Riserva monetaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Riserva aurea)
Jump to navigation Jump to search

La riserva monetaria è la quantità di metallo o altro bene che l'emittente di moneta - in alcuni sistemi monetari - tiene come garanzia delle banconote stampate o più in generale del circolante presente all'interno del sistema economico.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Al tempo dei romani e presso altri popoli antichi, le monete erano coniate con l'oro e l'argento fuso dagli oggetti che i sudditi portavano alla zecca dello Stato; i sudditi ricevevano le monete in oro e argento coniate con i loro oggetti, mettendole così in circolazione. Il valore delle monete rilasciate era pari a quello del metallo diminuito di un'imposta del 10% che doveva ripagare i costi di fusione e coniazione, e il privilegio del sovrano di emettere moneta (signoraggio). Rispetto alla coniazione centralizzata degli emittenti moderni, la presenza fisica e l'interesse personale del portatore di oro/argento erano una garanzia dell'effettiva presenza della riserva di metallo nelle monete emesse: chi portava oggetti d'oro a fondere prestava attenzione di essere ripagato con monete che avessero la stessa grammatura d'oro/argento (detratta la tassazione dell'Impero romano).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente la riserva è aurea poiché l'oro ha un alto valore per poco ingombro ed è un materiale non deperibile (non si ossida nel tempo), ma soprattutto perché è universalmente accettato. Inoltre, si può trasformare facilmente in monete; nel passato, dalle riserve d'oro potevano essere direttamente coniate monete.

Il metallo di riserva può essere direttamente usato per coniare monete, che assumono così un valore intrinseco e tangibile, oppure essere conservato in lingotti presso i caveau della Banca centrale. In entrambi i casi (coniazione sulle monete o stoccaggio della riserva in lingotti) è difficile verificare la consistenza e la purezza del metallo: che non si tratti cioè di oro arricchito con rame o di platino galvanizzato con oro.

In generale la riserva deve essere un bene di valore pari alla moneta che viene stampata. Se il controvalore della riserva è solo una percentuale della moneta emessa, avviene la svalutazione, che costituisce un guadagno per l'emittente. La svalutazione è un trasferimento di ricchezza dagli utilizzatori all'emittente della moneta.

In generale, la riserva può essere formata da qualunque metallo: ad esempio, John Kennedy autorizzò la coniazione di monete garantite da argento (ordine esecutivo 11110 firmato il 4 giugno 1963).

Cambio fra monete a riserva coniata o tesaurizzata in lingotti[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un deposito delle riserve non immesse direttamente in circolazione come materiale di conio della moneta, dovrebbero essere note la base monetaria, ma anche i tagli di banconote emessi; noto il metallo che c'è in ogni moneta, si può calcolare il peso del metallo emesso per unità di base monetaria (praticamente il rapporto fra la riserva valorizzata in peso, anziché in termini monetari e la moneta circolante) e attribuire un cambio favorevole alle valute emesse contro una maggiore riserva, premiando le monete che hanno meno utilizzato la leva inflazionistica. Se la riserva viene conservata e non utilizzata direttamente nelle monete, è necessario comunque fare affidamento ai dati sulle riserve pubblicati dall'istituto emittente.

Una separazione giuridica fra il proprietario del deposito in cui la legge impone di conservare le riserve di metallo (lingotti d'oro e d'argento, tipicamente) e l'emittente di moneta, potrebbe evitare un palese conflitto d'interessi. Le scorte sono una voce importante dell'attivo di stato patrimoniale e la loro valorizzazione è critica per molti bilanci. I magazzini delle imprese possono essere controllati da autorità indipendenti (es. Guardia di Finanza) per verificare l'effettiva esistenza delle scorte dichiarate e che non si tratti di uno dei modi per "gonfiare" l'utile. Un analogo controllo è possibile sull'effettivo possesso delle riserve.

Un altro aspetto critico è se le riserve auree siano una proprietà delle Banche Centrali oppure dello Stato, che le affida in gestione per conto terzi, alla Banca Centrale. La domanda non è del tutto priva di senso nel momento in cui la Banca Centrale è parte dello stato, ma nello stesso tempo è una società le cui azioni sono proprietà di soggetti privati.

Nel caso di una proprietà della nazione, la vendita di riserve auree dovrebbe essere un'entrata caricata nel bilancio dello Stato, che ne è il proprietario.

La soppressione del vincolo fra l'oro e la moneta nazionale ha posto in alcuni Paesi, come la Svizzera, un dibattito sull'utilizzo delle riserve auree eccedentarie, ovvero che non servono più alla Banca centrale per la sua politica monetaria. La discussione verte sull'opportunità di mantenere il valore reale dell'oro e reinvestirlo, oppure vendere l'eccedenza, e sulla ripartizione degli utili (derivanti dal reinvestimento o dalla vendita) fra un fondo nazionale, enti locali e nazionali da un lato, oppure se caricarli nel bilancio della Banca Centrale.

La riserva aurea è la tesaurizzazione di risparmi sul reddito nazionale o PIL, di una parte della ricchezza nazionale prodotta che non è stata destinata ai consumi o agli investimenti, che sono gli altri 2 impieghi possibili. Il proprietario della riserva aurea possiede un controvalore per coniare una moneta non garantita dal corso forzoso.

La tematica è disciplinata in Costituzione, che prevede la partecipazione pubblica ai processi nazionali per l'utilizzo dei guadagni in conto capitale in conto interessi derivanti dalla riserva nazionale o da una sua vendita, per destinarli ad altri scopi di pubblica utilità, e il deposito delle riserve auree in una banca statale, in cassette di sicurezza direttamente ispezionabili dai cittadini svizzeri per concretizzare l'esercizio dei loro diritti di proprietà. La Costituzione disciplina la materia nella consapevolezza di un pericolo di conflitto di interessi con il mandato di politica monetaria della Banca centrale, se la gestione avviene nel lungo periodo.

Se infatti la moneta è legata ad un obbligo di riserve auree, quando il prezzo del metallo tocca i suoi massimi ed è conveniente la vendita, è richiesta una politica tesa a limitare l'offerta di moneta, e a mantenere o rinforzare le riserve.

Riserve auree mondiali[modifica | modifica wikitesto]

La tabella mostra lo sviluppo delle riserve monetarie auree dal dicembre 1970 al 2015 in tonnellate così come la percentuale sulla divisa toale in percentuale.[1][2][3][4]

Riserve monetarie (oro) in tonnellate e percentuale sulle riserve in valuta[5]
Posizione
(2015)
Nome 1970 1980 1990 2000 2010 2012 2015 Percentuale
 %
1 Stati Uniti Stati Uniti 9.839,2 8.221,2 8.146,2 8.136,9 8.133,5 8.133,5 8.133,5 73,7
2 Germania Germania 3.536,6 2.960,5 2.960,5 3.468,6 3.401,0 3.395,5 3.381,0 67,6
3 FMI 3.855,9 3.217,0 3.217,0 3.217,3 2.814,0 2.814,0 2.814,0 ...
4 Italia Italia 2.565,3 2.073,7 2.073,7 2.451,8 2.451,8 2.451,8 2.451,8 66,0
5 Francia Francia 3.138,6 2.545,8 2.545,8 3.024,6 2.435,4 2.435,4 2.435,4 64,7
6 Cina Cina ... 398,1 395,0 395,0 1.054,1 1.054,1 1.658,1 1,6
7 Russia Russia ... ... ... 384,4 788,6 936,7 1.275,0 13,3
8 Svizzera Svizzera 2.427,0 2.590,3 2.590,3 2.419,4 1.040,1 1.040,1 1.040,0 6,5
9 Giappone Giappone 473,2 753,6 753,6 763,5 765,2 765,2 765,2 2,3
10 Paesi Bassi Paesi Bassi 1.588,2 1.366,7 1.366,7 911,8 612,5 612,5 612,5 57,1
11 India India 216,3 267,3 332,6 357,8 557,7 557,7 557,7 5,9
12 Unione europea ... ... ... 747,4 501,4 502,1 504,8 26,2
13 Turchia Turchia 112,9 117,2 127,4 116,3 116,1 295,5 504,7 15,8
14 Taiwan Taiwan 72,9 97,8 421,0 421,8 423,6 423,6 423,6 3,8
15 Portogallo Portogallo 801,5 689,6 492,4 606,7 382,5 382,5 382,5 74,6
16 Venezuela Venezuela 341,2 356,4 356,4 318,5 365,8 362,0 361,0 68,0
17 Arabia Saudita Arabia Saudita 105,8 142,0 143,0 143,0 322,9 322,9 322,9 1,8
18 Regno Unito Regno Unito 1.198,1 585,9 589,1 487,5 310,3 310,3 310,3 9,5
19 Libano Libano 255,5 286,8 286,8 286,8 286,8 286,8 286,8 20,8
20 Spagna Spagna 442,6 454,3 485,6 523,4 281,6 281,6 281,6 19,3
21 Austria Austria 634,2 656,6 634,3 377,5 280,0 280,0 280,0 43,6
22 Belgio Belgio 1.306,6 1.063,1 940,3 258,1 227,5 227,5 227,4 34,4
23 Kazakistan Kazakistan ... ... ... 57,2 67,3 104,4 205,7 26,8
24 Filippine Filippine 49,8 59,7 89,8 224,8 154,1 199,1 195,4 9,2
25 Algeria Algeria 170,1 173,6 159,9 173,6 173,6 173,6 173,6 3,9
26 Thailandia Thailandia 72,8 77,4 77,0 73,6 99,5 152,4 152,4 3,6
27 Singapore Singapore ... ... ... 127,4 127,4 127,4 127,4 1,9
28 Svezia Svezia 177,8 188,8 188,8 185,4 125,7 125,7 125,7 7,9
29 Sudafrica Sudafrica 591,9 377,9 127,2 183,5 124,9 125,0 125,2 10,1
30 Messico Messico 156,4 64,1 28,6 7,8 7,1 125,1 122,2 2,4
31 Libia Libia 75,8 95,7 112,0 143,8 143,8 116,6 116,6 5,1
32 Grecia Grecia 103,5 119,3 105,8 132,6 111,6 111,8 112,6 74,1
33 Logo Bank für Internationalen Zahlungsausgleich.svg BIZ 250,6 234,6 242,6 199,2 120,0 116,0 108,0 ...
34 Corea del Sud Corea del Sud 3,0 9,3 10,0 13,7 14,4 70,4 104,4 1,1
35 Romania Romania ... 115,5 68,7 104,9 103,7 103,7 103,7 10,4
36 Polonia Polonia ... 23,6 14,7 102,8 102,9 102,9 102,9 3,7
37 Iraq Iraq 127,5 ... ... ... 5,9 5,9 89,8 5,1
38 Australia Australia 212,4 246,7 246,7 79,7 79,9 79,9 79,9 5,8
39 Kuwait Kuwait 76,6 79,0 79,0 79,0 79,0 79,0 79,0 8,4
40 Indonesia Indonesia 3,5 74,5 96,8 96,5 73,1 73,1 78,1 2,7
41 Egitto Egitto 75,7 75,6 75,6 75,6 75,6 75,6 75,6 14,3
42 Brasile Brasile 40,2 58,3 142,1 65,9 33,6 33,6 67,2 0,7
43 Danimarca Danimarca 57,4 50,7 51,3 66,6 66,5 66,5 66,5 2,5
44 Pakistan Pakistan 48,5 56,6 60,6 65,0 64,4 64,4 64,5 14,4
45 Argentina Argentina 124,2 136,0 131,7 0,6 54,7 61,7 61,7 6,9
46 Finlandia Finlandia 25,7 30,7 62,3 49,0 49,1 49,1 49,1 17,5
47 Bielorussia Bielorussia ... ... ... 1,2 35,3 49,7 44,6 36,3
48 Bolivia Bolivia 11,3 23,6 27,8 29,2 28,3 42,3 42,5 10,9
49 Bulgaria Bulgaria ... ... ... 39,9 39,9 39,9 40,1 7,0
50 Malaysia Malaysia 42,6 72,2 73,1 36,4 36,4 36,4 37,3 1,3
51 UEMOA ... ... ... 32,9 36,5 36,5 36,5 10,6
52 Perù Perù 35,3 43,5 68,7 34,2 34,7 34,7 34,7 2,2
53 Giordania Giordania 24,8 31,8 23,4 12,5 12,8 13,4 33,3 7,8
54 Slovacchia Slovacchia ... ... ... 40,1 31,8 31,8 31,7 43,9
55 Azerbaigian Azerbaigian ... ... ... ... ... ... 30,2 10,9
56 Siria Siria 24,9 25,9 25,9 25,9 25,8 25,8 25,8 5,5
57 Ucraina Ucraina ... ... ... 14,1 27,5 34,8 23,9 8,8
58 Sri Lanka Sri Lanka ... 2,0 1,9 10,5 17,2 8,2 22,3 12,3
59 Marocco Marocco 18,7 21,9 21,9 22,0 22,0 22,0 22,0 4,1
60 Afghanistan Afghanistan ... ... ... ... 21,9 21,9 21,9 11,1
61 Nigeria Nigeria 17,8 21,4 21,4 21,4 21,4 21,4 21,4 2,5
62 Serbia Serbia ... ... ... 14,2 13,1 14,8 17,7 5,8
63 Cipro Cipro 13,3 14,3 14,3 14,4 13,9 13,9 13,9 61,0
64 Bangladesh Bangladesh ... 1,7 2,5 3,4 13,5 13,5 13,8 2,1
65 Cambogia Cambogia ... ... ... 12,4 12,4 12,4 12,4 7,0
66 Qatar Qatar 5,8 14,8 25,9 0,6 12,4 12,4 12,4 1,2
67 Ecuador Ecuador 17,0 12,9 13,8 26,3 26,3 26,3 11,8 9,4
68 Colombia Colombia 15,1 86,7 19,5 10,2 6,9 10,4 10,4 0,8
69 Rep. Ceca Rep. Ceca ... ... ... 13,9 12,7 11,8 10,2 0,7
70 Tagikistan Tagikistan ... ... ... 0,2 2,6 4,9 8,9 71,9
71 Laos Laos ... ... 0,5 0,5 8,9 8,9 8,9 27,6
72 Mauritius Mauritius ... 1,2 1,9 1,9 3,9 3,9 8,9 8,4
73 Ghana Ghana 5,0 7,9 7,3 8,7 8,7 8,7 8,7 7,2
74 Paraguay Paraguay ... ... ... 1,1 0,7 8,2 8,2 4,5
75 Birmania Birmania 55,7 7,8 7,8 7,2 7,2 7,3 7,3 3,7
76 Guatemala Guatemala 15,5 16,2 6,4 6,7 6,9 6,9 6,9 3,5
77 Macedonia Macedonia ... ... ... 3,5 6,8 6,8 6,8 10,2
78 Tunisia Tunisia 3,9 5,8 5,8 6,8 6,8 6,7 6,8 3,4
79 Lettonia Lettonia ... ... ... 7,7 7,7 7,7 6,6 7,4
80 Irlanda Irlanda 14,2 11,1 11,2 5,5 6,0 6,0 6,0 11,5
81 Mozambico Mozambico ... ... ... 2,2 2,3 3,3 5,9 8,1
82 Lituania Lituania ... ... ... 5,8 5,8 5,8 5,8 9,3
83 Nepal Nepal ... ... ... ... ... ... 4,9 2,9
84 Bahrein Bahrein ... ... ... ... 4,7 4,7 4,7 3,3
85 Brunei Brunei ... ... ... ... ... 2,0 4,6 4,9
86 Kirghizistan Kirghizistan ... ... ... 2,6 2,6 2,9 4,0 7,7
87 Slovenia Slovenia ... ... ... 0,0 3,2 3,2 3,2 12,0
88 Aruba Aruba ... ... 3,1 3,1 3,1 3,1 3,1 16,2
89 Ungheria Ungheria ... 64,4 9,3 3,1 3,1 3,1 3,1 0,3
90 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina ... ... ... ... 1,0 2,0 3,0 2,5
91 Canada Canada 702,7 652,6 459,2 36,8 3,4 3,4 3,0 0,1
92 Lussemburgo Lussemburgo 13,7 14,2 10,7 2,4 2,2 2,2 2,2 10,6
93 Mongolia Mongolia ... ... ... ... ... ... 2,2 4,9
94 Hong Kong Hong Kong ... ... 7,1 2,1 2,1 2,1 2,1 0,0
95 Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea ... 1,8 2,0 2,0 2,0 2,0 2,0 3,6
96 Islanda Islanda 0,9 1,5 1,5 1,8 2,0 2,0 2,0 1,6
97 Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago ... 1,7 1,7 1,9 1,9 1,9 1,9 0,6
98 Haiti Haiti ... ... ... ... ... ... 1,8 3,5
99 Albania Albania ... ... ... 3,5 1,6 1,6 1,6 2,2
100 Yemen Yemen ... ... 1,6 1,6 1,6 1,6 1,6 1,1
MapL.png Mondo 36.606,7 35.836,3 35.582,1 33.059,9 30.534,5 31.447,4 32.314,5 ...
EURO ... ... ... 12.426,9 10.793,4 10.787,4 10.788,1 55,2


Riserve auree mondiali per paese (Settembre 2014)[6][7]
Posizione Nazione/Organizzazione Oro
(Mg)
percentuale della quota
detenuta nelle riserve internazionali
- Europa Eurozona 10.792,5 66,3%
1 Stati Uniti Stati Uniti 8.133,5 72%
2 Germania Germania 3.384,2 67%
3 FMI 2.814,0 N.A.
4 Italia Italia 2.451,8 67,3%
5 Francia Francia 2.435,4 65%
6 Cina Cina 1.161,9 1,6%
7 Svizzera Svizzera 1.146,5 17,2%
8 Russia Russia 960,1 9,0%
9 Giappone Giappone 843,5 3,7%
10 Paesi Bassi Paesi Bassi 675,2 62,7%
11 India India 614,7 9,9%
12 Europa BCE 553,4 32.1%
13 Taiwan Taiwan 465,6 5,9%
14 Portogallo Portogallo 421,6 89,1%
15 Venezuela Venezuela 365,8 62,1%
16 Arabia Saudita Arabia Saudita 322,9 25,0%
17 Regno Unito Regno Unito 310,3 18,0%
18 Libano Libano 286,8 30,5%
19 Spagna Spagna 281,6 42,1%
20 Austria Austria 280,0 56,2%
21 Belgio Belgio 227,5 42,3%
22 Algeria Algeria 173,6 4,6%
23 Filippine Filippine 147,8 10,0%
24 Libia Libia 143,8 5,6%
25 Thailandia Thailandia 136,9 4,2%
26 Singapore Singapore 127,4 2,5%
27 Svezia Svezia 125,7 12,4%
28 Sudafrica Sudafrica 125,0 12,2%
29 BRI 119,0 -
30 Turchia Turchia 116,1 7,1%
31 Grecia Grecia 111.5 82,1%
32 Messico Messico 105,5 3,9%
33 Romania Romania 103,7 10,4%
34 Polonia Polonia 102,9 5,1%
35 Australia Australia 79,9 9,0%
36 Kuwait Kuwait 79,0 14,4%
37 Egitto Egitto 75,6 13,7%
38 Indonesia Indonesia 73,1 2,9%
39 Kazakistan Kazakistan 67,3 10,9%
40 Danimarca Danimarca 66,5 3,7%
41 Pakistan Pakistan 64,4 18,5%
42 Argentina Argentina 54,7 5,1%
43 Finlandia Finlandia 49,1 25,6%
44 Bolivia Bolivia 42,3 21,3%
45 Bulgaria Bulgaria 39,9 12,3%
46 Corea del Sud Corea del Sud 39,4 0,6%
47 Bielorussia Bielorussia 38,4 41,4%
48 UEMOA 36,5 12,2%
49 Malaysia Malesia 36,4 1,4%
50 Perù Perù 34,7 3.5%
51 Brasile Brasile 33,6 0,6%
52 Slovacchia Slovacchia 31,8 65,9%
53 Ucraina Ucraina 27,8 4,2%
54 Ecuador Ecuador 26,3 32,8%
55 Siria Siria 25,8 7,1%
56 Marocco Marocco 22,0 4,6%
57 Nigeria Nigeria 21,4 2,9%
58 Serbia Serbia 13,9 4,6%
59 Cipro Cipro 13,9 58,9%
60 Bangladesh Bangladesh 13,5 7,1%
61 Giordania Giordania 12,8 5,1%
62 Cecoslovacchia Cechia 12,5 1,7%
63 Cambogia Cambogia 12,4 14,8%
64 Qatar Qatar 12,4 3,3%
65 Colombia Colombia 9,2 1,4%
66 Sri Lanka Sri Lanka 8,1 4,6%
67 Lettonia Lettonia 7,7 4,9%
68 El Salvador El Salvador 7,3 15,2%
69 Guatemala Guatemala 6,9 6,3%
70 Macedonia Macedonia 6,8 12,4%
71 Tunisia Tunisia 6,7 3,6%
72 Irlanda Eire 6,0 15,4%
73 Iraq Iraq 5,9 0,5%
74 Lituania Lituania 5,8 4,1%
75 Bahrein Bahrain 4,7 -
76 Mauritius Maurizio 3,9 6,5%
77 Tagikistan Tagikistan 3,7 -
78 Canada Canada 3,4 0,3%
79 Slovenia Slovenia 3,2 16,1%
80 Aruba Aruba 3,1 21,0%
81 Ungheria Ungheria 3,1 0,3%
82 Kirghizistan Kirghizistan 2,6 6,9%
83 Mozambico Mozambico 2,3 4,4%
84 Mongolia Mongolia 2,3 4,6%
85 Lussemburgo Lussemburgo 2,2 11,7%
86 Suriname Suriname 2,2 12,5%
87 Hong Kong Hong Kong 2,1 0,0%
88 Islanda Islanda 2,0 1,3%
89 Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea 2,0 2,7%
90 Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago 1,9 0,9%
91 Albania Albania 1,6 3,0%
92 Yemen Yemen 1,6 1,3%
93 Honduras Honduras 0,7 1,0%
94 Paraguay Paraguay 0,7 0,7%
95 Rep. Dominicana Dominicana 0,6 0,9%
96 Mauritania Mauritania 0,4 4,1%
97 Uruguay Uruguay 0,3 0,1%
98 Estonia Estonia 0,2 5,5%
99 Cile Cile 0,2 0,0%
100 Malta Malta 0,2 1,9%
- Mondo 30.717,3 -

Riserve auree private[modifica | modifica wikitesto]

Riserve private (1 agosto 2015)[8]
Posizione Nome Tipo Tonnellate
1 SPDR Gold Shares ETF 672,70[9]
2 ETF Securities Gold Funds ETF 196,11
3 COMEX Gold Trust ETF 150,13
4 ZKB Physical Gold ETF 126,38
5 Central Fund of Canada CEF 52,71[10]
6 NewGold ETF ETF 47,75
7 Julius Bär Physical Gold Fund ETF 44,79
8 Sprott Physical Gold Trust CEF 35,18[11]
9 ABSA NewGold Exchange Traded Fund ETF 27,97
10 BullionVault Bailment 24,98[12]
11 ETFS Physical Swiss Gold Shares ETF 21,78
12 Central GoldTrust CEF 19,98[13]
13 GoldMoney Bailment 19,36[14]
Totale 1439,83

[15][16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Offizielle Goldreserven: http://www.relbanks.com/rankings/world-gold-reserves
  2. ^ SPDR Gold Shares: http://www.spdrgoldshares.com/assets/dynamic/GLD/GLD_US_archive_EN.csv
  3. ^ Die Welt: Russland stellt sich auf eine lange Isolation ein vom 2. Februar 2015.
  4. ^ ZEIT ONLINE: Goldreserven Chinas binnen sechs Jahren um 60 Prozent gestiegen vom 20. Juli 2015.
  5. ^ (EN) Latest World Official Gold Reserves (PDF), su gold.org, 6 agosto 2015. URL consultato il 6 agosto 2015.
  6. ^ "Gold Demand Trends | World Gold Council"
  7. ^ "Top 40 reported official gold holdings (as at September 2014)" is on page 16 of the pdf file.
  8. ^ CORRECTED-TABLE-Holdings of SPDR Gold, iShares Silver unchanged (March 30), reuters.com, 2 luglio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  9. ^ Total Gold in Trust, spdrgoldshares.com, 31 luglio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  10. ^ Central Fund's Net Asset Value, Centralfund.com, 16 marzo 2000. URL consultato l'8 gennaio 2012.
  11. ^ Net Asset Value, sprottphysicalbullion.com, 1º agosto 2015. URL consultato il 1º agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2015).
  12. ^ Daily Audit – Allocated Gold Bar Lists and Bank Statements, BullionVault.com, 31 luglio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  13. ^ GoldTrust's Net Asset Value, Gold-trust.com, 16 marzo 2000. URL consultato l'8 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2015).
  14. ^ Monthly Total Value Report, Goldmoney.com, 1º agosto 2015. URL consultato il 1º agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2015).
  15. ^ Jens Kleine und Matthias Krautbauer: Goldbesitz der Privatpersonen in Deutschland; Steinbeis Research Center for Financial Services, November 2010, S. 2.
  16. ^ (EN) Sonal Jaitly, Gold frenzy: India’s love for gold, su communities.washingtontimes.com, 5 ottobre 2011. URL consultato il 4 gennaio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]