Dieresi (segno diacritico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il segno diacritico costituito da due punti posti sopra un grafema, solitamente vocalico, è conosciuto in italiano come dieresi o, talvolta, col termine tedesco umlaut. In altre lingue si usa anche il termine trema, derivato dal nome greco di questo segno. Esso assume significati diversi a seconda della lingua o del campo d'azione in cui è utilizzato.

Dieresi[modifica | modifica sorgente]

In origine il simbolo serviva per marcare in metrica il fenomeno della dieresi, propriamente "separazione", in particolare la pronuncia in due sillabe separate di due suoni vocalici che per la loro contiguità potrebbero dar luogo ad un dittongo. Per questo motivo, l'italiano usa prevalentemente il termine dieresi per questo suo uso convenzionale.

Un uso più frequente e regolare si ha in francese (dove il termine utilizzato è tréma), perché nell'ortografia francese spesso ciò che si scrive come un dittongo può essere pronunciato come una sola vocale o comunque in una sola sillaba, e nei casi in cui la pronuncia dei due elementi debba essere effettivamente separata, occorre segnalarlo. Si veda per esempio la differenza tra coincé ("incastrato"), pronunciato [kwɛ̃'se] e coïncide ("coincide"), pronunciato [kɔɛ̃'sid] (dunque <oi> scrive il dittongo ascendente [wɛ̃] mentre <oï> scrive le due vocali [ɔ + ɛ̃]).

Umlaut[modifica | modifica sorgente]

Il segno dei due punti si usa anche, in tedesco, per segnalare un altro fenomeno fonetico, vale a dire la metafonesi tipica di molte lingue germaniche (Umlaut) sulle vocali a (a /a - ɑ:/ → ä /ɛ:/), o (o /ɔ - o:/ → ö /œ - ø/) e u (u /ʊ - u:/ → ü /ʏ - y:/). Benché oggi i due simboli coincidano, in origine quello dell'Umlaut era diverso: consisteva in una piccola lettera e scritta sopra la vocale affetta da metafonesi. Col tempo, la piccola e si ridusse a due tratti e finì per assomigliare al simbolo della dieresi. Talvolta, nel caso non sia disponibile il carattere tipografico adeguato, la Umlaut può essere espressa con una e dopo la vocale (ae, oe, ue).

Inserimento in Linux[modifica | modifica sorgente]

Linux ha la caratteristica di poter attivare da tastiera la possibilità di generare caratteri con Umlaut (Ää Üü ecc) senza far uso delle tabelle semplicemente con la combinazione di tasti

Alt Gr Maiusc : + (vocale)

Per esempio, la "ä" (in minuscolo) si scrive

Alt Gr Maiusc : + A

Se serve la maiuscola va messa tramite lucchetto o col semplice tasto maiuscola.

Inserimento in OS X[modifica | modifica sorgente]

In OS X, la dieresi si attiva come tasto morto premendo i tasti

alt U + (vocale)

Per esempio, la "ä" (in minuscolo) si scrive

alt U + A

mentre la "Ä" (in maiuscolo), si ottiene premendo

alt U + ⇑ (Maiusc) A

È da tener presente che con il tasto Bloc Maiusc attivo, la combinazione alt U perde la caratteristica del tasto morto, per cui non sarà possibile scrivere le vocali maiuscole insieme alla dieresi con il tasto Bloc Maiusc attivo; quindi, per la notazione di vocali maiuscole, vale la combinazione per l'attivazione della dieresi e la normale combinazione per l'attivazione momentanea del maiuscolo.

Lo stesso discorso vale per gli accenti.