MasterCard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Mastercard Incorporated
Logo
Logo
StatoBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriNYSE: MA
ISINUS57636Q1040
Fondazione1966
Fondata daUnited California Bank, Wells Fargo, Crocker National Bank, Bank of California
Sede principaleNew York
Persone chiaveMichael Miebach, CEO
SettoreServizi finanziari
ProdottiCarte di pagamento, sistemi di pagamento
Fatturato12,497 miliardi di $ (2017)
Utile netto3,915 miliardi di $ (2017)
Dipendenti5.600 (2010)
Slogan«Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c'è MasterCard»
Sito webwww.mastercard.com/

Mastercard Incorporated è un'azienda tecnologica americana leader insieme a Visa nei servizi di pagamento a livello globale.

Mastercard è la seconda emittente a livello globale di carte di credito e di debito e per numero di transazioni effettuate con le carte che riportano si appoggiano al circuito proprietario.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu creata originariamente dalla United California Bank (più tardi First Interstate Bank che si è poi fusa in Wells Fargo Bank), Wells Fargo, Crocker National Bank (fusasi anche lei con Wells Fargo) e Bank of California (fusasi in Union Bank of California) come un concorrente della BankAmericard emessa da Bank of America. BankAmericard è ora la carta di credito Visa, emessa da Visa, Inc. Fanno capo a MasterCard anche il marchio di carte di debito Maestro e il circuito interbancario Cirrus.

Prima di diventare una società per azioni quotata in borsa, l'azienda era posseduta da un consorzio di 25.000 istituti finanziari.[2]

Tasso di crescita[modifica | modifica wikitesto]

MasterCard dal 2009 al 2022 è cresciuta notevolmente. Per fare un esempio, colui che nel 2009 avesse investito 10.000 dollari sulle sue azioni, nel luglio 2022 avrebbe avuto un valore corrispettivo di 255.000 dollari.[3]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia è uno dei principali circuiti di pagamento insieme a Bancomat e Visa. Gestita da molti emittenti, è ampiamente accettata.

Identità visiva[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) smadministrator, Battle of the Payment Processors: Visa vs MasterCard | Suits Me Blog, su Suits Me, 24 giugno 2021. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  2. ^ Mastercard Brand History | Logo Evolution, su brand.mastercard.com. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  3. ^ (EN) Courtney Carlsen, If You Invested $10,000 in Mastercard in 2009, This Is How Much You Would Have Today, su The Motley Fool, 1º agosto 2022. URL consultato il 5 dicembre 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN156094705 · ISNI (EN0000 0004 0402 5440 · LCCN (ENn94105244 · GND (DE2163660-6 · WorldCat Identities (ENlccn-n94105244
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende