Lola T97/30

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lola T97/30
F1Lola1997.jpg
Vincenzo Sospiri alla guida della T97/30
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Lola Racing Cars
Categoria Formula 1
Squadra MasterCard Lola Ford
Progettata da Eric Broadley
Descrizione tecnica
Meccanica
Motore Ford Cosworth ED4 3.0 V8
Dimensioni e pesi
Peso 520 kg
Altro
Carburante Pennzoil
Pneumatici Bridgestone
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 1997
Piloti 24. Vincenzo Sospiri
25. Ricardo Rosset
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
1 (solo prove libere e qualifiche) 0 0 0
Campionati costruttori 0
Campionati piloti 0
Note Non qualificata per la gara

La Lola T97/30 è una monoposto da competizione costruita dalla Lola Racing Cars per prendere parte al campionato Mondiale di Formula 1 1997 sotto le insegne del team MasterCard Lola.

Vettura ambiziosa, in quanto sviluppata da un soggetto presente da decenni nel mondo della Formula 1, che per il debutto in prima persona aveva racimolato sponsorizzazioni rilevanti, alla prova della pista si rivelò talmente poco performante da essere ritirata dopo un solo gran premio.

In ragione di ciò, essa è generalmente considerata una delle peggiori automobili mai iscrittesi al mondiale della massima categoria motoristica.

La vettura[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lola Racing Cars e MasterCard Lola.

Nel 1995 Eric Broadley, fondatore e patròn della casa motoristica Lola, dopo oltre tre decenni trascorsi nell'ambito della Formula 1 come fornitore di componenti per conto terzi, decise di impegnarsi direttamente nel circus allestendo una propria squadra e costruendo una propria macchina.

Dopo aver costruito il prototipo denominato T95/30 e averlo testato con Allan McNish al volante, la carenza di fondi non permise alla squadra britannica di arrivare al debutto agonistico.

Lo stallo durò fino al 1996, allorché l'intervento economico di MasterCard garantì alla Lola la liquidità necessaria per avviare definitivamente il "progetto Formula 1". Broadley programmò di arrivare all'esordio agonistico nel 1998; tuttavia tre mesi prima dell'inizio del mondiale 1997 egli dovette cedere alle pressioni degli sponsor, che gli chiedevano di debuttare immediatamente.

La vettura (battezzata T97/30) venne quindi sviluppata in tempi ristrettissimi, senza il tempo di sostenere collaudi in pista o in galleria del vento. In tempi brevi vennero inoltre decise le partnership tecniche (motori Ford mutuati da quelli montati dalla Sauber l'anno precedente, gomme Bridgestone e carburante Pennzoil) e i piloti da schierare (l'italiano Vincenzo Sospiri ed il brasiliano Ricardo Rosset.)

Gran Premio d'Australia 1997[modifica | modifica wikitesto]

L'avventura della Lola in Formula 1 fu brevissima e bastò a dimostrare quanto l'insieme del progetto fosse concettualmente errato: l'aerodinamica era inefficiente, il motore Ford era vetusto e poco potente, le gomme Bridgestone egualmente poco performanti (in quanto esordienti in Formula 1). A ciò si sommò l'inesperienza dei due piloti, contribuendo a un risultato scadente.

Già nelle prove libere risultò praticamente impossibile distinguere i giri di lancio da quelli cronometrati, tanta era la differenza tra le velocità delle vetture britanniche e quelle degli altri team (finanche quelli meno dotati e performanti). Rosset inoltre dovette interrompere anticipatamente la prima sessione di prove a seguito di un testacoda che lo portò a urtare un muretto e danneggiare l'alettone anteriore.

In ambedue le sessioni le T97/30 pagarono oltre 10 secondi di distacco dal miglior tempo cronometrato.

Nelle qualifiche del sabato i tempi vennero abbassati, ma la migliore delle Lola non riuscì a scendere sotto i 12 di distacco dalla pole position di Jacques Villeneuve. Per la precisione, Sospiri terminò la sessione con 11"603 secondi di ritardo e Rosset con 12"717.

Tanto divario, essendo superiore al 107% del miglior tempo, costò alle due vetture britanniche l'esclusione dalla gara ai sensi del regolamento.

Tale risultato deludente spinse la MasterCard a ritirare immediatamente le proprie sovvenzioni. Tale decisione, giunta mentre la squadra si stava trasferendo in Brasile per la seconda gara della stagione (le vetture erano già state recapitate a Interlagos), sancì la repentina fine dell'esperienza della Lola come costruttore di Formula 1.

Risultati F1[modifica | modifica wikitesto]

Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of Luxembourg.svg Flag of Japan.svg Flag of Europe.svg Punti Pos.
1997 T97/30 Ford Cosworth ED4 3.0 V8 B Sospiri NQ NPR 0
Rosset NQ NPR

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]