Würstel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Würstel
Wiener Wuerstchen fcm.jpg
Origini
Luoghi d'origineGermania Germania
Austria Austria
Italia Italia
RegioniBaviera
Alto Adige
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principalicarni tritate bovine e suine
 
Würstel con senape e patatine fritte

Il würstel ([ˈvʏɐ̯stəl]) è un termine utilizzato in italiano per riferirsi genericamente alle salsicce tipiche della Germania e dell'Austria.[1][2][3]

Il termine non esiste in tedesco, in cui sono presenti invece i sostantivi Würst ("salsiccia") e Würstchen ("salsicciotto"),[4] e in cui solitamente le salsicce si suddividono in Brühwurst‎ (salsicce parzialmente bollite), Kochwurst (salsicce con ingredienti precotti), Rohwurst‎ (salsicce crude) e Streichwurst‎ (salsicce spalmabili).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Salsiccia di Vienna.

Il würstel più diffuso in Italia corrisponde generalmente alla salsiccia di Vienna (Wiener o Wiener Würstchen) reperibile in Germania. Lo stesso prodotto in Svizzera è chiamato Wienerli e in Austria Frankfurter (Würstel), letteralmente "salsicciotto di Francoforte", sebbene in origine i due tipi (Wiener e Frankfurter) non fossero identici: il primo conteneva sia carne suina che bovina, era più corto e veniva servito appaiato a un altro, il secondo conteneva solo carne suina, era più lungo e veniva servito da solo. Alcune aziende del settore hanno cominciato a produrre anche in Italia würstel simili a quelli venduti in Germania, commercializzandoli come "würstel tipici".

Un barattolo di würstel prodotti a Francoforte

Consumo[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente i würstel sono venduti caldi lungo le strade e le vie dei centri storici in caratteristiche bancarelle o carrettini, assieme a un panino e salse a scelta (senape, ketchup, maionese, o salsa al curry). Gli statunitensi chiamano questo panino hot dog (letteralmente, "cane caldo"), sebbene chiamino i würstel wiener o frankfurter (entrambe le definizioni indicano lo stesso prodotto di carne suina) il termine hot dog per estensione può riferirsi anche alla singola salsiccia.

Nel consumo casalingo è comune cuocerli su una piastra o sulla griglia o bolliti e servirli accompagnati da patatine fritte o insalata.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

La carne è sottoposta a una minuta macinazione insieme a grasso di maiale, aromi, additivi e a un'alta percentuale di acqua (o ghiaccio), insaccata e quindi cotta in forni a vapore.

Come involucro è utilizzato budello naturale o artificiale, ai würstel "senza pelle", cioè privi di involucro, il budello viene tolto prima di essere confezionati in lattine metalliche insieme a un liquido di governo simile a gelatina, gli altri sono confezionati sottovuoto in un involucro costituito da una pellicola di plastica. Solitamente vengono venduti sia in formato grande sia in un formato più piccolo, composto da quattro pezzi. Alcune aziende producono anche mini-würstel della lunghezza di 3-4 centimetri, utilizzati ad esempio per preparare spiedini o come antipasto. Ne esistono anche ripieni di formaggio e di alcune salse come maionese e ketchup. Esistono anche würstel vegetali, preparati con verdure finemente tritate e bollite.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WÜRSTEL - Dizionario Italiano online Hoepli - Parola, significato e traduzione
  2. ^ Würstel: Definizione e significato di Würstel, su dizionari.corriere.it. URL consultato il 23 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2015).
  3. ^ Gabriele Principato, Le 5 cose da sapere sui würstel: cosa contengono e come sono fatti, in Corriere della Sera. URL consultato il 25 giugno 2018.
  4. ^ Ute Rothaar, Wurstel non è tedesco, su europeanschool.it. URL consultato il 25 ottobre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]