Sonic Boom (Kiss)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sonic Boom
ArtistaKiss
Tipo albumStudio
Pubblicazione2 ottobre 2009 ItaliaGermania
5 ottobre 2009 EuropaAustralia
6 ottobre 2009 Stati Uniti
Durata43:07 (CD 1)
53:36 (CD 2)
Dischi2
Tracce11 (CD 1) + 15 (CD 2)
GenereArena rock[1]
Hard rock[1]
Heavy metal[1]
Pop metal[1]
EtichettaKISS Records/Loud & Proud Records/Roadrunner Records
ProduttorePaul Stanley, Greg Collins
Registrazionemaggio-agosto 2009
Conway Recording Studios, Los Angeles (California)
Formati2 CD, 2 CD+DVD, 2 LP, download digitale
Kiss - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2012)
Singoli
  1. Modern Day Delilah
    Pubblicato: 19 agosto 2009
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 3.5/5 stelle
Rolling Stone[2] 3/5 stelle

Sonic Boom è il diciannovesimo album in studio del gruppo musicale statunitense Kiss, pubblicato nel 2009 dall'etichetta personale della band e distribuito, tramite la Loud & Proud, dalla Roadrunner.

L'album è stato distribuito il 2 ottobre in Italia, il 5 ottobre in Europa e il 6 ottobre in America (dove è stato distribuito in esclusiva dalla catena Walmart).[3][4][5] Il disco è stato registrato al Conway Recording Studios e prodotto da Paul Stanley e Greg Collins. È inoltre il primo lavoro inciso dal gruppo con la nuova formazione comprendente il batterista Eric Singer e il chitarrista Tommy Thayer.

L'album ha debuttato al secondo posto della Billboard 200, decretando la maggiore posizione in classifica raggiunta dai Kiss negli Stati Uniti, battendo il terzo posto ottenuto da Psycho Circus nel 1998.[6] Nella prima settimana di pubblicazione, ha venduto all'incirca 108.000 copie.[6] Alla fine dell'anno le vendite totali sono arrivate a 238.000 copie.[7]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Primo lavoro dei Kiss contenente materiale inedito dopo undici anni, l'album è costituito da due dischi, con in aggiunta un DVD bonus. Il primo CD contiene le tracce del nuovo album, il secondo è invece una riedizione della compilation Jigoku-Retsuden (precedentemente pubblicata solo in Giappone) contenente i maggiori successi dei Kiss ri-registrati in studio. Inoltre sul sito ufficiale dei Kiss è stata per un breve periodo messa in vendita una versione Vinile Limited Edition di 1000 copie x colore con 5 tipi di copertine differenti (nero, blu, verde, viola, rosso) al costo di 60 euro a vinile indipendentemente dal colore.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. Modern Day Delilah – 3:37 (Paul Stanley) – voce solista: Stanley
  2. Russian Roulette – 4:32 (Stanley, Gene Simmons) – voce solista: Simmons
  3. Never Enough – 3:26 (Stanley, Tommy Thayer) – voce solista: Stanley
  4. Yes I Know (Nobody's Perfect) – 3:02 (Simmons) – voce solista: Simmons
  5. Stand – 4:50 (Stanley, Simmons) – voci soliste: Stanley, Simmons
  6. Hot and Cold – 3:36 (Simmons) – voce solista: Simmons
  7. All for the Glory – 3:49 (Stanley, Simmons) – voce solista: Singer
  8. Danger Us – 4:22 (Stanley) – voce solista: Stanley
  9. I'm an Animal – 3:47 (Stanley, Simmons, Thayer) – voce solista: Simmons
  10. When Lightning Strikes – 3:45 (Stanley, Thayer) – voce solista: Thayer
  11. Say Yeah – 4:27 (Stanley) – voce solista: Stanley

CD 2[modifica | modifica wikitesto]

Kiss Classics
  1. Deuce – 3:08 (Simmons) – voce solista: Simmons
  2. Detroit Rock City – 3:57 (Stanley, Bob Ezrin) – voce solista: Stanley
  3. Shout It Out Loud – 2:54 (Stanley, Simmons, Ezrin) – voci soliste: Stanley, Simmons
  4. Hotter Than Hell – 3:10 (Stanley) – voce solista: Stanley
  5. Calling Dr. Love – 3:26 (Simmons) – voce solista: Simmons
  6. Love Gun – 3:14 (Stanley) – voce solista: Stanley
  7. I Was Made for Lovin' You – 4:42 (Stanley, Vini Poncia, Desmond Child) – voce solista: Stanley
  8. Heaven's on Fire – 3:24 (Stanley, Child) – voce solista: Stanley
  9. Lick It Up – 3:56 (Stanley, Vinnie Vincent) – voce solista: Stanley
  10. I Love It Loud – 4:09 (Simmons, Vincent) – voce solista: Simmons
  11. Forever – 3:53 (Stanley, Michael Bolton) – voce solista: Stanley
  12. Christine Sixteen – 2:59 (Simmons) – voce solista: Simmons
  13. Do You Love Me? – 3:39 (Stanley, Ezrin, Kim Fowley) – voce solista: Stanley
  14. Black Diamond – 4:20 (Stanley) – voce solista: Singer; intro: Stanley
  15. Rock and Roll All Nite – 2:49 (Stanley, Simmons) – voce solista: Simmons

DVD bonus[modifica | modifica wikitesto]

Registrato al River Plate Stadium di Buenos Aires, Argentina, il 5 aprile 2009
  1. Deuce
  2. Hotter Than Hell
  3. C'mon and Love Me
  4. Watchin' You
  5. 100.000 Years
  6. Rock and Roll All Nite

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2009) Posizione
massima
Australia[8] 22
Austria[8] 6
Belgio (Fiandre)[8] 40
Belgio (Vallonia)[8] 47
Canada[9] 2
Danimarca[8] 24
Europa[10] 5
Finlandia[8] 7
Francia[8] 31
Germania[8] 4
Italia[8] 12
Norvegia[8] 2
Paesi Bassi[8] 13
Regno Unito[11] 24
Regno Unito (rock & metal)[12] 3
Scozia[13] 23
Spagna[8] 32
Stati Uniti[9] 2
Stati Uniti (independent)[9] 1
Stati Uniti (rock)[9] 1
Svezia[8] 3
Svizzera[8] 12
Ungheria[14] 24

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) David Jeffries, Sonic Boom, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  2. ^ (EN) Jody Rosen, Sonic Boom: Album Reviews, Rolling Stone, 26 ottobre 2009. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  3. ^ Annuncio ufficiale Archiviato il 21 settembre 2009 in Internet Archive. della pubblicazione di Sonic Boom
  4. ^ WALMART TO SELL KISS' NEW MUSIC Archiviato il 2 gennaio 2010 in Internet Archive.
  5. ^ Kiss Makes 'Sonic Boom' Set A Wal-Mart Exclusive, dal sito ufficiale di Billboard
  6. ^ a b (EN) Keith Caulfield, Michael Buble Beats Kiss on Billboard 200, su billboard.com, 14 ottobre 2009. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  7. ^ (EN) 2010 Money Makers, su billboard.com, 25 febbraio 2010. URL consultato il 2 marzo 2010.
  8. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Kiss - Sonic Boom, Ultratop. URL consultato il 15 novembre 2009.
  9. ^ a b c d (EN) 305964 Chart History, Billboard. URL consultato il 10 novembre 2015.
  10. ^ (EN) Billboard, vol. 121, nº 42, Nielsen Business Media, Inc., 24 ottobre 2009, p. 51. URL consultato il 15 novembre 2009.
  11. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 11 October 2009 - 17 October 2009, Official Charts Company. URL consultato il 15 novembre 2009.
  12. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 11 October 2009 - 17 October 2009, Official Charts Company. URL consultato il 15 novembre 2009.
  13. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 11 October 2009 - 17 October 2009, Official Charts Company. URL consultato il 15 novembre 2009.
  14. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége, 11 ottobre 2009. URL consultato il 15 novembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]