Sinfonia n. 12 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 12
Compositore Wolfgang Amadeus Mozart
Tonalità Sol maggiore
Tipo di composizione Sinfonia
Numero d'opera K110/75b, Catalogo Köchel
Epoca di composizione Salisburgo, 1770
Organico

due oboi, due corni, due fagotto, due flauti, archi, basso continuo

Movimenti

Allegro, Andante, Minuetto e Trio, Allegro

La Sinfonia n. 12 in Sol maggiore K 110/75b di Wolfgang Amadeus Mozart, fu composta a Salisburgo nell'estate del 1771. Fu quindi completata subito prima del secondo viaggio di Mozart in Italia, che si sarebbe svolto tra agosto e dicembre 1771.[1]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La sinfonia prevede quattro movimenti, il primo dei quali (Allegro) è il più lungo che Mozart avesse mai scritto fino a quel momento. L'opera costituisce la prima di una serie di composizioni "dipinte su una tela più grande, raggiungendo una maggiore ricerca individuale rispetto agli esuberanti brani precedenti".[2]

La strumentazione consiste in: due oboi, due corni, due fagotto, due flauti, archi e basso continuo.[1]

Mozart SY12 Incipit.gif

I movimenti sono i seguenti:

Il Minuetto presenta un canone tra gli archi, con intervallo di una singola battuta. È abbastanza probabile che Mozart avesse attinto questa tecnica dalla sinfonia n. 23 di Joseph Haydn del 1764 (anch'essa in Sol maggiore).[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Zaslaw, pp. 209–12
  2. ^ Kenyon, p. 156
  3. ^ H. C. Robbins Landon, Haydn: Chronicle and Works, 5 vols, (Bloomington and London: Indiana University Press, 1976-) v. 1, Haydn: the Early Years, 1732-1765

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità BNF: (FRcb139149134 (data)
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica