Pronto, chi gioca?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pronto, chi gioca?
PaeseItalia
Anno1985 - 1987
Generevarietà, talk show, game show
Durata80 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreEnrica Bonaccorti
RegiaGianni Boncompagni
Rete televisivaRai 1

Pronto, chi gioca? è stato un programma televisivo di Rai Uno trasmesso nelle stagioni 1985-1986 e 1986-1987 nella fascia di mezzogiorno dal lunedì al sabato. Enrica Bonaccorti fu la presentatrice che sostituì Raffaella Carrà nel salotto TV di mezzogiorno, dopo il fortunato Pronto, Raffaella?.

La regia del programma era sempre di Gianni Boncompagni. La prima trasmissione è stata trasmessa il 7 ottobre 1985, l'ultima il 26 giugno 1987. In totale sono state prodotte in due edizioni, 376 puntate.

I contenuti del programma erano i giochi telefonici e le interviste agli ospiti (che potevano essere sia gente comune che personaggi famosi).

Partecipava al programma il quartetto comico Premiata Ditta che si esibiva in vari sketch comici, oltre ad una soubrette, che nella prima stagione fu Alessandra Martines e nella seconda Maria Laura Baccarini, che eseguivano in ogni puntata un balletto; le coreografie erano state affidate a Don Lurio nella prima edizione ed a Luciana Verdeggiante nella seconda, mentre delle musiche si occupava invece Paolo Ormi.

Partecipavano al programma anche due bambini; Davide, di 4 anni, e Vittoria, di 5 anni, e Paolo Panelli, che interpretava il burbero nonno di Enrica Bonaccorti.

Giancarlo Magalli, già autore del programma, sostituì per un breve periodo Enrica Bonaccorti durante la sua gravidanza. In seguito occupò un piccolo spazio con un quiz telefonico insieme al comico Giorgio Bracardi che interpretava il personaggio di Fausto Rossi.

Nel 1987 la trasmissione si trasformò per 5 sabati in prima serata in Pronto Topolino?, in abbinamento alla messa in onda di un famoso film della Disney, e vide la partecipazione di Heather Parisi, che in ogni puntata eseguiva una coreografia ispirata al film appena trasmesso.

Anche questa nuova versione del talk-show meridiano di Raiuno ottiene molto successo, la Bonaccorti grazie alla sua affabilità e la sua simpatia riesce a sostituire la Carrà senza farla rimpiangere, divenendo così la nuova regina del mezzogiorno televisivo italiano.

All'interno della puntata di Natale della prima edizione della trasmissione, la Bonaccorti cantò il brano Buongiorno a tutte quante le mamme, una canzone per bambini scritta da lei assieme a Giovanni Ullu, con musiche di Paolo Ormi, che però in seguito non ha mai inciso su disco.

Nel 1986 la trasmissione si aggiudicò il Telegatto come miglior trasmissione di talk show.

Al termine della seconda edizione del programma, Enrica Bonaccorti lasciò la RAI per la Fininvest (l'attuale Mediaset), mentre Gianni Boncompagni e molti altri componenti del cast in autunno passarono a Domenica in. Rimase dunque Giancarlo Magalli, che venne definitivamente promosso come presentatore del programma (affiancato da Simona Marchini), che nell'autunno 1987 tornò in onda con un nuovo titolo: Pronto, è la Rai?.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Enrica Bonaccorti fu scelta dai dirigenti RAI come conduttrice del programma solo all'ultimo momento; prima di lei per sostituire la Carrà, erano infatti stati interpellati molti nomi illustri dello spettacolo italiano, sia della TV che del cinema, tra cui la coppia Mondaini-Vianello, Ugo Tognazzi, Virna Lisi, Sandra Milo, Claudia Cardinale e molti altri che però rifiutarono tutti l'offerta in quanto temevano di non reggere il confronto con la showgirl; alla fine la scelta cadde sulla Bonaccorti, che aveva riscosso un discreto successo nelle annate precedenti come presentatrice del rotocalco preserale di Rai 1 Italia sera e prima ancora come attrice di diversi sceneggiati Rai degli anni settanta come Eleonora e L'amaro caso della baronessa di Carini, la quale, grazie proprio a Pronto, chi gioca?, ottenne la definitiva affermazione come presentatrice. Sia la Bonaccorti che Boncompagni erano convinti che questa nuova versione del salotto meridiano di Raiuno si sarebbe rivelata un insuccesso (dovuto alla scarsa popolarità che aveva all'epoca la Bonaccorti) ed invece alla fine gli ascolti furono addirittura maggiori rispetto a quelli registrati da Pronto Raffaella?.

In una puntata della seconda edizione, la Bonaccorti annunciò in diretta di essere incinta, fatto che la pose al centro di pesanti accuse di utilizzo della TV pubblica per scopi privati che le costarono anche una temporanea sospensione dalla conduzione del programma (venne sostituita da Giancarlo Magalli, autore del programma). Lo stress per la Bonaccorti fu tale fin tanto che le procurò un aborto spontaneo, perdendo dunque il bambino che stava aspettando.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione