A 007, dalla Russia con amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film, vedi A 007, dalla Russia con amore (film).
A 007, dalla Russia con amore
Titolo originale From Russia With Love
Autore Ian Fleming
1ª ed. originale 1957
Genere romanzo
Sottogenere spy story
Lingua originale inglese
Ambientazione Istanbul, Jugoslavia, Venezia
Protagonisti James Bond
Coprotagonisti Tatiana Romanova
Antagonisti Rosa Klebb, Kronsteen
Altri personaggi Renè Mathis
Seguito da Licenza di uccidere

A 007, dalla Russia con amore (From Russia with Love, 1957) è un romanzo di Ian Fleming, della serie dedicata a James Bond.

John Fitzgerald Kennedy lo annoverò in un'intervista tra i romanzi da salvare in caso di catastrofe nucleare, assieme a Il rosso e il nero di Stendhal. Fu un'inaspettata pubblicità per il romanzo, che regalò a Ian Fleming un successo mondiale.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Per vendicare gli insuccessi degli ultimi anni G, il capo della SMERSH (l'apparato per gli omicidi del MGB, già implicato secondo Fleming nell'assassinio di Beria) affida al colonnello Rosa Klebb il compito di mettere in atto un piano, organizzato dal campione di scacchi Kronsteen, per uccidere e ridicolizzare il miglior agente del servizio segreto britannico. La donna ingaggia Donovan Grant e Tatiana Romanova, rispettivamente il miglior assassino della sezione e un'avvenente ragazza, ottima per il ruolo di esca.

Il piano ha inizio quando Darko Kerim, il capo della sezione T, riceve un biglietto da Tatiana che si rende disponibile a disertare e ad aiutare a rubare lo Spektor (macchina crittografica) alla sola condizione di conoscere James Bond, perché è affascinata dal suo incredibile dossier. Malgrado tutti siano convinti che sia una trappola, 007 parte per Istanbul. In attesa che la donna riprenda i contatti, Darko Kerim accompagna l'agente segreto tra i piaceri e le ambiguità della città turca.

Grazie alle vecchie vasche sotterranee, i due spiano Tatiana, segretaria all'ambasciata sovietica. Quindi cenano in un campo di zingari, dove assistono alla lotta tra due donne che si contendono lo stesso uomo. La serata termina con una cruenta sparatoria con una banda di assassini bulgari. Darko si vendica della spiacevole sorpresa e di un attentato al suo ufficio, assassinando il loro capo mentre esce dal suo rifugio "nella bocca di Anita Ekberg", così chiamato perché la botola di fuga è mimetizzata dalla bocca dell'attrice ritratta in un cartellone pubblicitario.

La sera successiva James Bond rientra nella sua camera d'albergo e vi trova Tatiana "vestita" solo di un collare nero. I due trascorrono una notte bollente, filmati di nascosto da due agenti SMERSH.

Con l'aiuto della ragazza, Bond ruba lo Spektor. I due fuggono insieme a Darko Kerim, prendendo l'Orient Express. Il turco viene ucciso. Sul treno incontrano Donovan Grant, che si presenta loro come guardia del corpo. 007 si insospettisce dell'uomo e, quando l'assassino cerca di eliminarlo, si salva uccidendolo. Giunti finalmente a Venezia, Bond e Tatiana credono di essere ormai in salvo; ma Bond incontra Rosa Klebb in albergo. Ne nasce una violenta colluttazione, durante la quale Rosa Klebb tenta di colpire 007 (che tiene incastrata al muro la Klebb con una sedia) con una lama avvelenata che fuoriesce dalle sue scarpe. Ma Tatiana Romanova spara a Rosa Klebb uccidendola.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • James Bond, agente segreto britannico
  • caporale Tatiana Romanova, Bond girl, agente sicurezza di Stato sovietica
  • G, capo della SMERSH
  • Krassno Granitski, alias Donovan Grant, primo esecutore della SMERSH
  • colonnello Rosa Klebb, capo dell'Otydel II, sezione esecuzioni della SMERSH
  • colonnello Kronsteen, campione di scacchi
  • Darko Kerim, capo della sezione T del Servizio Segreto Britannico
  • Vava, zingaro
  • Krilencu, capo della banda dei bulgari
  • Renè Mathis, agente del Deuxième Bureau

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica sorgente]

Adattamenti videoludici[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Eravo.com: A 007, dalla Russia con amore.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]