Banca statale dell'URSS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Banca statale dell'URSS (in russo: Государственный банк СССР, Gosudarstvennyj Bank SSSR) comunemente abbreviata in Gosbank (Госбанк) era la banca centrale dell'Unione Sovietica e l'unica banca esistente in tale nazione fra gli anni trenta e il 1987. La Gosbank era una delle tre autorità economiche dell'URSS, insieme al Comitato statale per la Pianificazione (Gosplan) e al Comitato per la Fornitura di Materiali Tecnici (Gossnab). La Banca collaborava strettamente con il Ministero delle Finanze per redigere il bilancio statale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione della Banca rientrava nella NEP. Nel 1921 il Comitato Esecutivo Centrale Panrusso approvò la fondazione di una banca statale della RSFSR. Questa deliberazione fu seguita nello stesso anno da un'altra simile presa dal Consiglio dei commissari del popolo. La Banca iniziò l'attività nel novembre del 1921.

Nel 1923 fu trasformata nella Banca statale dell'URSS e fu posta sotto l'autorità del Commissario del popolo per le finanze[1].

Lo stato sovietico usò la Gosbank, soprattutto come strumento per imporre il controllo generalizzato sull'industria, utilizzando i movimenti sui conti bancari per tenere sotto controllo l'attività delle singole imprese e verificarne la rispondenza ai piani quinquennali e alle direttive. La Gosbank non operò mai come banca commerciale per massimizzare il profitto. Operava, in teoria, come strumento della politica statale. Anziché attribuire il merito creditizio ai debitori in modo imparziale, la Gosbank concedeva i prestiti favorendo personalità, aziende e settori secondo le direttive del governo centrale[2].

Nel 1931 Boris Berlatsky, un alto funzionario della Banca, fu processato per il reato di "sabotaggio" all'interno del processo del 1931 contro i Menscevichi[3].

Nell'ambito della perestroika di Mikhail Gorbachev furono fondate altre banche, fra cui la Promstroybank (""Banca sovietica per l'impiantistica"), la Zhilstoybank ("Banca sovietica per l'edilizia residenziale"), la Agrobank ("Banca agricola dell'URSS"), la Vneshekonombank ("Banca sovietica per il commercio estero") e la Sberbank ("Cassa di risparmio dell'URSS").

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The State Bank of the USSR, su Bank of Russia Today, Bank of Russia. URL consultato il 26 maggio 2015.
  2. ^ Russia's Road To Corruption
  3. ^ Naum Jasny, Soviet Economists of the Twenties, Londra, Cambridge University Press, 1972.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239638292 · LCCN (ENn82108102 · WorldCat Identities (ENn82-108102