Alessandro Marcello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Alessandro Marcello

Alessandro Ignazio Marcello (Venezia, 1º febbraio 1673Venezia, 19 giugno 1747) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Agostino Marcello e Paolina Cappello, musicista e letterato, appartenente alla più alta classe nobiliare veneziana, si applicò in diverse aree del sapere: poesia, filosofia, matematica, pittura e meccanica. Studiò a Padova e ricevette l'istruzione musicale dal padre, musicista dilettante di buon livello, tra i protagonisti della vita musicale della Serenissima, collegato strettamente al Teatro lirico di Sant'Angelo presso cui lavorava il contemporaneo Antonio Vivaldi. Fu membro del Consiglio dei Quaranta.

Marcello teneva concerti nella sua casa di Venezia. Compose e pubblicò diverse raccolte di concerti, inclusi sei concerti per oboe pubblicati sotto il titolo La Cetra, cantate, arie, canzonette e sonate per violino. Marcello compose anche sotto lo pseudonimo di Eterio Stinfalico, come membro della celebre Pontificia Accademia degli Arcadi.

Sebbene i suoi lavori non siano frequentemente eseguiti oggi, Marcello è considerato un compositore molto competente. I suoi concerti facenti parte della raccolta La Cetra "si distinguono per le loro parti solistiche, per la loro concisione e per il loro ampio uso del contrappunto entro uno stile simile a quello di Vivaldi", secondo il Dizionario Grove, che li considera "come un ultimo avamposto del canone classico del concerto barocco Veneziano".

La sua opera più famosa è forse il Concerto in Re minore per oboe, archi e basso continuo, tanto che Johann Sebastian Bach ne fece una trascrizione per clavicembalo (BWV 974).

Il secondo movimento di tale concerto, l'Adagio, è stato utilizzato nella colonna sonora di molti film, per il tono toccante e malinconico: in particolare, Anonimo veneziano (1970) gli diede un'enorme notorietà, mentre fra gli altri si possono citare Fragole e sangue (1970), con un originale adattamento per chitarra, Lezioni d'amore (2008), dove viene eseguita una versione per pianoforte, e il film indipendente Et in terra pax (2010). Sul celebre tema, nel 1971 fu persino scritta una canzone: Adagio veneziano, incisa da Massimo Ranieri.

Anche il fratello minore Benedetto Marcello fu compositore.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 35255894 LCCN: n/81/72939