Aeroporto di Berlino-Brandeburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Aeroporto di Berlino-Brandenburg)
Aeroporto di Berlino-Brandeburgo
BER Logo en.svg
BER Mar2012.jpg
foto aerea dell'aeroporto in costruzione
IATA: BER – ICAO: EDDB
Descrizione
Nome impianto (DE) Flughafen Berlin Brandenburg "Willy Brandt"
Tipo civile
Esercente Berliner Flughafen
Stato Germania Germania
Land Flag of Brandenburg.svg Brandeburgo
Altitudine AMSL 47 m
Coordinate 52°22′00″N 13°30′12″E / 52.366667°N 13.503333°E52.366667; 13.503333Coordinate: 52°22′00″N 13°30′12″E / 52.366667°N 13.503333°E52.366667; 13.503333
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Germania
EDDB
Sito web http://www.berlin-airport.de/bbi
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
07R/25L 4 000 m
Pista principale, di nuova realizzazione
07L/25R 3 600 m
Pista secondaria, già 07R/25L di Schönefeld
Statistiche
Passeggeri in transito in costruzione

[senza fonte]

L'Aeroporto di Berlino-Brandeburgo (tedesco: Flughafen Berlin Brandenburg "Willy Brandt") (IATA: BER, ICAO: EDDB), è un aeroporto attualmente in costruzione alla periferia meridionale di Berlino, nel territorio del comune di Schönefeld nel Brandeburgo, intitolato all'ex cancelliere Willy Brandt.

Inizialmente il nome doveva essere Berlin Brandenburg International, ma, essendo la sigla BBI già utilizzata dall'aeroporto indiano di Biju Patnaik, in seguito è stato ufficializzato il nome attuale con la sigla BER.

Esso sarà il nuovo e unico aeroporto di Berlino, nonché l'aeroporto più moderno in Europa[1].

L'entrata in attività era inizialmente prevista per il 2007, ma è stata posticipata di cinque anni a causa di considerevoli ritardi nei lavori. Nei primi mesi del 2012 era stata comunicata ufficialmente l'inaugurazione per il successivo 3 giugno, giorno in cui l'intero traffico aeroportuale avrebbe dovuto trasferirsi dal vecchio scalo di Tegel, ma l'8 maggio, poco meno di un mese prima, il governo del Land di Berlino ha annunciato un ulteriore rinvio, dal momento che l'infrastruttura non sarà pronta prima dell'autunno 2012[2].

Il 17 maggio 2012 viene comunicato che l'apertura dello scalo è prevista per il 17 marzo 2013. A inizio settembre è stato comunicato l'ennesimo rinvio dell'apertura, ora prevista non prima del 27 ottobre 2013. Le compagnie (soprattutto Lufthansa e Air Berlin) che avrebbero dovuto volare da BER da giugno 2012 (e che avevano lanciato nuove rotte per l'occasione e già venduto i relativi biglietti) hanno adito le vie legali per il rinvio comunicato solo all'ultimo, e per i disagi dovuti allo spostamento dei nuovi voli previsti da BER su Tegel saturo già da prima. Il 7 gennaio 2013 è stato comunicato un ulteriore rinvio e l'apertura era prevista per il 2014.

A gennaio 2014 è stato annunciato che l'aeroporto non aprirà nel 2014.[3][4]

Il progetto[modifica | modifica sorgente]

Il progetto prevede un notevole ampliamento dell'aeroporto di Berlino-Schönefeld, con l'abbandono della pista settentrionale e la costruzione di una nuova pista più a sud delle esistenti. Verrà realizzata una nuova aerostazione fra le due future piste.

L'ampliamento prevede anche la chiusura degli aeroporti di Tegel e Tempelhof, come da accordo preso nel 1996 tra il governo federale e i land di Berlino e Brandeburgo.

La concentrazione dell'intero traffico aereo in un unico scalo promette maggiori economie di gestione e una migliore efficienza del sistema aeroportuale.

Al termine di lavori, l'aeroporto sarà ribattezzato Flughafen Berlin-Brandenburg International "Willy Brandt" (BER).

Compagnie aeree e destinazioni future[modifica | modifica sorgente]

Alcune compagnie aeree dal 2011 hanno già messo in vendita o programmato i propri voli dall'aeroporto di Berlino-Brandeburgo.

  • Germania Air Berlin (Abu Dhabi, Alicante, Antalya, Bangkok, Barcellona, Bari, Basilea, Bornholm, Catania, Chania, Colonia/Bonn, Copenaghen, Corfù, Cracovia, Danzica, Dubai, Dusseldorf, Enfidha, Faro, Francoforte sul Meno, Fuerteventura, Goteborg, Gran Canaria, Graz, Helsinki, Heraklion, Hurghada, Ibiza, Karlsruhe-Baden, Kos, Lamezia Terme, Lanzarote, Las Palmas, Linz, Los Angeles, Madeira, Malaga, Miami, Milano-Malpensa, Minorca, Monaco di Baviera, Mosca-Domodedovo, Munster, Napoli, New York-JFK, Norimberga, Olbia, Oslo, Palma di Maiorca, Parigi-Orly, Reykjavik, Rodi, Roma-Fiumicino, Saarbrücken, Salisburgo, Salonicco, Samo, Santorini, San Pietroburgo, Sharm el-Sheikh, Stoccarda, Stoccolma-Arlanda, Sylt, Tel Aviv, Tenerife-Sud, Venezia, Verona, Vienna, Visby, Zurigo)
  • Germania Lufthansa (Barcellona, Bastia, Beirut, Bergen, Birmingham, Bologna, Bucarest-Henri Coanda, Catania, Dubrovnik, Ginevra, Helsinki, Istanbul-Ataturk, Izmir, Lyon, Malaga, Manchester, Milano-Malpensa, Mosca-Vnukovo, Nice, Palma de Mallorca, Reykjavik-Keflavik, Roma-Fiumicino, Split, Stoccolma-Arlanda, Sylt, Tel Aviv, Valencia, Vienna, Zara, Zagabria)
  • Regno Unito Jet2.com (Leeds/Bradford)
  • Regno Unito Easyjet (Agadir, Palma de Mallorca, Amsterdam, Atene, Barcellona, Basilea, Bristol, Bruxelles, Budapest, Cagliari, Copenaghen, Corfù, Creta, Dubrovnik, Spalato, Ginevra, Glasgow, Lione, Lisbona, Londra Gatwick, Londra Luton, Madrid, Liverpool, Malaga, Manchester, Milano Malpensa, Mykonos, Napoli, Nizza, Olbia, Parigi Orly, Pisa, Roma Fiumicino, Salonicco, Tenerife Sud, Venezia, Rodi)
  • Irlanda Ryanair

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.berlin-airport.de/DE/BBI/Investieren/images/AirportCity2008.pdf nota su pagina 2
  2. ^ (DE) Apertura dell'aeroporto rimandata. URL consultato l'8 maggio 2012.
  3. ^ (EN) More Delays Likely Before Opening Of Berlin Brandenburg Unveiled. URL consultato il 7 settembre 2013.
  4. ^ http://www.thelocal.de/20140108/berlin-airport-wont-open-this-year

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]