Street Fighting Years

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Street Fighting Years
ArtistaSimple Minds
Tipo albumStudio
Pubblicazione8 maggio 1989
Durata61:54
Dischi1
Tracce10 (LP)
11 (CD e MC)
GenerePop rock
EtichettaVirgin Europa
A&M Records Stati Uniti
ProduttoreTrevor Horn, Steve Lipson
Registrazionemarzo 1988-marzo 1989
FormatiLP, MC, CD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroCanada Canada[1]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platinoGermania Germania[2]
(vendite: 1 000 000+)
Regno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 600 000+)
Svizzera Svizzera[4]
(vendite: 50 000+)
Simple Minds - cronologia
Album successivo
(1991)
Singoli
  1. Belfast Child
    Pubblicato: 18 gennaio 1989
  2. This Is Your Land
    Pubblicato: 16 aprile 1989
  3. Kick It In
    Pubblicato: 23 luglio 1989
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[5] 2.5/5 stelle
CMJ[6] buono
Melody Maker[7] buono
Rolling Stone[8] 2/5 stelle
Q[9] 2.5/5 stelle
Smash Hits[10] 6/10
Martin C. Strong[11] 5/10
Sunday Mail[12] molto buono

Street Fighting Years è l'ottavo album in studio del gruppo musicale scozzese Simple Minds, pubblicato nel 1989 dalla Virgin Records.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di un sound potente ed epico, viene di norma considerato, assieme a New Gold Dream del 1982, il lavoro più riuscito e rappresentativo del gruppo guidato da Jim Kerr.

La canzone iniziale, l'omonima Street Fighting Years è espressamente dedicata a Victor Jara,[13], il noto musicista cileno ucciso dal regime di Pinochet, mentre l'ultima, la strumentale When Spirits Rise, figura soltanto nell'edizione in CD e MC.

Il disco si avvale inoltre di preziosi collaboratori fra i quali Lou Reed e Stewart Copeland, tuttavia è l'ultimo album dei Simple Minds dove figura il tastierista Michael MacNeil, fra i fondatori del gruppo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche dei Simple Minds, eccetto ove indicato.

Lato A
  1. Street Fighting Years – 6:27
  2. Soul Crying Out – 6:09
  3. Wall of Love – 5:17
  4. This Is Your Land – 6:21
  5. Take a Step Back – 4:24
Lato B
  1. Kick It In – 6:09
  2. Let It All Come Down – 4:53 (John Giblin, Simple Minds)
  3. Mandela Day – 5:41
  4. Belfast Child – 6:45 (musica: tradizionale)
  5. Biko – 7:31 (Peter Gabriel)
Traccia bonus (CD, MC)
  1. When Spirits Rise – 2:01

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1989) Posizione
massima
Australia[14] 11
Austria[15] 3
Canada[16] 24
Europa 1
Germania Ovest 1
Italia 1
Norvegia[17] 4
Nuova Zelanda[18] 4
Paesi Bassi[19] 1
Regno Unito 1
Stati Uniti[20] 70
Svezia[21] 4
Svizzera[22] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 24 giugno 2018.
  2. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  3. ^ (EN) Simple Minds, Street Fighting Years, British Phonographic Industry. URL consultato il 24 giugno 2018.
  4. ^ (DE) Edelmetall 1989, Schweizer Hitparade. URL consultato il 24 giugno 2018.
  5. ^ (EN) "Simple Minds: Street Fighting Years > Review", su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 24 October 2011.
  6. ^ Street Fighting Years – CMJ New Music (US), su CMJ New Music Report, CMJ. URL consultato il 2 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2013).
  7. ^ Ian Gittins, The Higher Ground: Simple Minds – Street Fighting Years (JPG), su Melody Maker, IPC Media, 6 maggio 1989, p. 33. URL consultato il 2 febbraio 2013.
  8. ^ Mark Coleman, Simple Minds: Street Fighting Years, in Rolling Stone, RS 556–557, Straight Arrow, 13 luglio 1989, ISSN 0035-791X (WC · ACNP) (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2007).
  9. ^ David Sinclair, Street Fighting Years, in Q, Bauer Media, June 1989, ISSN 0955-4955 (WC · ACNP). URL consultato il 24 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2011).
  10. ^ Mike Soutar, Street Fighting Years, in Smash Hits, Peterborough, UK, EMAP Metro, ISSN 0260-3004 (WC · ACNP). URL consultato il 24 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2011).
  11. ^ The Essential Rock Discography – Volume 1, 2006, p. 970.
  12. ^ Simple Minds – Street Fighting Years – Review, su Sunday Mail. URL consultato il 2 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2013).
  13. ^ (EN) dati ricavati dalla scheda dell'album (edizione europea) sul sito Discogs [1].
  14. ^ Simple Minds – Street Fighting Years, australian-charts.com. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  15. ^ (DE) Simple Minds – Street Fighting Years, austriancharts.at. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  16. ^ RPM 100 Albums, in RPM, Volume 50, No. 7, archived at Library and Archives Canada, 12 giugno 1989. URL consultato il 24 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  17. ^ Simple Minds – Street Fighting Years, norwegiancharts.com. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  18. ^ Simple Minds – Street Fighting Years, charts.org.nz. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  19. ^ (NL) Simple Minds – Street Fighting Years, dutchcharts.nl. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  20. ^ (EN) "Street Fighting Years > Charts & Awards > Billboard Albums, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 24 October 2011.
  21. ^ Simple Minds – Street Fighting Years, swedishcharts.com. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  22. ^ (DE) Simple Minds – Street Fighting Years, hitparade.ch. URL consultato il 24 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock