Ricardo Rosset

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricardo Rosset
Ricardo Rosset at 1997 Australian Grand Prix.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1996-1998
Scuderie Footwork, MasterCard Lola, Tyrrell
GP disputati 33 (26 partenze)
 

Ricardo Rosset (San Paolo, 27 luglio 1968) è un ex pilota di Formula 1 brasiliano.

Non ha mai conquistato punti iridati.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Formule minori[modifica | modifica wikitesto]

Rosset comincia a correre piuttosto tardi con i kart, debuttando nel 1989 nel campionato brasiliano. Nel 1991 passa alle corse in monoposto, prendendo parte al campionato brasiliano di Formula Ford 1600; chiude la stagione al quinto posto, conquistando in tutto tre vittorie. Trasferitosi in Europa, nel 1992 si iscrive al Formula Opel Euroseries, senza però ottenere risultati di rilievo; nella stagione successiva passa al campionato inglese di Formula 3, chiudendo la stagione al sesto posto. Rimasto nello stesso campionato anche nel 1994, conquista una vittoria, migliorando di una posizione il piazzamento finale del 1993.

Nel 1995 Rosset si accorda con il team Super Nova per gareggiare nel Campionato internazionale di F3000, al fianco dell'italiano Sospiri. La stagione inizia benissimo per il pilota brasiliano, che conquista pole position e vittoria nella gara inaugurale sul circuito di Silverstone; Rosset vince poi un'altra gara, chiudendo il campionato in seconda posizione, alle spalle del compagno di squadra.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Ricardo Rosset durante le prove del Gran Premio d'Australia 1997, con la deludente Lola T97/30

Grazie ai buoni risultati ottenuti nella stagione precedente, ma soprattutto al supporto da parte di munifici sponsor, Rosset attira l'attenzione del proprietario della Footwork, Jackie Oliver, che lo ingaggia per la stagione 1996. Tuttavia il team si trova in una situazione finanziaria piuttosto difficile e il pilota brasiliano ha poche possibilità di effettuare dei test; dopo poche gare, inoltre, la scuderia viene acquistata dal team manager scozzese Tom Walkinshaw che, preferendo concentrarsi sulla stagione successiva, blocca in pratica lo sviluppo della vettura. Né Rosset né il compagno di squadra Verstappen riescono ad ottenere risultati di rilievo e da metà stagione in poi le due Footwork sono stabilmente relegate in fondo al gruppo.

Non confermato dalla rinata Arrows per il 1997, Rosset viene ingaggiato dall'esordiente scuderia MasterCard Lola insieme all'italiano Vincenzo Sospiri, già suo compagno di squadra ai tempi della F3000. Tuttavia la vettura, la Lola T97/30, sviluppata in fretta[1] e con pochissimi test, si rivela estremamente lenta, tanto che né Rosset né Sospiri riescono a qualificarsi per la prima gara della stagione, in Australia; entrambi i piloti accusano distacchi di oltre dieci secondi dal poleman Villeneuve. Dati i risultati disastrosi di questa prima apparizione la MasterCard ritirò l'appoggio finanziario al team, che fallì prima della seconda gara, in programma in Brasile. Rosset si trovò quindi senza un volante per il resto della stagione.

Nel 1998 Rosset viene ingaggiato dalla Tyrrell, già sotto il controllo della BAR e alla sua ultima stagione con questo nome; il brasiliano vince la concorrenza del più veloce Verstappen grazie ai suoi sponsor, ma il suo ingaggio viene duramente contestato dall'ex proprietario del team Ken Tyrrell, che abbandona la scuderia in segno di protesta. Le prestazioni di Rosset sono disastrose per tutta la stagione; il brasiliano viene regolarmente battuto dal compagno di squadra, l'esordiente Takagi, e manca più volte la qualificazione. Chiude la stagione senza punti, con un ottavo posto in Canada come miglior risultato.

Dopo la Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Non avendo trovato un volante per la stagione 1999, Rosset si ritirò dalle competizioni, dedicandosi all'azienda di famiglia in Brasile. Nel 2008 ha ripreso a correre, disputando una stagione nel campionato GT3 brasiliano e ottenendo il secondo posto in classifica generale, con quattro vittorie. Nel 2010 e nel 2013 ha vinto il Porsche GT3 Cup Brasil. Ha partecipato anche a diversi Demolition derby.

Risultati completi in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

1996 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
Footwork FA17 9 Rit Rit 11 Rit Rit Rit Rit 11 Rit 11 8 9 Rit 14 13 0
1997 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of Luxembourg.svg Flag of Japan.svg Flag of Europe.svg Punti Pos.
MasterCard Lola T97/30 NQ NPR 0
1998 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Luxembourg.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
Tyrrell 026 Rit Rit 14 Rit NQ NQ 8 Rit Rit 12 NQ NQ NP 12 Rit NQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ F1 Rejects, f1rejects.com. URL consultato l'11 settembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]