Stranded (Roxy Music)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stranded
Artista Roxy Music
Tipo album Studio
Pubblicazione 1º novembre 1973
Durata 41 min : 06 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Glam rock[1]
Art rock[1]
Album-oriented rock[1]
Pop rock[1]
Etichetta Virgin Records
Produttore Chris Thomas
Roxy Music - cronologia
Album precedente
(1973)
Album successivo
(1974)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock Consigliato
All Music 4.23/5 stelle

Stranded è il terzo album in studio della band glam rock inglese Roxy Music. Pubblicato nel 1973, raggiunse il primo posto nelle classifiche britanniche. La copertina raffigura Marilyn Cole, fidanzata di Bryan Ferry e playmate dell'anno nel 1973. È il primo album dei Roxy Music in cui Bryan Ferry non è l'unico autore delle canzoni, alla cui composizione contribuirono anche Andy Mackay e il chitarrista Phil Manzanera; è anche il primo senza la collaborazione di Brian Eno, che lasciò il gruppo successivamente alla pubblicazione del precedente For Your Pleasure.

La canzone Street Life è stata pubblicata come singolo e raggiunse la nona posizione nelle classifiche britanniche.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le canzoni sono scritte da Bryan Ferry, eccetto quelle annotate.

  1. Street Life - 3:29
  2. Just Like You - 4:41
  3. Amazona (Ferry, Phil Manzanera) – 4:16
  4. Psalm - 8:04
  5. Serenade - 2:59
  6. A Song for Europe (Ferry, Andy Mackay) – 5:46
  7. Mother of Pearl (Bryan Ferry) - 6:52
  8. Sunset (Bryan Ferry) - 6:04

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Il bassista John Taylor, durante il suo periodo da solista dopo aver lasciato i Duran Duran nel 1997, realizzò un tributo all'album dei Roxy Music intitolato Dream Home Heartaches: Remaking/Remodelling Roxy Music (pubblicato nel 1999). In esso la canzone di Mackay A Song For Europe fu realizzata da Dave Gahan mentre Street Life fu eseguita dai Phantom 5.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Stranded su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ John Taylor's Trust The Process website

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock