The O.C. (wrestling)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The O.C.
The Club.jpg
Karl Anderson, AJ Styles e Luke Gallows
NomiThe Club[1]
The O.C.
MembriAJ Styles[2]
Karl Anderson[3]
Luke Gallows[4]
AltezzaAJ Styles (180 cm)
Karl Anderson (184 cm)
Luke Gallows (203 cm)
Peso combinato345 kg
Debutto2 maggio 2016[5]
1º luglio 2019
Anni attivi2016[1]
2019–presente
FederazioniWWE[1]
Progetto Wrestling

The O.C. (abbreviazione di The Original Club), originariamente noto semplicemente come The Club, è una stable heel di wrestling attiva nella WWE nel 2016 e dal 2019, formata da AJ Styles, Karl Anderson e Luke Gallows.[6] Il trio combatte attualmente nel roster di Raw.

Il gruppo trae ispirazione dal Bullet Club, stable appartenente alla federazione di puroresu giapponese della New Japan Pro-Wrestling (NJPW), di cui Styles, Anderson e Gallows hanno già fatto parte in passato.[7]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 gennaio 2016 la World Wrestling Entertainment (WWE) ha annunciato che Allen Jones (AJ Styles), Chad Allegra (Karl Anderson) e Andrew Hankinson (Luke Gallows) erano in procinto di lasciare la New Japan Pro Wrestling (NJPW) per passare alla WWE;[8][9] Hankinson aveva già lottato nella federazione di Stamford tra il 2006 e il 2009, interpretando le gimmick di Festus e Luke Gallows (quest'ultimo come membro della Straight Edge Society di CM Punk). Mentre AJ Styles aveva già lottato in WWE nel 2000 quando perse contro The Hurricane nello show WWF Jakked [10][11]

AJ Styles ha fatto il suo debutto ufficiale in WWE il 24 gennaio 2016, al pay-per-view Royal Rumble, durante il Royal Rumble match valido per l'assegnazione del WWE World Heavyweight Championship di Roman Reigns; Styles è entrato nella rissa reale come terzo partecipante ed è stato eliminato dal canadese Kevin Owens dopo 27 minuti e 48 secondi di permanenza sul ring.[12][13] Nei due mesi successivi ha intrapreso un feud con Chris Jericho, che ha sconfitto a Fastlane ma dal quale è stato battuto a WrestleMania 32.

Nella puntata di Raw dell'11 aprile 2016 Karl Anderson e Luke Gallows hanno fatto il loro debutto come tag-team, attaccando i gemelli Uso (Jey Uso e Jimmy Uso) al termine di un match contro i Social Outcasts.[14]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile del 2016 la WWE ha iniziato a piantare i semi per una possibile alleanza tra i tre ex-membri del Bullet Club, quando Luke Gallows e Karl Anderson (entrambi heel) hanno attaccato sul ring il rivale di AJ Styles (babyface), il WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns, sebbene Styles non sembrasse apprezzare il loro aiuto.[5] Gallows e Anderson hanno lottato insieme nella puntata di Raw del 25 aprile, sconfiggendo gli Usos.[15] I due hanno continuato a dare segni di aver riformato un'alleanza con Styles, che hanno aiutato nel fronteggiare Reigns e gli Usos, incluso a Payback, dove però Styles non è riuscito a conquistare il WWE World Heavyweight Championship.[16] Tutto ciò ha portato a una faida tra il trio di Styles, Gallows e Anderson e quello di Reigns e gli Usos: dopo che il trio di Styles ha sconfitto quello di Reigns nella puntata di Raw del 2 maggio Gallows e Anderson volevano che Styles colpisse Reigns con una sedia, ma questi ha rifiutato, portando gli stessi Usos ad attaccarlo con la sedia, prima che Styles riuscisse ad avere la meglio, venendo però furiosamente attaccato da Reigns dopo aver visto Styles colpire gli Usos con la sedia.[17] Styles, Gallows e Anderson hanno subìto la loro prima sconfitta come trio in WWE durante la puntata di SmackDown del 5 maggio in cui Reigns ha ottenuto lo schienamento vincente ai danni di Anderson.[18] Nella puntata di Raw del 9 maggio Styles, Gallows e Anderson sono stati nominati con il nome di "The Club" e hanno nuovamente affrontato Reigns e gli Usos, questa volta in un six-man elimination tag team match che li ha visti perdere per squalifica.[17] Gallows e Anderson hanno affrontato gli Usos nella puntata di SmackDown del 12 maggio e hanno perso il match per squalifica, ma hanno avuto la meglio in una rissa al termine del match senza che Styles o Reigns intervenissero.[19] Nella puntata di Raw del 16 maggio Gallows e Anderson hanno subìto la loro prima sconfitta per schienamento come tag team quando gli Usos li hanno sconfitti,[20] ottenendo tuttavia la loro rivincita a Extreme Rules, dove Gallows e Anderson hanno sconfitto gli Usos in un tornado tag team match, mentre Styles ha perso l'Extreme Rules match contro Reigns.[21] La sera seguente a Raw Styles ha detto a Gallows e Anderson che dovrebbero andare ognuno per conto proprio e rimanere amici, ma Gallows e Anderson hanno rifiutato e apparentemente concluso la loro alleanza con Styles.[22]

Nella puntata di Raw del 30 maggio AJ Styles ha avuto un confronto verbale con il rientrante John Cena, ma i due sono stati interrotti da Luke Gallows e Karl Anderson: Styles, che sembrava essere dalla parte di Cena, lo ha invece attaccato alle spalle furiosamente, diventando ufficialmente heel e riformando il Club.[23] Ciò ha portato a un match tra Styles e Cena a Money in the Bank, mentre Gallows e Anderson hanno mostrato il loro interesse per il WWE Tag Team Championship,[24] che però non sono riusciti a conquistare contro gli allori campioni del New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods), i Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch) e di Enzo e Big Cass in un Fatal 4-way tag team match, mentre Styles è riuscito a sconfiggere Cena in un match singolo grazie all'aiuto di Gallows e Anderson.[25] Il Club avrebbe continuato ad attaccare Cena nelle settimane seguenti fino alla puntata di Raw del 4 luglio, quando Enzo Amore e Big Cass sono intervenuti per aiutare Cena, portando i sei ad affrontarsi a Battleground,[26] dove il Club è stato sconfitto quando Cena ha schienato Styles in quella che è stata la loro ultima sera come trio:[27] Durante la draft-lottery Styles è stato scelto da SmackDown, mentre Gallows e Anderson sono passati a Raw.[28]

Ritorno (2019–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 1º luglio 2019 AJ Styles ha affrontato Ricochet per lo United States Championship ma è stato sconfitto; al termine dell'incontro, tuttavia, Styles ha effettuato un turn-heel attaccando brutalmente Ricochet assieme a Luke Gallows e Karl Anderson, con i quali poi ha riformato ufficialmente il Club.[29] Il 14 luglio, a Extreme Rules, Styles ha sconfitto Ricochet conquistando lo United States Championship per la terza volta.[30] Nella puntata di Raw del 15 luglio il Club ha sconfitto i Lucha House Party (Gran Metalik, Kalisto e Lince Dorado). Nella puntata speciale Raw Reunion del 22 luglio il trio è stato rinominato The O.C. (acronimo di The Original Club) e, quella sera, ha avuto un confronto con la D-Generation X. Nella puntata di Raw del 29 luglio Gallows e Anderson hanno riconquistato il Raw Tag Team Championship per la seconda volta sconfiggendo i Revival (Dash Wilder e Scott Dawson) in un Triple Threat match che comprendeva anche gli Usos (Jey Uso e Jimmy Uso). Nella puntata di Raw del 5 agosto l'O.C. ha sconfitto Ricochet e Big E e Xavier Woods del New Day (questi ultimi due appartenenti al roster di SmackDown). Nella puntata di Raw del 19 agosto Gallows e Anderson hanno perso i titoli contro Braun Strowman e Seth Rollins dopo 21 giorni di regno. Il 31 ottobre, a Crown Jewel, Gallows e Anderson hanno vinto un Tag Team Turmoil match eliminando per ultimi i Raw Tag Team Champions The Viking Raiders (Erik e Ivar), vincendo la WWE World Cup. Nella puntata di Raw del 25 novembre Styles ha perso lo United States Championship contro Rey Mysterio dopo 134 giorni di regno.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

La gestione del Club da parte della WWE è stata criticata da molti fan e addetti ai lavori. Nel maggio del 2016 Dave Meltzer del Wrestling Observer Newsletter ha accusato la WWE di aver copiato malamente l'idea del Bullet Club dalla New Japan Pro-Wrestling (NJPW); Meltzer ha inoltre affermato che la situazione era analoga a quella che si sarebbe verificata se negli anni novanta la WWE avesse preso Arn Anderson, James J. Dillon e Tully Blanchard dei Four Horseman e avesse creato la propria versione della stable senza Ric Flair.[31]

Jake Barnett del sito Pro Wrestling Dot Net ha invece criticato la WWE per come ha gestito la rivalità tra il Club e Roman Reigns;[32] Barnett ha affermato che Luke Gallows e Karl Anderson erano stati utilizzati solo per mandare over Reigns, ma quest'ultimo non avrebbe guadagnato nulla dal battere un tag-team che non era mai stato costruito come una seria minaccia per lui.[33]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Gallows e Anderson mentre eseguono la Magic Killer
Styles mentre si appresta ad eseguire la Styles Clash

Mosse finali in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • AJ Styles
  • Luke Gallows e Karl Anderson
    • "Omen in the Sky" dei CFO$[46]
  • Come gruppo
    • "We're Coming for You" dei CFO$

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Club, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 luglio 2016.
  2. ^ (EN) AJ Styles, su wwe.com, WWE. URL consultato il 30 luglio 2016.
  3. ^ (EN) Karl Anderson, su wwe.com, WWE. URL consultato il 30 luglio 2016.
  4. ^ (EN) Luke Gallows, su wwe.com, WWE. URL consultato il 30 luglio 2016.
  5. ^ a b (EN) Jason Powell, 05/02 Powell's WWE Raw Live TV Review, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 2 maggio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  6. ^ (EN) James Caldwell, 4/18 Raw News & Notes – Bullet Club Week 2 teaser & Reigns addresses "club" status, Wyatts M.I.A., Ambrose-Jericho, tourney, Bret Hart, Natalya, Miz TV, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 18 aprile 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  7. ^ (EN) Bullet Club, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 luglio 2016.
  8. ^ (EN) John Clapp, Are AJ Styles, Shinsuke Nakamura, Karl Anderson and Doc Gallows coming to WWE?, su wwe.com, WWE, 5 gennaio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  9. ^ Bryan Rose, NJPW stars Nakamura, AJ Styles, Luke Gallows and Karl Anderson headed to WWE, su Wrestling Observer Newsletter, 4 gennaio 2016. URL consultato il 4 gennaio 2016.
  10. ^ CM Punk On The WWE Release Of Luke Gallows, su Wrestleview, 20 novembre 2010. URL consultato il 21 maggio 2016.
  11. ^ Former WWE wrestler Luke Gallows recalls being in Straight Edge Society with C.M. Punk, portraying the impostor Kane, and working as Festus, su Pro Wrestling Dot Net, 21 marzo 2011. URL consultato il 21 maggio 2016.
  12. ^ WWE Network: AJ Styles makes his WWE debut in the Royal Rumble Match: Royal Rumble 2016, su youtube.com, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  13. ^ James Caldwell, 1/24 WWE Royal Rumble PPV Results – CALDWELL's Complete Live PPV Report, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  14. ^ James Caldwell, 4/18 Raw News & Notes – Bullet Club Week 2 teaser & Reigns addresses "club" status, Wyatts M.I.A., Ambrose-Jericho, tourney, Bret Hart, Natalya, Miz TV, su Pro Wrestling Torch, 18 aprile 2016. URL consultato il 19 aprile 2016.
  15. ^ James Caldwell, 4/25 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su Pro Wrestling Torch, 25 aprile 2016. URL consultato il 25 aprile 2016.
  16. ^ James Caldwell, 5/1 WWE Payback Results – Caldwell's Complete Live Report, su Pro Wrestling Torch, 1º maggio 2016. URL consultato il 6 maggio 2016.
  17. ^ a b (EN) Anthony Benigno, WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns & The Usos def. The Club via Disqualification, su wwe.com, WWE, 9 maggio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  18. ^ Dale Plummer, Smackdown!:AJ Styles joins Anderson and Gallows to take on The Usos and Roman Reigns, su Canoe.ca. URL consultato il 18 maggio 2016.
  19. ^ Steve Khan, WWE Smackdown results: Cesaro & Sami Zayn vs. Kevin Owens & The Miz, su f4wonline.com. URL consultato il 18 maggio 2016.
  20. ^ The Usos def. Luke Gallows & Karl Anderson, su www.wwe.com.
  21. ^ James Caldwell, 5/22 WWE Extreme Rules PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, Pro Wrestling Torch, 22 maggio 2016. URL consultato il 22 maggio 2016.
  22. ^ James Caldwell, 5/23 WWE Raw TV Results – Caldwell's Complete Live Report, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 maggio 2016.
  23. ^ James Caldwell, 5/30 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su Pro Wrestling Torch, 30 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  24. ^ James Caldwell, 6/6 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su Pro Wrestling Torch, 6 giugno 2016. URL consultato il 7 giugno 2016.
  25. ^ James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 19 giugno 2016.
  26. ^ James Caldwell, 7/4 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 4 luglio 2016.
  27. ^ James Caldwell, 7/24 WWE Battleground Results – Caldwell's Complete Report, Pro Wrestling Torch, 24 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  28. ^ James Caldwell, 2016 WWE Draft Picks – Complete Raw & SD Draftboard, su Pro Wrestling Torch, 19 luglio 2016. URL consultato il 19 luglio 2016.
  29. ^ Anthony Benigno, United States Champion Ricochet def. AJ Styles; The Club reformed to attack Ricochet after the match, su WWE, 1º luglio 2019. URL consultato il 1º luglio 2019.
  30. ^ Anthony Benigno, AJ Styles def. Ricochet to become the new United States Champion, su WWE. URL consultato il 14 luglio 2019.
  31. ^ (EN) May 16, 2016 Wrestling Observer newsletter: Potential UFC sale, WWE releases, plus tons of news, in Wrestling Observer Newsletter, Campbell, 16 maggio 2016, pp. 12, ISSN 1083-9593 (WC · ACNP).
  32. ^ (EN) WWE su Instagram: #RomanReigns and #TheUsos aren't just #TheFamily, they are #TheBloodline! #WWEColumbiaSC, su instagram.com, Instagram, 16 maggio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  33. ^ (EN) Jake Barnett, 5/5 Barnett's WWE Smackdown TV Review: AJ Styles, Karl Anderson, and Luke Gallows vs. Roman Reigns and The Usos, Sami Zayn on Chris Jericho's Highlight Reel, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 5 maggio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  34. ^ James Caldwell, Caldwell's ROH iPPV results 5/17: Complete "virtual-time" coverage of War of the Worlds - ROH Title & IWGP Title main events, new ROH tag champs, Steen vs. Nakamura, more, su Pro Wrestling Torch, 17 maggio 2014. URL consultato il 17 maggio 2014.
  35. ^ James Caldwell, Caldwell's NJPW PPV results 4/6: Complete "virtual-time" coverage of "Invasion Attack 2014" - Nakamura regains IC Title, A.J. Styles big angle, new NWA tag champions, more, su Pro Wrestling Torch, 6 aprile 2014. URL consultato il 14 aprile 2016.
  36. ^ (JA) World Tag League 2013, su New Japan Pro Wrestling. URL consultato il 14 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  37. ^ Full Raw results, April 11, 2016: Reigns and Wyatt forge uneasy alliance in main event, su WWE. URL consultato il 14 aprile 2016.
  38. ^ Chris Shore, 4/25 Shore's TNA Impact Wrestling live coverage: Mickie James vs. Velvet Shy for the Knockouts Championship, AJ Styles still needs to pick a side, and Bully Ray is face-to-face with Hulk Hogan, ProWrestling.Net, 25 aprile 2013. URL consultato il 16 maggio 2016.
  39. ^ AJ STYLES TALKS JERICHO, THE POTENTIAL OF BULLET CLUB IN WWE AND MORE, su Pro Wrestling Insider. URL consultato il 26 marzo 2016.
  40. ^ Adam Martin, TNA No Surrender Results – 9/20/09, WrestleView, 20 settembre 2009. URL consultato il 19 dicembre 2009.
  41. ^ Thunder report on March 21, 2001, su ddtdigest.com.
  42. ^ Caldwell's TNA Impact Results 9/12: Complete "virtual-time" coverage of "No Surrender" Impact - Bully defends TNA Title, BFG Series Finals, more, su pwtorch.com.
  43. ^ NEW JAPAN PRO WRESTLING PRIMER: EVERYTHING YOU NEED TO BE PREPARED FOR TONIGHT'S PPV By Matthew Macklin, su pwinsider.com.
  44. ^ Jake Barnett, 5/12 Barnett’s WWE Smackdown TV Review: Sami Zayn and Cesaro vs. The Miz and Kevin Owens, Karl Anderson and Luke Gallows vs. The Usos, Becky Lynch vs. Dana Brooke, su ProWrestling.Net, 12 maggio 2016. URL consultato il 7 giugno 2016.
  45. ^ (EN) WWE: Phenomenal (AJ Styles), su itunes.com, iTunes, 28 gennaio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  46. ^ (EN) WWE: Omen In the Sky (Gallows & Anderson), su itunes.com, iTunes, 29 aprile 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling