Stazione di Gioia Tauro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima stazione delle Ferrovie della Calabria, vedi Stazione di Gioia Tauro (FC).
Gioia Tauro
stazione ferroviaria
Stazione Trenitalia di Gioia Tauro - Sottopassaggio.jpg
Sottopassaggio della stazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàGioia Tauro
Coordinate38°25′25.84″N 15°53′50.25″E / 38.423844°N 15.897292°E38.423844; 15.897292Coordinate: 38°25′25.84″N 15°53′50.25″E / 38.423844°N 15.897292°E38.423844; 15.897292
Lineeferrovia Tirrenica Meridionale
Caratteristiche
Tipostazione passante, in superficie
Stato attualein uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1887
Binari6
Interscambiautobus urbani, autobus extraurbani
stazione di Gioia Tauro (FC)
Tamburello
White dot.svg  Rosarno
White dot.svg  Gioia Tauro
White dot.svg  Palmi
White dot.svg  Bagnara
White dot.svg  Favazzina
White dot.svg  Scilla
White dot.svg  Villa San Giovanni
White dot.svg  Reggio Calabria Catona
White dot.svg  Reggio Calabria Gallico
White dot.svg  Reggio Calabria Archi
White dot.svg  Reggio Calabria Pentimele
White dot.svg  Reggio Calabria Santa Caterina
White dot.svg  Reggio Calabria Lido
White dot.svg  Reggio Calabria Centrale
White dot.svg  Reggio Calabria OMECA
White dot.svg  Reggio Calabria Aeroporto
White dot.svg  Reggio Calabria San Gregorio
White dot.svg  Reggio Calabria Pellaro
White dot.svg  Reggio Calabria Bocale
White dot.svg  Motta San Giovanni-Lazzaro
White dot.svg  Saline di Reggio
White dot.svg  Annà
White dot.svg  Melito di Porto Salvo

La stazione di Gioia Tauro è una delle principali stazioni della ferrovia Tirrenica Meridionale. Era punto di interscambio con le Ferrovie della Calabria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'apertura della stazione di Gioia Tauro è legata al completamento della tratta ferroviaria Reggio–Battipaglia avvenuto in ritardo a causa del fallimento della Società per le strade ferrate Calabro-Sicule. L'incarico di proseguire i lavori venne dato dal governo alla Società per le Strade Ferrate del Mediterraneo ma si dovette attendere la legge di riorganizzazione delle ferrovie e le convenzioni del 1885 (che affidarono la rete alla suddetta società) perché questi riavviassero speditamente i progetti. Tra il 1883 e il 1887 erano state attivate infatti solo le tratte Battipaglia–Agropoli–Castelnuovo Vallo di 50 km e Reggio Calabria–Bagnara di 29 km. Nel 1887 venne completato il tracciato della ferrovia nel tratto tra Nicotera e Gioia Tauro con la costruzione di una stazione provvisoria e nel 1888 la stazione fu congiunta a Bagnara. Solo nel 1895, dopo 20 anni di lavori, la ferrovia tirrenica Battipaglia–Paola–Reggio Calabria veniva interamente completata e Gioia Tauro ebbe la sua stazione collegata alla rete nazionale.

Prima ancora del completamento della rete a scartamento normale, varie istanze territoriali del Taurense avevano richiesto, in base alla Legge Baccarini, la costruzione di una ferrovia a scartamento ridotto per l'interno[1] ma soltanto negli anni tra il 1917 ed il 1928 la stazione si arricchì delle due direttrici per Sinopoli e Cinquefrondi con un terminal adiacente al primo binario a cui fa capo la stazione delle Ferrovie della Calabria (un tempo Mediterranea Calabro Lucane).

Negli anni sessanta, in seguito all'esecuzione del raddoppio dei binari venne ricostruito anche il fabbricato di stazione ed ampliato il piazzale binari.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La stazione consta di 6 binari di cui 4 atti al servizio viaggiatori con pensiline, sottopassaggi e due ascensori per i disabili. La stazione aveva nel passato un consistente volume commerciale di legname, olio e prodotti agricoli.

La stazione è sede di traffico viaggiatori anche in funzione del servizio ferroviario suburbano TreBUS; l'interscambio con i treni delle ex Ferrovie Calabro Lucane, nell'adiacente stazione, verso le due direttrici di Sinopoli e di Cinquefrondi non avviene più in seguito alla sospensione del servizio ferroviario delle due direttrici.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

Al 2018 la stazione dispone di:

  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Servizi igienici Servizi igienici
  • Bar Bar

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

  • Stazione taxi Stazione taxi
  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Progetto di ferrovia economica a sezione ridotta-Linea Gioia Tauro-Cittanova di k.metri 21,500, Provincia di Reggio Tipografia Accademia Reale delle Scienze, Napoli 1883.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Savoia, Il treno nella provincia reggina, Oppido Mamertina, Edizioni Barbaro, 2004.
  • Luigi Costanzo, Storia delle ferrovie in Calabria, Cosenza, Edizioni Orizzonti Meridionali, 2005, ISBN 88-89064-19-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]