Violino elettrico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Violino elettrico
F58 wiki.jpg
Informazioni generali
Classificazione 321.322
Elettrofoni semielettronici
Uso
Musica contemporanea

Il violino elettrico è un violino o amplificazione elettronica del suono. Il termine si riferisce propriamente ad uno strumento appositamente realizzato per essere elettrificato tramite pick-up integrati e solitamente con il corpo solido. Può anche riferirsi a violini classici adattati tramite pick-up elettrici, nonostante sia più corretto parlare di "violini amplificati" o "elettro-acustici" in questo caso.

Dal punto di vista organologico, il violino elettrico è un elettrofono, anche se talvolta viene indicato come cordofono (precisamente, tra gli archi).

Violini elettricamente amplificati sono stati usati fin dagli anni venti; l'artista jazz e blues Stuff Smith è considerato uno dei primi interpreti ad amplificare tramite pick-up i violini. La Electro Stringed Instrument Corporation, la National Valco e la Vega hanno tentato di vendere violini elettrici negli anni trenta e quaranta; la Fender ha prodotto un piccolo numero di violini elettrici alla fine degli anni cinquanta, mentre una produzione in larga scala non si è avuta fino alla fine degli anni novanta.

Come funziona[modifica | modifica wikitesto]

Il violino elettrico funziona tramite amplificazione elettrica. Per suonarlo, quindi, è necessario un amplificatore, A differenza del violino "classico", il violino elettrico non utilizza una gamma di frequenze date unicamente dalla cassa di risonanza del violino acustico.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica