Stonewall (film 2015)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stonewall
Stonewall 2015.jpg
Una scena del film
Titolo originale Stonewall
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2015
Durata 129 min
Rapporto 2,35 : 1
Genere drammatico, storico
Regia Roland Emmerich
Sceneggiatura Jon Robin Baitz
Produttore Roland Emmerich, Michael Fossat, Marc Frydman, Carsten H.W. Lorenz
Produttore esecutivo Adam Press, Michael Roban, Kirstin Winkler
Casa di produzione Centropolis Entertainment
Distribuzione (Italia) Adler Entertainment
Fotografia Markus Förderer
Montaggio Dominique Fortin
Musiche Rob Simonsen
Scenografia Michèle Laliberté
Costumi Simonetta Mariano
Trucco Melissa Fafard, Sonia Ngadi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Stonewall è un film del 2015 diretto da Roland Emmerich con protagonisti Jeremy Irvine e Jonathan Rhys Meyers.

La pellicola narra le vicende dei moti di Stonewall avvenuti nel 1969 a New York nel bar Stonewall Inn, da cui prendono il nome i fatti.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Danny è all'ultimo anno del college e coltiva una relazione omosessuale con Joe. Suo padre, quando lo scopre, lo caccia di casa, e così Danny va a lavorare come barista a New York, nel locale gay Stonewall Inn. Un ragazzo travestito di nome Ray (Ramona), si innamora di lui ma non è ricambiato. Quando iniziano le discriminazioni sociali verso i ragazzi, Danny inscena una violenta protesta contro la società e la polizia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2013, il regista Roland Emmerich dichiara di "voler fare un piccolo film sui moti di Stonewall, su questo ragazzo di campagna che entra nel celebre bar e nel loro gruppo fino a dare inizio alle sommosse per cambiare il mondo".[2]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 marzo 2014 viene annunciato che le riprese si svolgeranno a Montréal.[3] Le riprese iniziano il 3 giugno dello stesso anno.[4]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 4 agosto 2015[1], mentre il trailer italiano viene diffuso l'8 aprile 2016[5].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival nel settembre 2015.[6]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 25 settembre 2015[7] ed in quelle italiane a partire dal 5 maggio 2016[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Francesco Berni, Il primo trailer di Stonewall, il film sul movimento LGBT di Roland Emmerich, badtaste.it, 4 agosto 2015. URL consultato il 4 agosto 2015.
  2. ^ (EN) Chris Hewitt, Roland Emmerich May Make Stonewall Film, Empire, 20 aprile 2013. URL consultato il 4 agosto 2015.
  3. ^ (EN) John R. Kennedy, Roland Emmerich to direct ‘Stonewall’ in Montreal, globalnews.ca, 31 marzo 2014. URL consultato il 4 agosto 2015.
  4. ^ (EN) Matt Goldberg, Production Begins on Roland Emmerich’s Drama STONEWALL; Jonathan Rhys Meyers, Joey King, and Ron Perlman Join Cast, collider.com, 3 giugno 2014. URL consultato il 4 agosto 2015.
  5. ^ a b Filmato audio Adler Entertainment, Stonewall - Trailer Italiano Ufficiale - HD, su YouTube, 8 aprile 2016. URL consultato l'8 aprile 2016.
  6. ^ (EN) Toronto film festival 2015: full lineup, theguardian.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  7. ^ (EN) Dave McNary, ‘Stonewall’ Riots Movie Set for Sept. 25 Release, Variety, 21 luglio 2015. URL consultato il 4 agosto 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]