Vincenzo Sospiri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vincenzo Sospiri
Nazionalità Italia Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1, IndyCar Series, Champ Car, Formula Nippon, International Formula 3000, 24 Ore di Le Mans
Ruolo Pilota (F1, IndyCar, Champ Car, International Formula 3000, Formula Nippon, 24 Ore di Le Mans)
Collaudatore (F1)
Termine carriera 2001
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 9 marzo 1997
Stagioni 1997
Scuderie Regno Unito MasterCard Lola 1997
GP disputati 1 (0 partenze)
Carriera nella IndyCar Series
Esordio 25 maggio 1997
Stagioni 1997, 1999
Scuderie Stati Uniti Team Scandia 1997
Stati Uniti ISM Racing 1999
Miglior risultato finale 21º (1996-97)
GP disputati 7 (6 partenze)
Podi 1
Punti ottenuti 134
Giri veloci 1
Carriera nella Champ Car
Esordio 13 settembre 1998
Stagioni 1998
Scuderie Stati Uniti All American Racers 1998
Miglior risultato finale 29º
GP disputati 4
 

Vincenzo Sospiri (Forlì, 9 ottobre 1966) è un ex pilota automobilistico italiano.

Carriera da pilota[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver vinto numerosi titoli italiani, continentali e mondiali in go-kart, Sospiri avanza rapidamente nelle graduatorie di gradimento dei team manager grazie ai seguenti risultati di prestigio:

Formula 3000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991 debutta in Formula 3000 col team di Eddie Jordan, ottenendo come miglior risultato un secondo posto e terminando 8º in classifica di campionato.

Dopo aver partecipato nel 1992 al Campionato di Formula 3 italiano (nel quale è 5º alla fine, con vittoria nel GP Lotteria di Monza), ritorna nel 1993 in Tremila col team Mythos (Reynard-Judd): a fine campionato è 7º, con due podi e tre giri più veloci.

Nel 1994 passa alla Supernova (Reynard-Ford), con la quale arriva 4º in classifica con una pole position, cinque podi e tre giri più veloci. Nel 1995 vince il campionato di Formula 3000 con una Reynard-Ford della scuderia Supernova: totalizza 3 vittorie, 2 pole position e per 5 volte ha il record sul giro in gara.

Sospiri con la Lola T97/30 in Australia

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 è tester della Benetton Renault di Formula 1.

Nel 1997 debutta in Formula 1 con la Lola, ma la squadra compie solo le prove libere e le qualifiche del primo Gran Premio, in Australia, e poi si ritira dal campionato a causa dei distacchi abissali dagli altri concorrenti (superiori ai 10 secondi) che non consentivano la qualificazione. Sospiri, il compagno di squadra Rosset e la squadra si presentano in Brasile, all'arrivo delle vetture nel paddock la MasterCard ritirò il suo appoggio finanziario, cosa che portò la scuderia a ritirarsi dalla gara e successivamente dalla stagione.

Prototipi e IRL[modifica | modifica wikitesto]

Per il prosieguo della stagione, Sospiri corre nella IRL, nuovo campionato statunitense derivato dalla IndyCar e che si disputa solo su ovali. Il migliore risultato è un secondo posto a Loudon, mentre ottiene per due volte il giro più veloce in gara; a fine campionato è rookie dell'anno. Nello stesso anno partecipa alla 500 miglia di Indianapolis, partendo in prima fila.

Nel 1998 e nel 1999 è campione del campionato mondiale sport-prototipi (denominato International Sports Racing Series nel 1998 e Sports Racing World Cup nel 1999), in coppia con Emmanuel Collard, con una Ferrari 333 SP. Ha anche partecipato alla 24 Ore di Le Mans 1999 con la Toyota GT-One, ma la vettura ha abbandonato la corsa per incidente.

Si è ritirato dalle corse nel 2001, per dedicarsi alla carriera da manager.

Il team Euronova e la carriera manageriale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 fonda, assieme a David Sears (titolare della Supernova), il team Euronova, di cui è titolare. Esso partecipa ai campionati nazionali di Formula Renault 2000 e alla 3000 Euroseries, allo scopo di lanciare nuovi talenti italiani. Allo stesso scopo, nella stagione 2007, si appresta a debuttare nella nuovissima Formula Masters (campionato parallelo al WTCC). Il team ha poi partecipato con successo ai campionati di Formula Abarth portando alla vittoria un proprio pilota nel campionato europeo del 2011 e vincendo tutti i titoli italiani ed europei del 2012.

[1] Ha gestito la carriera di Luca Filippi, che ha inserito per il 2007 nel team Supernova, con cui lui stesso vinse la Formula 3000, per disputare la GP2.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

1997 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of Luxembourg.svg Flag of Japan.svg Flag of Europe.svg Punti Pos.
MasterCard Lola Lola T97/30 NQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

International Formula 3000[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole) (Le gare in corsivo indicano il giro veloce)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Punti Pos.
1990 Eddie Jordan Racing DON SIL PAU JER
8
MNZ PER HOC BRH BIR BUG NOG
NQ
0 NC
1991 Eddie Jordan Racing VAL
Rit
PAU
NQ
JER
15
MUG
4
PER
Rit
HOC
2
BRH
16
SPA
10
BUG
Rit
NOG
13
9
1993 Mythos Racing DON
Rit
SIL
Rit
PAU
6
PER
2
HOC
3
NÜR
6
SPA
5
MAG
5
NOG
Rit
16
1994 Super Nova Racing SIL
4
PAU
2
CAT
3
PER
Rit
HOC
4
SPA
Rit
EST
2
MAG
5
24
1995 Super Nova Racing SIL
2
CAT
1
PAU
1
PER
2
HOC
Rit
SPA
1
EST
7
MAG
4
42

Formula Nippon[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Punti Pos.
1997 Mirai SUZ MIN FUJ SUZ SUG FUJ MIN MOT FUJ
Rit
SUZ
15
0 34º

Corse americane a ruote scoperte[modifica | modifica wikitesto]

IndyCar Series[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Punti Posizione
1996-97 Team Scandia Dallara IR7 Oldsmobile NWH LSV WDW PHX INDY
17
TXS
9
PPIR
6
CLT
20
NH2
2
LV2
22
134 21º
1999 ISM Racing G-Force GF01C Oldsmobile Aurora V8 WDW PHX CLT INDY
NQ
TEX PIK ATL DOV PIK LSV TEX 0 -

500 Miglia di Indianapolis[modifica | modifica wikitesto]

Anno N° auto Partito Media qualifica Finito Giri Giri in testa Causa ritiro
1997 8 216.822 17º 163 0 /
1999 36 NQ - NQ - - /
Totale 163 0

CART[modifica | modifica wikitesto]

Anno Team Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Punti Pos.
1998 All American Racers Eagle 987 Toyota RV8C MIA MOT LBH NAZ RIO GAT MIL DET POR CLE TOR MCH MDO ROA VAN LS
22
HOU
15
SRF
15
FON
23
0 29º

24 Ore di Le Mans[modifica | modifica wikitesto]

Anno Classe Gomme Vettura Squadra Co-piloti Giri Pos.
Assol.
Pos. di
Classe
1998 LMP1 5 M Ferrari 333 SP
Ferrari F310E 4.0L V12
Francia Jabouille-Boursche Francia Jean-Christophe Boullion
Francia Jérôme Policand
187 Rit Rit
1999 LMGTP 1 M Toyota GT-One
Toyota R36V 3.6L Turbo V8
Giappone Toyota Motorsport Regno Unito Martin Brundle
Francia Emmanuel Collard
90 Rit Rit

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Juri Weisz, A tu per tu con Federico Rossi in vista del gran finale di campionato di Salzburgring, su stopandgo.tv, 21 settembre 2007. URL consultato il 30 aprile 2020.
    «Il futuro, come il passato e come il presente viene deciso insieme a mio zio: Vincenzo Sospiri. Sono un suo "osservato speciale" [...]»

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]