Phil Manzanera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Phil Manzanera
Phil Manzanera.jpg
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereArt rock
Glam rock
Rock sperimentale
Fusion
Rock psichedelico[1]
Periodo di attività musicale1972[2] – in attività
Strumentochitarra
Sito ufficiale

Phil Manzanera, pseudonimo di Philip Targett-Adams (Londra, 31 gennaio 1951), è un chitarrista rock britannico che ha collaborato con diversi gruppi musicali come i Quiet Sun, ed i Roxy Music, oltre ad aver pubblicato numerosi lavori come solista o in collaborazione con altri musicisti.

Noto a inizio carriera per l'innovativo stile punk, ha introdotto successivamente nel proprio stile le influenze latine che gli derivano dalle sue origini; la madre è colombiana e Phil ha trascorso gran parte dell'infanzia tra Colombia, Venezuela, Cuba e le Hawaii.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Quiet Sun.

Nel 1967 forma i Pooh and the Ostrich Feather con Bill MacCormick e Charlie Hayward, suoi compagni del Dulwich College di Londra;[3] il gruppo esegue all'inizio cover di famosi brani di musica beat e rock psichedelico e ben presto i tre membri cominciano a scrivere materiale proprio, ad esibirsi dal vivo con successo e divengono i "Grateful Dead" di Dulwich.[4] Con l'ingresso del tastierista Dave Jarret, nel 1970 la band prende il nome Quiet Sun[5] e inizia a suonare rock progressivo, genere molto in voga in quell'anno, rifacendosi ai brani degli emergenti Soft Machine. Grazie al lavoro di Manzanera, il suono risulta comunque più aggressivo di quello dei Soft, che erano allora sprovvisti di un chitarrista.

In quegli anni il gruppo compone diversi brani e arriva a fare dei provini per la Warner Bros. Records nel 1971, ma non riesce a farsi mettere sotto contratto. Quell'anno si intensificano le performance dal vivo ma la band si scioglierà dopo che MacCormick entra nei Matching Mole[6] e Manzanera comincia a provare per Bryan Ferry, il quale sta cercando un chitarrista per il suo nuovo gruppo di art rock, i Roxy Music. Con l'uscita dei due leader i Quiet Sun si sciolgono nel 1972. Nel 1975, durante le sedute di registrazione del suo primo album solista, Diamond Head, Manzanera riformerà i Quiet Sun con i quali realizza Mainstream con la collaborazione di Brian Eno al sintetizzatore, prima di sciogliere definitivamente il gruppo.[4]

Roxy Music[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Roxy Music.

Alle audizioni del 1971 con Ferry per il chitarrista dei Roxy partecipano in molti e inizialmente Manzanera viene escluso. Viene invece scelto David O'List, già con The Nice; Manzanera rimane comunque affascinato dal progetto e segue il gruppo nei concerti in qualità di roadie. Viene chiamato a farne parte il 4 febbraio 1972, dopo che ne è uscito O'List, e 10 giorni dopo i Roxy vengono messi sotto contratto dalla E.G. Records. Il mese dopo registrano il loro primo album, che viene pubblicato in giugno e in luglio entra nella UK albums chart.[1][2] Manzanera rimarrà con la band fino al primo scioglimento, avvenuto nel 1983.

Collaborazioni, carriera solista e produttore[modifica | modifica wikitesto]

Da autore, produttore o musicista ha lavorato al fianco di Steve Winwood, John Cale, Godley & Creme, Nico, John Wetton, Brian Eno, Tim Finn, Robert Wyatt e molti altri. Nel 1975 ha pubblicato il suo primo album solista Diamond Head.

Manzanera ha poi fondato anche il gruppo 801, con un repertorio che include molti dei brani dei Roxy Music e di Brian Eno. È coautore del brano One Slip dei Pink Floyd, dall'album A Momentary Lapse of Reason (1987).

Nel 1993 collabora da produttore con Nina Hagen per Revolution Ballroom.

Phil Manzanera ha suonato la chitarra nell'album Park Hotel di Alice ed ha co-prodotto l'album di David Gilmour On an Island suonando con lui nell'omonimo tour dal quale è stato tratto il doppio DVD Remember that night.

Nel 2001 ha riunito i Roxy Music per un acclamato tour di 52 date. Ha uno studio di registrazione a Londra, dove hanno lavorato tra gli altri Brian Eno, Robert Wyatt, Chrissie Hynde, Kevin Ayers e Annie Lennox.

Nel 2008 collabora con David Byrne e Brian Eno per l'album Everything That Happens Will Happen Today. Dal 2003 al 2008 ha collaborato con lo scultore e artista colombiano Lucho Brieva per un progetto chiamato Corroncho.

Risulta inoltre tra i produttori del quindicesimo album del gruppo musicale britannico Pink Floyd dal titolo The Endless River.

Viene nominato maestro concertatore per la Notte della Taranta 2015.

Discografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

In studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 1975 Diamond Head
  • 1978 K-Scope
  • 1982 Primitive Guitars
  • 1990 Southern Cross
  • 1999 Vozero
  • 2004 6PM
  • 2005 50 minutes later
  • 2008 Firebird V11
  • 2015 The Sound of Blue

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 Live at the Curious Arts Festival

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) PHIL MANZANERA OF ROXY MUSIC INTERVIEWED (2010): When work is play, su elsewhere.co.nz. URL consultato il 26 aprile 2018.
  2. ^ a b (EN) Roxy Music - Timeline, su roxymusic.co.uk. URL consultato il 26 aprile 2018.
  3. ^ (EN) Dulwich College, early 1970s..., su randomhold.com. URL consultato il 26 aprile 2018.
  4. ^ a b (EN) Quiet Sun Press Pack, su manzanera.com. URL consultato il 25 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Bill MacCormick Interview, su btinternet.com. URL consultato il 25 aprile 2018.
  6. ^ (EN) Bill MacCormick - A short bio, su calyx-canterbury.fr. URL consultato il 25 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN18362447 · ISNI (EN0000 0000 7840 1737 · LCCN (ENn91031709 · GND (DE13165246X · BNF (FRcb14051458d (data)