Roxy Music (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roxy music
Artista Roxy Music
Tipo album Studio
Pubblicazione 16 giugno 1972[1]
Durata 45 min : 37 s
Dischi 1
Tracce 9 (UK)
10 (US)
Genere Glam rock[1]
Art rock[1]
Rock sperimentale[1]
Proto-punk[1]
Etichetta Island Records
Polydor Records
Reprise Records (US)
Atco Records (US)
Produttore Peter Sinfield
Brian Eno
Registrazione Command Studios, Londra
Roxy Music - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1973)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Piero Scaruffi 8/10 stelle
Allmusic 4/5 stelle
Ondarock Consigliato

Roxy Music è l'album di debutto della band glam rock inglese Roxy Music, pubblicato nel 1972.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

La traccia d'apertura del disco, Re-Make/Re-Model, è stata definita un "pastiche post-moderno", e contiene un assolo da parte di ogni membro del gruppo con rimandi a molti classici della musica occidentale, incluse Day Tripper dei Beatles, la versione di Duane Eddy del tema di Peter Gunn, e la Cavalcata delle Valchirie di Richard Wagner; l'esoterica CPL 593H dovrebbe il suo titolo alla targa di un'auto guidata da una bellissima donna che Bryan Ferry aveva seguito in strada un giorno. Brian Eno produsse alcuni effetti sonori "lunari" quando Ferry gli chiese un sound "simile alla Luna" per la canzone Ladytron. Successivamente, If There Is Something venne reinterpretata dai Tin Machine di David Bowie.

Molte della canzoni sull'album sono tematicamente collegate a delle pellicole cinematografiche. 2HB, è un tributo di Ferry a Humphrey Bogart e cita la battuta "Here's looking at you, kid" resa famosa dal film Casablanca del 1942; Chance Meeting si ispira al film Breve incontro (Brief Encounter) di David Lean (1945). The Bob (Medley) prende il titolo da I lunghi giorni delle aquile (Battle of Britain) (1968) ed include un passaggio sonoro che simula il rumore di uno sparo.

Discutendo dell'album, Andy Mackay disse a posteriori: «Non inventammo certamente l'eclettismo ma, ribadimmo e provammo che il rock 'n' roll poteva parlare di tutto, di qualsiasi argomento».[2]

Produzione e copertina[modifica | modifica wikitesto]

La band lavorò sulle canzoni per un paio di mesi prima di trovare uno studio adatto per le sedute di registrazione, e l'incisione del disco non occupò più di una settimana in tutto. Questo accadde perché la band non aveva ancora stipulato un contratto vero e proprio, e alcuni dirigenti della E.G. Records stavano finanziando le sessioni di tasca propria, pagando circa £5,000 di affitto per lo studio. L'album venne prodotto dall'autore dei testi dei King Crimson, Peter Sinfield, da poco uscito dal gruppo. Nel maggio 1972, poche settimane dopo la conclusione delle sessioni, la band firmò un contratto con la Island Records e nel giugno seguente l'album uscì sul mercato.

L'inclinazione della band per il glamour si riflette nell'immagine in stile anni cinquanta della copertina dell'album. Opera del fotografo Karl Stoecker, ritrae la modella Kari-Ann Muller, che in futuro avrebbe sposato Chris Jagger, fratello di Mick Jagger. L'album è dedicato a Susie, una batterista che aveva fatto un'audizione per entrare nei Roxy Music nei primi periodi della band.[3]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Roxy Music, in particolare la versione in LP, è stata pubblicata in differenti formati nel corso degli anni. La copertina originale, pubblicata nel 1972 dalla Island Records, è apribile e mostra all'interno una foto della band (incluso il bassista originale Graham Simpson) con indosso il costume di scena disegnato da Antony Price,[4] e non include la traccia Virginia Plain. La versione originale per il mercato statunitense, pubblicata a fine 1972 su etichetta Reprise Records, include invece Virginia Plain, che era stata pubblicata su singolo in Gran Bretagna. La copertina è sempre apribile, ma la foto di Simpson è sostituita da una di Rik Kenton, che suonò il basso in Virginia Plain dopo la dipartita di Simpson.

La versione originale in vinile non contiene nessun singolo uscito in precedenza. Nel luglio 1972, poche settimane dopo la firma del contratto, i Roxy Music registrarono due altri brani, Virginia Plain e The Numberer, che furono entrambi pubblicati su 45 giri. Il singolo arrivò fino alla quarta posizione nella UK Singles Chart[5] ed aiutò le vendite dell'album in Europa, che a sua volta raggiunse la decima posizione in classifica. In molte successive ristampe dell'album in formato compact disc, venne incluso anche il brano Virginia Plain.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Versione UK - Island Records
  1. Re-Make/Re-Model - 5:12
  2. Ladytron - 4:20
  3. If There is Something - 6:30
  4. 2 H.B. - 4:27
  5. The Bob (Medley) - 5:45
  6. Chance Meeting - 2:55
  7. Would You Believe ? - 4:54
  8. Sea Breezes - 7:02
  9. Bitters End - 2:06
Versione US - Reprise Records
  1. Re-Make/Re-Model - 5:14
  2. Ladytron - 4:26
  3. If There Is Something - 6:34
  4. Virginia Plain - 2:58
  5. 2 H.B. - 4:30
  6. The Bob (Medley) - 5:48
  7. Chance Meeting - 3:08
  8. Would You Believe? - 3:53
  9. Sea Breezes - 7:03
  10. Bitters End - 2:03

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Roxy Music, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ VIRGIN: THE ELECTRIC 80s, udiscovermusic.com, 14 marzo 2013. URL consultato il 24 giugno 2015.
  3. ^ Susie., vivaroxymusic.com. URL consultato il 13 maggio 2015.
  4. ^ Paul Stump, Unknown Pleasures: A Cultural Biography of Roxy Music, Quartet (UK)/Thunder's Mouth (U.S.), 1998, p. 48, ISBN 1-56025-212-X.
  5. ^ Virginia Plain, vivaroxymusic.com. URL consultato il 24 giugno 2015.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock