti principi Drengot.

Il Mezzogiorno nel 1112.

La morte di Sergio VII di Napoli, nella Battaglia di Rignano del 1137 aprì per Ruggero l'opportunità di assicurarsi la signoria di Napoli, perché nei due anni successivi i baroni napoletani non giunsero ad un accordo sulla successione, Ruggero poté stabilire un controllo diretto sul Ducato di Napoli, nominando Alfonso nuovo duca di Napoli.

Nell’aprile 1140, con il fratello maggiore Ruggero III, nominato dal padre duca di Puglia, invase l’Abruzzo, conquistando molte terre, inclusa l’importante città costiera di Pescara. Egli estese i suoi domini fino al fiume Tronto.

Morì il 10 ottobre 1144 durante una seconda invasione insieme al fratello, questa volta contro Papa Lucio II, in Lazio, dove essi presero Rieti e Cagnano Amiterno.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Julius Norwich, Il Regno nel Sole. I Normanni nel Sud: 1130-1194. Mursia, Milano 1972 (ed.orig. The Kingdom in the Sun 1130-1194. Longman: Londra 1970).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principe di Capua Successore
Roberto II di Capua 1135-1137 Roberto II di Capua I
Roberto II di Capua 1137 - 1144 Guglielmo II di Sicilia II