Propaganda in Unione Sovietica: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
nessun oggetto della modifica
m (wikilink)
mNessun oggetto della modifica
Nel periodo stalinista, la nuova società veniva spesso descritta come una "grande famiglia", dove Stalin era eletto a grande padre.<ref name="way22" />
 
La felicità era obbligatoria: in un romanzo in cui un cavallo veniva descritto come muoversi "lentamente", il censore obiettò, chiedendo il motivo per cui non si muoveva rapidamente, dato che doveva essere felice come il resto degli agricoltori collettivi.<ref>{{Cita|Siegelbaum, Sokolov e Košeleva|p. 86|Siegelbaum}}.</ref> ''Коlchozye Rebjata'' pubblicava relazioni esaltate provenienti dalle fattorie collettive dei loro figli.<ref name="way258">{{Cita|Siegelbaum, Sokolov e Košeleva|p. 358|Siegelbaum}}.</ref> Quando venivano servite le colazioni calde agli scolari, in particolare nelle scuole cittadine, il programma veniva annunciato in pompa magna.<ref name="way258" />
 
Dato che quella comunista era la forma più alta e progressista della società, era eticamente superiore a tutte le altre, e il "morale" e l'"immorale" erano determinati soltanto se avessero aiutato od ostacolato il suo sviluppo.<ref>{{Cita|Overy|p. 267}}.</ref> Le leggi zariste furono abolite e, mentre i giudici potevano usarla, dovevano essere guidati dalla "coscienza rivoluzionaria".<ref>{{Cita|Overy|p. 290}}.</ref>
Nonostante l'atteggiamento sovietico riguardo alla religione, durante la seconda guerra mondiale fu permessa una rinascita dell'Ortodossia per demonizzare il nazismo come unico nemico della religione.<ref>{{Cita|Overy|p. 277}}.</ref>
 
[[Vasilij Semënovič Grossman|Vasilij Grossman]] e [[Michail Arkadjevič Svetlov]] furono corrispondenti di guerra per la ''[[Krasnaja Zvezda (periodico)|Krasnaja Zvezda]]'' (''Stella rossa'').
 
La propaganda sovietica ai tedeschi durante la seconda guerra mondiale era volta a distinguere i tedeschi ordinari dai loro leader, gli hitleriani, dichiarando che non avevano alcun dissenso con il popolo.<ref>{{Cita|Rhodes|pp. 222, 158}}.</ref> L'unico modo per scoprire se un soldato tedesco era caduto vivo nelle mani dei sovietici era ascoltare la radio, poiché questa avrebbe annunciato che un certo prigioniero avrebbe parlato ai microfoni, dando quindi un po' 'di tempo alla sua famiglia per riunirsi e ascoltare il suo discorso riempito di propaganda.<ref name=":2" />

Menu di navigazione