Aiuto:Manuale per gli amministratori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nuvola apps khelpcenter.pngSportello informazioni

Questo manuale per gli amministratori rappresenta una guida utile per gli amministratori di Wikipedia, sia per quelli più giovani sia per quelli più "esperti", che hanno necessità di controllare come si svolgono determinate operazioni e di avere sempre a portata di mano istruzioni, link e procedure.

In questa guida sono riportati i consigli e le strategie migliori che, nel corso del tempo, sono state elaborate dagli admin più esperti per affrontare qualsiasi tipo di operazione che un admin potrebbe eseguire. Non vuole essere una linea guida, ma solamente un "manuale d'istruzione" per un uso corretto, comodo ed efficiente dei cosiddetti "tastini".

Avvertenze generali... e importanti[modifica | modifica wikitesto]

Sei un amministratore? Allora tieni sempre a mente che alle spalle devi costantemente sentire la responsabilità di aver ricevuto la fiducia della comunità per svolgere determinati compiti tecnici.

Essere amministratore non è un titolo di merito, ma una funzione di servizio attribuita dalla comunità e per la quale volontariamente hai accettato di assumerti la responsabilità. Rispetto agli altri wikipediani non possiedi infatti maggiori diritti, anzi hai dei doveri ben precisi, per lo svolgimento dei quali ti sono state fornite alcune funzionalità aggiuntive.

Importante: quando si è in dubbio o non si è sicuri di quel che si sta per fare, chiedere sempre ad altri amministratori, invece di cimentarsi da soli col rischio di fare pasticci!

Blocchi[modifica | modifica wikitesto]

Per bloccare l'accesso in scrittura a uno specifico indirizzo IP o un utente registrato si procede attraverso la funzione Speciale:Blocca.

Notare che il blocco deve essere operato SOLO per prevenire il ripetersi di atti di vandalismo, secondo i criteri stabiliti dalle politiche di blocco. Il blocco non può in nessun caso essere applicato per motivi ideologici.

  • Indicare il motivo specifico per il quale si procede al blocco dell'indirizzo IP o dell'utente (per esempio, citando i titoli di eventuali pagine che siano state oggetto di vandalismo).
  • Se il blocco riguarda un bot, assicurarsi di lasciare un messaggio al manovratore e di non deselezionare la casella "Blocca solo utenti anonimi".
  • Se il blocco riguarda un nome utente inappropriato, salvo casi eccezionali, ricordarsi di rimuovere la spunta dalla casella "Impedisci la creazione di altri account".

Nota bene

  • In caso di IP palesemente dinamici, dare blocchi superiori alle 4-8 ore è inutile: molti vandali conoscono questo sistema e riavviano la connessione acquisendo così un nuovo indirizzo IP.
  • Le durate del blocco diverse da quelle predefinite si possono specificare in lingua inglese usando il formato standard GNU, descritto nel manuale di tar (per esempio: "1 hour", "2 days", "next Wednesday", "1 January 2017"; se si vuole inserire un preciso orario, esso dev'essere in formato HH:MM:SS, secondo l'orario UTC e compreso fra T e Z, come ad esempio "2017-01-01T00:09:08Z"). In alternativa, il blocco può essere "indefinite" o "infinite" (senza scadenza).
  • Per informazioni sul blocco di più indirizzi IP contemporaneamente, vedere la pagina Aiuto:Blocco di classi di indirizzi. Per sbloccare qualcuno utilizza la lista degli IP e degli utenti bloccati. Ricorda infine che viene mantenuto un log dei blocchi.
  • Oltre alla durata del blocco stesso, presta anche attenzione a quando il blocco scadrà: è buona abitudine non far scadere i blocchi in piena notte, ma piuttosto nelle ore del giorno più frequentate e "pattugliate" da patroller e amministratori. Ad esempio, anziché applicare un blocco di 12 ore e farlo scadere alle 5 del mattino, prendi in considerazione l'idea di applicarlo di 18 ore, facendolo terminare alle 11 del giorno successivo.

Attenzione: le durate riportate nella tabella sono solo indicative!

Considerato che a parità di scorrettezza dovrebbe corrispondere eguale risposta, ma visto anche che ogni caso fa storia a sé, la regola base da seguire è il buonsenso. Tuttavia, dall'esperienza degli amministratori, sono state raccolte alcune indicazioni sulle durate suggerite.

Motivo Durata
vandali avviso 2 ore 36 ore
spammer avviso 1 giorno 1 settimana
sockpuppet per usi non permessi 1 giorno IP e infinito altri riconosciuti
violazioni di copyright avviso 24 ore 1 mese un anno
utenti in write-only per altri motivi avviso 15 min 1 giorno
insulti generici, ingiurie, vandalismi pesanti 2 ore 1 giorno infinito
attacchi personali, bestemmie 1 settimana infinito
utente rinominato infinito
nome utente inappropriato infinito
bot non contrassegnati 15 min 1 giorno infinito (chiedere sblocco in Wikipedia:Bot/Autorizzazioni)
vandalbot infinito a vista in presenza di contributi che ne accertino la pericolosità
utenti problematici caso per caso
uso improprio di pagine di servizio caso per caso
proxy aperti e nodi d'uscita tor caso per caso (se da bloccare: da 6 mesi a 2 anni)
minacce di azioni legali infinito

La durata del blocco può essere rivista da un amministratore secondo le regole fissate dalla comunità e secondo il consenso.

Nel caso di alcuni vandalismi particolarmente pesanti o che configurano una violazione di leggi o norme generali (ad esempio, incitamento all'odio razziale), l'amministratore può valutare la cancellazione dalla cronologia della revisione incriminata.

Cancellazioni immediate[modifica | modifica wikitesto]

Nei seguenti casi, previo controllo della cronologia, si può richiedere la cancellazione immediata di una pagina, senza passare per la procedura ordinaria. Nei registri pubblici e nel gergo wikipediano ci si riferisce a ciascuno di questi criteri con le abbreviazioni "C1", "C2", "C3"...

  1. pagine vuote, di prova, senza significato o contenuti sensati (esempi: "ciao", "ma ci si può scrivere qui?", "ajaissnsdfuf"), pagine tautologiche (contenuto uguale o equivalente al titolo in termini di contenuto informativo), bufale e palesi stupidaggini;
  2. pagine contenenti solo frasi offensive e/o volgari e/o comunque diffamatorie/denigratorie verso persone, aziende, istituzioni ed enti in generale;
  3. pagine scritte quasi completamente in una lingua diversa dall'italiano, oppure tradotte con sistemi di traduzione automatica o semi-automatica (babelfish e simili);
  4. pagine dal contenuto palesemente non enciclopedico; pagine o immagini promozionali, per es. costituite unicamente da collegamenti esterni (comprese Wikipedie in altre lingue) e/o spam che reclamizzino prodotti, servizi o persone (incluse note autopromozionali); curriculum vitæ personali, specie se scritti in prima persona;
  5. pagine orfane, con titolo sbagliato e dal contenuto identico o integrato in un'altra pagina già presente (i requisiti debbono essere contemporaneamente presenti: se fossero solo orfane vanno linkate, se fossero solo con titolo errato vanno spostate a quello corretto, se fossero solo identiche ad un'altra vanno unite a quella – l'identità fra una voce-lista e una categoria non è ragione di cancellazione);
  6. categorie senza voci, file o sottocategorie (con l'eccezione di alcune categorie di servizio opportunamente segnalate);
  7. pagine già cancellate per decisione della comunità e reinserite senza che siano stati eliminati i motivi che ne hanno comportato la cancellazione;
  8. pagine provvisorie create per l'inversione del redirect;
  9. redirect con errori di battitura nel titolo, redirect a pagine non esistenti, redirect non conformi alle linee guida; purché tali redirect siano orfani;
  10. discussioni, sottopagine o editnotice di pagine cancellate, se il contenuto non presenta argomenti di valenza più generale;
  11. immagini contemporaneamente doppie e orfane, oppure non funzionanti, vuote o già presenti su Wikimedia Commons;
  12. immagini in evidente violazione di copyright;
  13. pagine interamente costituite da testo in violazione di copyright;
  14. immagini da verificare da oltre una settimana (fa fede l'avviso all'utente);
  15. pagine del namespace "Utente:" il cui titolo non corrisponde a nessun utente registrato o integralmente non conformi all'uso appropriato;
  16. pagine trasferite ad altri progetti secondo procedura;
  17. pagine e sottopagine del namespace "Utente:" la cui cancellazione è richiesta dall'utente stesso (esempi: "Utente:Tizio/Sottopagina"). Di regola le pagine del namespace "Discussioni utente" (ad.es. "Discussioni utente:Tizio") non possono essere cancellate ma solo archiviate;
  18. file orfani e non utili all'enciclopedia;
  19. template obsoleto, sostituito ed orfano (i requisiti devono essere soddisfatti contemporaneamente);
  20. file non liberi che non rispettano l'EDP.

Gli amministratori trovano l'elenco delle pagine segnalate in questo modo nella Categoria:Cancellare subito.

Pulizia di cronologie[modifica | modifica wikitesto]

Quando è richiesta una pulizia di cronologia di una voce, operare nel seguente modo:

  1. Aprire la cronologia della voce.
  2. Selezionare con una spunta le caselle corrispondenti alle versioni da nascondere.
  3. Cliccare su "Mostra/nascondi versioni selezionate" che appare in alto a destra.
  4. Selezionare "Nascondi il testo della versione" e fornire la motivazione.
  5. Se gli insulti o i dati sensibili sono contenuti nell'oggetto della modifica da rimuovere, selezionare anche "Nascondi l'oggetto della modifica".
  6. Se ad essere problematico è il nome utente che ha fatto la modifica, selezionare "Nascondi il nome o l'indirizzo IP dell'autore".
  7. Cliccare su "Applica alle revisioni selezionate".

Nota: lo strumento non funziona se si vuole nascondere anche la versione corrente (l'ultima modifica) della voce. Per nascondere le modifiche vandaliche occorre prima fare un rollback.

Inversione di redirect[modifica | modifica wikitesto]

N.B.: per evitare frasi troppo articolate che potrebbero rendere poco leggibile la documentazione della procedura, in questa sezione sarà utilizzato un linguaggio simbolico per riferirsi ad alcune tipologie di pagine: la notazione A{P} indica una generica pagina di titolo A e contenuto P, la notazione B{R → A} indica una generica pagina di titolo B contenente un redirect alla pagina di titolo A.

Può accadere che il titolo A di una pagina con contenuto {P} si trovi ad essere sbagliato, meno coerente con le convenzioni o comunque meno adatto di quello di un redirect B{R → A} che rimanda ad essa. In questo caso è opportuno procedere all'inversione di redirect, per ottenere B{P} e A{R → B}.

Il motivo per cui non si deve copiare il contenuto {P} della pagina A sulla pagina di titolo B è che così facendo si perde la cronologia della pagina A{P} cioè la raccolta di tutte le eventuali revisioni subite dalla pagina stessa nel corso del tempo.

Quando si rende necessaria un'inversione di redirect, possono presentarsi tre casi differenti:

  • I caso: il redirect non possiede una cronologia (ha una sola revisione)
  • II caso: il redirect possiede una cronologia, ma è composta solo da revisioni del redirect stesso e non da contenuti informativi.
  • III caso: il redirect possiede una cronologia, ed è composta da revisioni della pagina contenenti contenuti informativi (ad esempio se è il risultato dell'unione di due voci).

I caso: semplice spostamento

Se un redirect B{R → A} non ha cronologia (cioè è composta solo di una singola revisione, quella di creazione come redirect), un utente registrato può sovrascriverlo spostando A al titolo B. Per effettuare un'inversione di redirect, in questo caso, è sufficiente aprire la pagina A e fare clic su sposta, inserendo B come titolo nuovo.

II caso: cronologia da cancellare

Il redirect possiede una cronologia, cioè almeno la modifica di creazione della pagina e una seconda modifica. In questo caso, non è applicabile la procedura sopra descritta. Se la cronologia non è significativa, essa non necessita di essere conservata. Questo caso si ha in genere quando non vi è alcun contenuto nella cronologia del redirect, ma per qualche motivo esso è stato modificato nel tempo (correzioni di sintassi, modifica della voce puntata etc.).

Siccome è coinvolta un'effettiva cancellazione di pagina, è indispensabile l'intervento di un amministratore, il quale può spostare A{P} al titolo B cancellando al volo la pagina B, dopo una richiesta di conferma. Le richieste si possono effettuare nella pagina apposita o direttamente ad un amministratore.

III caso: cronologia da conservare

Il redirect possiede una cronologia, che deve essere conservata, ad esempio quando il redirect è il risultato di un'unione di due pagine. Come nel caso precedente, le richieste si possono effettuare nella pagina apposita o direttamente ad un amministratore.

Importante: sebbene l'operazione effettiva sia svolta da un amministratore, è comunque l'utente che deve occuparsi di valutare il contesto in cui l'operazione avviene (es. eventuali coinvolgimenti di altre pagine, disambigua etc.). Se ci sono dubbi è comunque sempre possibile chiedere al progetto tematico di competenza, o proprio in seno alla richiesta di inversione.

Procedimento[modifica | modifica wikitesto]

Esempi pratici:

II caso, immaginando di avere la voce Atlantico (oceano) e un redirect intitolato Oceano Atlantico. Il titolo più corretto per la voce è Oceano atlantico, ma nel nostro caso è solo un redirect. Per procedere all'inversione, seguire i passaggi:

  • spostare Atlantico (oceano) a Oceano Atlantico, lasciando inalterate le impostazioni di default;
  • al momento dell'avviso di conferma sovrascrittura della voce, selezionare la casella "Sovrascrivi la pagina esistente".

III caso, immaginando di avere la voce Everest (montagna) e un redirect intitolato Everest. Il titolo più corretto per la voce è Everest, ma nel nostro caso è solo un redirect. Per procedere all'inversione, seguire i passaggi:

  • spostare Everest (montagna) a una pagina con un titolo provvisorio, ad esempio Everest (prov); durante lo spostamente deselezionare la casella "Crea redirect con lo spostamento";
  • spostare Everest a Everest (montagna), deselezionando anche qui l'opzione per creare un redirect con lo spostamento;
  • spostare Everest (prov) a Everest, deselezionando l'opzione per la creazione del redirect;
  • eliminare il template di richiesta spostamento, se presente, e correggere il redirect Everest (montagna) in modo che punti a Everest, qualora risultasse errato.

Note

  • siccome gli utenti non registrati non possono spostare le pagine, per eseguire alcune di queste procedure occorre registrarsi.
  • in caso di difficoltà o di paura di non riuscire a portare a termine l'inversione di redirect, è possibile lasciare una richiesta agli amministratori, cliccando sul link Aggiungi la tua richiesta posto nella pagina di richieste. La richiesta va posta in fondo alla pagina che verrà aperta da tale link.
  • bisogna effettuare lo spostamento anche delle eventuali pagine di discussione associate alle due pagine.

Importante

Attenzione: se una parola ha più significati (come Remo, che è tanto il fratello di Romolo, quanto l'accessorio della barca), non è il caso di usare un redirect su Remo. Occorrerà piuttosto che questa diventi una pagina di disambigua che contenga i vari significati e i link alle pagine appropriate.

Nota: nel caso in cui si verifichi l'esistenza di un significato nettamente predominante, si assegna a questo il titolo corrispondente alla Voce, senza alcuna specificazione, mentre le pagine omonime vengono differenziate inserendo nel titolo accanto alla voce l'argomento di appartenenza tra parentesi. Alla eventuale pagina di disambiguazione si aggiunge la dicitura disambigua tra parentesi. (per approfondimenti: Aiuto:Disambigua/Tipi di disambiguazione).

Scorpori e unioni di cronologie[modifica | modifica wikitesto]

Certe volte si rende necessario scorporare o fondere delle cronologie. Occorre seguire più passaggi, per mantenere le cronologie e rispettare la licenza.

Scorpori di cronologie

  1. Cancellare la voce che contiene la cronologia da dividere.
  2. Recuperare le versioni che si intende spostare a un altro titolo.
  3. Spostare la voce al titolo corretto.
  4. Recuperare le versioni non recuperate nel titolo della vecchia voce.

Unioni di cronologie

Usare Speciale:FondiCronologia.
In alternativa:

  1. Cancellare la voce dal titolo corretto.
  2. Spostare la voce dal titolo errato al titolo corretto.
  3. Ricancellare la voce.
  4. Recuperare tutte le revisioni, che si sono mescolate fra loro.
  5. Selezionare nella nuova cronologia unita la versione più corretta e ripristinarla, lasciandola come ultima.
  6. Apportare eventuali correzioni e/o integrazioni: quasi sicuramente ci sarà qualcosa da sistemare!

Protezioni e semiprotezioni[modifica | modifica wikitesto]

La funzione di protezione delle pagine ha lo scopo di impedire alcune operazioni attive sulle pagine, come la creazione, la modifica e lo spostamento, per una determinata classe di utenti. In caso di pagina protetta la scritta "Modifica" che si trova nella quarta linguetta in alto di ogni pagina modificabile diventa "Visualizza sorgente".

Sono utilizzabili livelli diversi di protezione.

Crystal Clear action lock2.png

La protezione completa in scrittura impedisce la modifica delle pagine a tutti coloro che non abbiano la funzione di amministratore; essa viene utilizzata per:

  • Proteggere alcune pagine ad alta visibilità: per esempio la Pagina principale e le pagine in essa incluse, e alcuni template molto usati, come il {{quote}}.
  • Proteggere alcune pagine riservate all'"amministrazione del sistema": per esempio per ragioni tecniche è protetto l'intero namespace Mediawiki.
  • Mantenere l'integrità del logo, del copyright, delle pagine di licenza e dei comunicati stampa pregressi.
  • Impedire la modifica delle pagine di votazione per la cancellazione una volta terminata la procedura.
  • In modo temporaneo per fermare una "edit war": tuttavia, in caso di edit war ripetute, il blocco delle utenze è talvolta preferibile alla protezione della pagina.
  • Prevenire modifiche ad una pagina mentre si identifica un errore legato al software MediaWiki oppure per prevenire modifiche durante la manutenzione di una pagina molto trafficata (quando cioè si compiono operazioni di suddivisione in sottopagine o voci secondarie, di archiviazione del contenuto e talvolta durante l'eliminazione di una violazione di copyright dalla cronologia)
Crystal Clear action lock8.png

La protezione parziale impedisce la modifica delle pagine agli utenti non registrati o a quelli registrati da meno di quattro giorni; essa è usata quando una pagina è soggetta a gravi atti di vandalismo da parte di utenti anonimi e non ci sono altre soluzioni possibili (ad esempio il blocco di un IP). Se i vandalismi sono circoscritti a un paio di IP statici che si accaniscono su una pagina, la soluzione preferibile è il blocco degli stessi.

Gli amministratori possono agire di propria iniziativa, quando si accorgono personalmente del problema, oppure in seguito a una segnalazione da parte di un utente. Si raccomanda di mantenere attiva la protezione parziale solo per brevi periodi.

L'obiettivo del meccanismo di protezione parziale è quello di consentire le modifiche migliorative anche in presenza di un grave problema di vandalismo legato a una pagina. Ne deriva che in alcuni casi, anche se la procedura è tecnicamente possibile, non è lo strumento adatto:

  • Non deve essere usata per combattere i casi di edit war o le guerre di revert che coinvolgano utenti registrati e utenti anonimi.
  • Non è una misura preventiva per impedire eventuali vandalismi, legati ad esempio al fatto che alcune pagine si trovano sotto i riflettori a causa di eventi in corso oppure perché sono state puntate da siti molto frequentati. Ciò vale anche per le pagine in vetrina, che di norma non devono essere protette, salvo casi eccezionali. È usata solo per alcuni template molto usati, se non è necessaria la protezione completa.
  • Non è una misura generalizzata per impedire le modifiche da parte di anonimi e non rappresenta una soluzione ai casi di vandalismo spicciolo.
  • Non dovrebbe, di norma, riguardare le pagine di discussione, sia delle voci che degli utenti, se non in casi estremi.
Crystal Clear action lock4.png

La protezione dagli spostamenti impedisce lo spostamento delle pagine agli utenti che non possiedono la funzione di amministratore; essa è utilizzata in caso di:

  • precedenti ripetuti spostamenti di una voce da parte di vandali;
  • edit war sul titolo di una voce, anche in questo caso la voce viene bloccata al titolo che ha in quel momento.

Le pagine con protezione completa sono contemporaneamente protette dallo spostamento.

La protezione ricorsiva protegge "a cascata" tutte le pagine incluse (ad esempio i template e le immagini) in una data pagina ed è usata per:
  • la protezione della pagina principale e delle pagine in essa incluse;
  • la protezione di pagine fra loro strettamente concatenate, o con catene di inclusioni o di template, la cui modifica non mirata potrebbe comportare malfunzionamenti di sistema o sovraccarichi di operazioni server-side.

ATTENZIONE: data la potenza dello strumento, il ricorso alla protezione ricorsiva deve essere fatto solo in rari casi in cui è accertata l'utilità.

La protezione dalla creazione consente di impedire la creazione di pagine con un dato titolo ed è usata per impedire l'inserimento di:
  • voci già cancellate ripetutamente;
  • voci per le quali ci siano vertenze legali;
  • titoli blasfemi o comunque assimilabili a turpiloquio;
  • pagine bersaglio di spam automatizzato.

Procedimento[modifica | modifica wikitesto]

Per proteggere una pagina:

  1. andare sulla linguetta della funzione "Proteggi"
  2. selezionare il livello di protezione
  3. se si vuole solo proteggere dagli spostamenti, sbloccare l'opzione spuntando l'apposita casella "Sblocca ulteriori opzioni di protezione"
  4. motivare (scorrere il menù a tendina per visualizzare le motivazioni più comuni)
  5. salvare.

Per sproteggere o modificare la protezione di una pagina:

  1. andare sulla linguetta della funzione "Sblocca"
  2. selezionare il nuovo livello di protezione (se si intende sproteggere la pagina, selezionare "(predefinito)")
  3. motivare (scorrere il menù a tendina per visualizzare le motivazioni più comuni)
  4. salvare.

Nota bene

  • La protezione delle pagine deve essere utilizzata solo in alcune ben precise circostanze, dal momento che limita il normale utilizzo di Wikipedia. Wikipedia è un'enciclopedia aperta ai contributi di chiunque e la limitazione anche parziale di questo principio fondamentale deve fondarsi solo su concrete e gravi esigenze di sicurezza e tutela di sistema.
  • In generale, le pagine protette dovrebbero essere sprotette appena possibile e le pagine di discussione lasciate aperte.
  • La protezione delle pagine non deve essere utilizzata come misura "preventiva" per proteggere pagine che hanno una forte visibilità (ad esempio perché legate ad eventi di cronaca o perché recensite da un sito esterno). È preferibile non proteggerla in questo caso e piuttosto considerare di aggiungerla ai propri osservati speciali, effettuando il rollback degli eventuali vandalismi.
    Attenzione inoltre a valutare sempre caso per caso, al fine di evitare ogni meccanicità: sarebbe altrimenti facile per qualche malintenzionato riuscire ad escludere dall'edizione altri utenti (anche ip) semplicemente compiendo appositamente qualche tipo di vandalismo.
  • Gli amministratori non dovrebbero proteggere pagine che li vedono direttamente coinvolti per aver effettuato modifiche sostanziali alla pagina o aver precedentemente espresso opinioni in merito al contenuto della voce sulla pagina di discussione. Le abilitazioni degli amministratori non conferiscono privilegi per quanto riguarda i contenuti delle voci: l'amministratore che volesse proteggere una voce nella cui stesura è direttamente coinvolto è quindi caldamente pregato di chiedere l'intervento di un altro amministratore.

Assegnare funzioni agli utenti[modifica | modifica wikitesto]

Gli amministratori hanno accesso alla funzione di impostazione di alcuni diritti utente di minore entità, alleggerendo così il carico di lavoro dei burocrati.

Autoverificato[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzando l'interfaccia PermessiUtente, previa verifica della presumibile assenza di palesi vandalismi, gli amministratori possono attivare lo status di utente autoverificato ai wikipediani registrati che sono stati indicati sull'apposita pagina. Tali utenti hanno la possibilità di avere i propri contributi verificati in automatico, oltre alla possibilità di verificare le modifiche altrui (funzione quest'ultima già attiva per tutti gli utenti autoconvalidati).

Per assegnare la funzione, apporre la spunta sulla casella "Autoverificato" e salvare i cambiamenti con l'apposito pulsante in basso.

Tale status, una volta assegnato, può essere revocato solo dai burocrati: la casella di spunta della funzione si sposta infatti a sinistra, diventando grigia e non deselezionabile.

File mover[modifica | modifica wikitesto]

Sempre utilizzando l'interfaccia PermessiUtente è possibile attivare lo status di File mover ai wikipediani autoverificati o rollbacker che si sono autocandidati sull'apposita pagina, dopo aver verificato che abbiano richiesto almeno 5 spostamenti di file andati a buon fine. La funzione permette agli utenti abilitati di rinominare i file caricati su it.wikipedia.

Per assegnare la funzione, apporre la spunta sulla casella "File mover" e salvare i cambiamenti con l'apposito pulsante in basso.

Tale status, una volta assegnato, può essere revocato solo dai burocrati: la casella di spunta della funzione si sposta infatti a sinistra, diventando grigia e non deselezionabile.

Creatore di utenze[modifica | modifica wikitesto]

Nella pagina delle Richieste agli amministratori vengono effettuate anche richieste di abilitazione temporanea della funzione di creatori di utenze, da parte di utenti che partecipano a eventi GLAM e si troveranno quasi certamente a dover gestire la creazione di un notevole numero di utenze.

Per assegnare la funzione, una volta appurato che l'utente richiedente gestisce effettivamente tali eventi, spuntare la casella "Creatori di utenze" e salvare; per revocarla, una volta terminato l'evento, deselezionare la casella e salvare nuovamente.

Esente dal blocco IP[modifica | modifica wikitesto]

Un amministratore, previa discussione con altri amministratori, ha anche la facoltà di assegnare e revocare l'esenzione dal blocco IP, qualora si venissero a determinare le condizioni; l'esenzione può essere meno infrequente per i bot interwiki provenienti da altri progetti.

Per assegnare la funzione, spuntare la casella "Esente dal blocco IP" e salvare; per revocarla, deselezionare la casella e salvare nuovamente.

Non procedere MAI autonomamente o a propria discrezione per l'assegnazione di questa funzione!

Flood editor[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzando l'interfaccia PermessiUtente, un amministratore può assegnarsi e rimuovere il flag di flood editor. Con questo permesso, l'amministratore può effettuare modifiche ripetitive e non controverse senza inondare (da qui il nome flood editor) la pagina delle ultime modifiche.

Questo flag è simile a quello di bot, ma la sua assegnazione deve essere temporanea e, una volta conclusa la serie di modifiche ripetitive, l'admin deve rimuoversi il flag. Nel caso in cui l'amministratore sia impossibilitato a farlo, o si dimentichi di toglierlo, allora un altro sysop può rimuovere il flag di flood editor.

Nel caso in cui si vogliano compiere rollback massicci, non si deve usare questo flag, ma bisogna utilizzare la funzione rollback nascosti spiegata nel secondo punto della sezione Suggerimenti meno noti.

Suggerimenti meno noti[modifica | modifica wikitesto]

  • Al momento di cancellare una voce, è buona abitudine svuotare il log di contenuto. Per farlo in velocità è sufficiente attivare l'accessorio "Aggiunge un pulsantino con immagine accanto al campo di motivazione della cancellazione per cancellare il testo ivi contenuto" disponibile in preferenze/accessori nella sezione "Altro". Appare così una X rossa (Nuvola apps error.svg) a fianco alla casella, che basta premere per svuotare. Il log svuotato può essere lasciato in bianco, oppure può essere riempito per indicare il sito da cui è stato copiato del materiale, o altrimenti specificare un motivo diverso da quelli standard per cui si rende necessaria la cancellazione della voce e che sono disponibili nella casella superiore.
  • Quando occorre fare rollback massicci (>7-8) è opportuno nasconderli per non intasare le rc. Per farlo occorre abilitare la funzione "Rollback nascosti" nelle preferenze nella sezione "Accessori-Altro". Appare così un link nella pagina dei contributi dell'utente/IP da rollbackare, che permette di impostare i rollback nascosti per la sessione di rollback corrente.
  • Se si blocca un utente registrato per un tempo infinito, è opportuno bloccare l'invio di e-mail; al momento del blocco dunque selezionare la casella "Impedisci all'utente l'invio di e-mail". Per gli IP questa funzione non è necessaria, a meno che non si tratti di proxy. Se invece il blocco riguarda un nome utente inappropriato, a meno che non si tratti di nomi utente dall'evidente intento provocatorio, va lasciata all'utente la possibilità di effettuare una nuova registrazione con un nome valido; dunque non vanno bloccati né l'indirizzo IP, né la possibilità di creare un nuovo account, deselezionando tutte le caselle al momento del blocco. Ricordarsi poi di sostituire le pagine dell'utente registrato bloccato con {{subst:BloccoInfinito}} e di proteggerle.
  • Se si effettua uno spostamento da un titolo a un altro e non si desidera creare un redirect con lo spostamento, al momento dello spostamento ricordarsi di togliere la spunta dalla casella "Crea redirect con lo spostamento".
  • Quando si cancellano pagine in C9 e file doppi in C11, controllare tramite il comando "Puntano qui" che nessuna pagina del ns0 punti alla pagina da cancellare o richiami il file in questione; in caso contrario, procedere, dopo opportuna valutazione secondo buon senso, all'orfanizzazione e solo dopo procedere per la cancellazione.
  • Dopo aver protetto una pagina del ns0 o una votazione terminata (a eccezione delle cancellazioni ordinarie e semplificate), ricordarsi sempre di inserire il template {{protetta}} a inizio voce; è sufficiente inserire il template allo stato puro, senza alcuna impostazione di parametro, dato che riconosce in automatico il tipo di protezione e la data di scadenza. Il template deve sovrastare tutti gli altri eventuali template già presenti.
  • Nei casi in cui un utente o un anonimo minacci in una pagina di Wikipedia il suicidio o azioni che possano recare grave pericolo, è opportuno avvisare gli altri amministratori. Per massima prudenza, è importante prendere sempre sul serio queste minacce. Poiché nessun amministratore è tenuto ad avere alcuna formazione specifica per capire a fondo la natura di queste minacce o per prendersi la responsabilità di contattarne l'autore e gestire in proprio la situazione, è bene informare speditamente le autorità competenti. Alcuni amministratori hanno dimestichezza con le procedure richieste dalla locale sezione della Polizia Postale e possono allertare velocemente chi si occupa di verificare quanto scritto e prendere ogni necessario provvedimento al riguardo. Di norma la Polizia Postale richiede telefonicamente i primi dati ed una conferma degli stessi tramite posta certificata. Se è coinvolta un'utenza registrata, è necessario l'aiuto di un check user o di uno steward, essendo richiesto l'indirizzo IP, come previsto e permesso dalle linee guida sulla privacy (punti 1 e 6). In seguito, i dati sensibili saranno resi non visibili.
Screenshot dello script che orfanizza i redirect di Commons
  • Gli utenti che su Commons hanno i permessi da file mover o sono amministratori hanno a disposizione una funzione speciale che, quando un file viene rinominato su Commons, fa sì che tutti i link relativi a quel file, presenti nei vari progetti, vengano automaticamente corretti dall'utenza locale, collegata a colui che ha rinominato il file. In sostanza, su ogni progetto (it.wiki compresa) risulteranno dei contributi a nome dell'utente che ha spostato il file, consistenti nella correzione dei link che indirizzano verso il file di Commons in questione.
Non è nota alcuna documentazione dettagliata su questo tool. In generale, non va considerato come violazione delle linee guida sugli script automatici (come quelle elencate in Wikipedia:AWB#Policy d'uso), e all'utente non è possibile regolare il ritmo delle modifiche (quindi non può materialmente limitarsi a una modifica al minuto).


Riassunto delle funzioni[modifica | modifica wikitesto]

In questa tabella sono riassunte e commentate tutte le funzioni tecniche concesse (diritti) al gruppo amministratori, come visibile alla pagina Speciale:ElencoPermessiGruppi.

Tabella di riferimento generale
Funzione
Pagina speciale associata
Descrizione
abusefilter-revert Annulla tutti i cambiamenti di un determinato filtro anti abusi.
block Speciale:Blocca Blocca le modifiche da parte di altri utenti.
Il blocco è una funzionalità tecnica del software usata per proteggere Wikipedia da utenti che la danneggiano, il cui uso è delegato agli amministratori secondo le regole fissate dalla comunità (in base al consenso) e dalla Wikimedia Foundation.
Abusare del blocco può comportare la revoca della funzione di amministratore.
protect Imposta i livelli di protezione dei titoli e delle pagine.
  • le pagine a protezione completa non possono essere modificate se non da amministratori;
  • le pagine a protezione parziale (chiamata anche semiprotezione) possono essere modificate solo da utenti registrati da più di quattro giorni;
  • le pagine con protezione dagli spostamenti non possono essere spostate se non da amministratori;
  • le pagine con semiprotezione dagli spostamenti non possono essere spostate se non da utenti registrati da più di quattro giorni (n.b.: questa semiprotezione è attiva di default per tutte le voci);
  • nelle pagine con protezione ricorsiva non è permessa la modifica di tutti gli elementi inclusi in esse (sottopagine e/o template);
  • la protezione dalla creazione impedisce la creazione di voci con quel dato titolo.
    In caso di pagina protetta la scritta "Modifica" che si trova nella quarta linguetta in alto di ogni pagina modificabile diventa "Visualizza sorgente".

L'abuso dello strumento, ad esempio se coinvolti in edit war, può comportare la revoca della funzione di amministratore.

delete Cancella pagine.
La cancellazione delle pagine è soggetta alla linea guida Wikipedia:Regole per la cancellazione. Per un elenco delle pagine candidate alla cancellazione si veda Wikipedia:Pagine da cancellare, per l'elenco delle pagine cancellate, Speciale:Log/delete.
Tramite un'apposito menù a tendina è possibile selezionare i motivi di cancellazione più comuni.
L'abuso dello strumento può comportare la revoca della funzione di amministratore.
nuke Speciale:Nuke Consente di cancellare con una sola azione tutte le pagine selezionate create da un unico utente. Data la potenza dello strumento, è necessario agire con molta cautela.
L'abuso dello strumento può comportare la revoca della funzione di amministratore.
upload_by_url Consente di caricare un file da un indirizzo URL.
skipcaptcha Compie le azioni che attiverebbero il captcha senza dover passare per il captcha.
globalblock-whitelist Speciale:StatoLocaleBloccoGlobale Consente di disattivare localmente i blocchi globali.
Procedere solo se si è consci di ciò che si sta per fare.
centralnotice-admin Gestisce gli avvisi centralizzati. Modificare questi avvisi con cautela e cognizione di causa, in quanto diventeranno visibili a tutti i fruitori di Wikipedia, compresi i non registrati.
ipblock-exempt Ignora i blocchi degli IP, i blocchi automatici e i blocchi di range di IP.
Consente agli amministratori di poter editare su Wikipedia utilizzando un IP bloccato, a condizione che abbiano effettuato il log-in.
override-antispoof Ignora i controlli spoofing.
tboverride Consente agli amministratori di creare pagine con titoli bloccati scavalcando la blacklist dei titoli.
blockemail Speciale:Blocca Al momento del blocco appare una casella che può impedire a un utente di inviare email ad altri utenti registrati.
import Speciale:Importa La funzione consente di importare pagine provenienti da altri progetti della Wikimedia Foundation, mantenendone intatti i contributi e la cronologia originale nel rispetto della licenza CC-BY-SA. Quest'ultima, difatti, viene esportata sulla pagina del progetto di destinazione.
trackback Invia un trackback.
editusercss Consente di modificare i file CSS di altri utenti. Modificare solo dietro richiesta dell'utente interessato o per ragioni eccezionali e giustificabili, dato che le modifiche avranno impatto sulle impostazioni dell'utente cui il file è associato.
edituserjs Consente di modificare i file JS di altri utenti. Modificare solo dietro richiesta dell'utente interessato o per ragioni eccezionali e giustificabili, dato che le modifiche avranno impatto sulle impostazioni dell'utente cui il file è associato.
abusefilter-modify Speciale:FiltroAntiAbusi Modifica i filtri anti abusi. Per fare ciò è importante conoscere il linguaggio utilizzato dai filtri.
Non creare o modificare un filtro anti abusi se non si è assolutamente consci di quello che si sta facendo.
editinterface Consente la modifica delle pagine appartenenti al namespace mediawiki, in cui sono contenuti tutti i messaggi di sistema che appaiono agli utenti di Wikipedia quando si compie una qualsiasi azione attiva.
deleterevision Speciale:CancellaRevisione Nasconde revisioni specifiche delle pagine.
La funzionalità permette la cancellazione selettiva della cronologia e sostituisce il metodo precedente di ripristino selettivo della cronologia, che può ancora essere usato in altri casi. La cancellazione selettiva è comunque da considerarsi una forma particolare di cancellazione da utilizzarsi nei soli casi previsti in questa pagina.
La funzione permette di nascondere:
  • il testo di una modifica;
  • il nome dell'utente che ha compiuto una modifica;
  • l'oggetto di una modifica o di un log.

La rimozione può avvenire anche separatamente, ossia si può nascondere un dato e mantenere visibili gli altri.
La cancellazione selettiva deve riguardare solo i dati che rientrano nei casi previsti nella pagina Wikipedia:RevisionDelete: ad esempio, se ad essere problematico è il solo testo della modifica, va oscurato soltanto quello.

suppressredirect Speciale:Sposta Appare una casella che consente di non creare un redirect automatico quando si sposta una pagina.
noratelimit Non soggetto al limite di azioni. Ciò consente ad esempio la creazione di un numero illimitato di account.
undelete Speciale:Ripristina Consente di recuperare una pagina in precedenza cancellata, qualora se ne presentasse l'utilità.
L'abuso dello strumento può comportare la revoca della funzione di amministratore.
rollback Nelle ultime modifiche, nei contributi utente e nel confronto tra versioni (se la versione più recente è quella corrente) viene attivato un collegamento chiamato [rollback]; facendo clic sul collegamento si ottiene il ripristino all'ultima versione del penultimo utente che ha modificato la pagina, così da annullare con una sola operazione tutti gli edit dell'ultimo contributore.
L'oggetto della modifica viene impostato automaticamente con la dicitura Annullate le modifiche di [ultimo utente] (discussione), riportata alla revisione precedente di [penultimo utente]. Pertanto, nel caso sia opportuno o necessario spiegare nell'oggetto di modifica il motivo del rollback, non si deve utilizzare questa funzione (che non consente di poter editare il campo oggetto), optando per la funzione di rollback tradizionale tramite il link annulla.
Se sussiste anche il minimo dubbio sul fatto che una modifica non sia un vandalismo, per ripristinare la precedente versione si raccomanda di non fare uso di questa funzione. Si utilizzi invece annulla, inserendo una nota informativa sintetica sempre nella riga oggetto per spiegare l'annullamento.
L'abuso sistematico del rollback può essere motivo di revoca della funzione di amministratore.
unblockself Sblocca se stesso. Questa funzione può essere utilizzata qualora un amministratore, nell'attività di patrolling, blocchi il suo stesso account in via accidentale.
L'uso dello strumento nel caso in cui il blocco fosse stato comminato da una decisione comunitaria comporta la revoca immediata della funzione di amministratore.
proxyunbannable Consente ad un amministratore di poter editare utilizzando un proxy bloccato, a condizione di aver effettuato il log-in.
autopatrol Segna automaticamente le proprie modifiche come verificate. L'autoverifica delle modifiche aiuta a ridurre il numero delle modifiche potenzialmente vandaliche da verificare, incrementando pertanto la possibilità di rimuovere modifiche effettivamente dannose o improprie.
Le modifiche non ancora verificate sono indicate con un punto esclamativo rosso (!) nelle pagine delle Ultime modifiche e degli Osservati speciali.
markbotedits (url)?bot=1
(url_completo)&bot=1
Consente di nascondere dalle ultime modifiche i rollback dei contributi di un utente specifico.
I rollback nascosti possono essere impostati tramite un apposito accessorio ("Rollback nascosti") che aggiunge un link in cima a ogni pagina dei contributi utente per passare in questa modalità; la funzione è elencata in Speciale:Preferenze, Accessori, Altro.
Nota: tutte le modifiche annullate mediante i rollback nascosti risultano a loro volta marcate come nascoste, anche se ciò non risulta dai registri.
L'abuso dello strumento può comportare la revoca della funzione di amministratore.
reupload-shared Sovrascrive localmente file presenti nell'archivio condiviso.
movefile Speciale:Sposta Consente di spostare i file. La funzione non è attiva per gli utenti senza la funzione di amministratore, poiché lo spostamento dei file comporta l'aggiornamento delle pagine che puntano a quel determinato file.
move-subpages Attiva una casella che al momento dello spostamento, se spuntata, permette di spostare le sottopagine riferite alla pagina da spostare.
move-rootuserpages Sposta le pagine principali degli utenti. Lo spostamento delle pagine utente principali è disabilitata per gli utenti privi di questa funzione.
apihighlimits Usa limiti più alti per le interrogazioni API.
abusefilter-modify-restricted Modifica i filtri anti abusi con le azioni riservate.
move-subpages Speciale:Sposta Sposta le pagine insieme alle relative sottopagine.
deletedhistory Visualizza le revisioni della cronologia cancellate senza il testo associato.
browsearchive Speciale:Ripristina Visualizza pagine cancellate.
deletedtext Visualizza testo cancellato e modifiche fra revisioni cancellate.
unwatchedpages Speciale:PagineNonOsservate Visualizza una lista di pagine non osservate. Questa lista consente di poter conoscere le pagine non incluse negli osservati speciali di nessun utente, allo scopo di verificarle; la lista offre anche la possibilità di seguire le singole pagine tramite un apposito link. La funzione è limitata alle prime 5000 pagine.
abusefilter-log-detail Speciale:RegistroAbusi Visualizza voci dettagliate del registro del filtro anti abusi.
editprotected Modifica pagine protette con "Consentito solo agli amministratori".
Speciale:PermessiUtente Può concedere agli utenti lo status di:
  • Utenti autoverificati
  • File mover
  • Esenti dal blocco IP
  • Flood editor

Può revocare agli utenti lo status di:

  • Esenti dal blocco IP
  • Flood editor

Per l'assegnazione o la revoca delle funzioni, sottostare alle linee guida stabilite dalla comunità. Verificare che un utente abbia i requisiti per essere Autoverificato e discutere con altri amministratori sull'opportunità o meno di assegnare la funzione di Esente dal blocco IP.
L'assegnazione o la revoca abusiva delle funzioni aggiuntive può comportare la revoca della funzione di amministratore.

Speciale:ContributiCancellati

Queste pagine speciali possono essere visionate da tutti gli utenti con funzioni di amministratore.
Funzioni condivise con altri gruppi utente
move Speciale:Sposta Sposta le pagine.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
upload Speciale:Carica Carica file.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
reupload Speciale:Carica Sovrascrive un file già esistente nel progetto locale.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
transcode-reset Reimposta i video difettosi o transcodificati così che possano essere inclusi nuovamente in coda di lavoro.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
createaccount Speciale:Login Crea nuove utenze.
La funzione è disponibile anche per tutti gli altri utenti.
editsemiprotected Modifica pagine protette con "Consentito solo agli utenti autoconvalidati".
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
autoconfirmed Non soggetto al limite di azioni per IP.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
autopatrol Segna automaticamente le proprie modifiche come verificate.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoverificati.
patrol Segna le modifiche degli altri utenti come verificate.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
abusefilter-view Visualizza i filtri anti abusi.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.
abusefilter-log Speciale:RegistroAbusi Visualizza il registro del filtro anti abusi.
La funzione è disponibile anche per gli utenti autoconvalidati.

Strumenti e pagine utili[modifica | modifica wikitesto]

Strumenti

Cose da tenere a portata di mano

Link utili