Porsche 991

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porsche 991
Porsche 991 silver IAA.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Porsche
Tipo principale Coupé
Produzione dal 2012
Sostituisce la Porsche 997
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4490 mm
Larghezza 1810 mm
Altezza 1300 mm
Passo 2450 mm
Massa 1450 kg
Altro
Stessa famiglia Porsche 911
Porsche911(991)rear.JPG

La Porsche 991 è un'automobile sportiva prodotta dalla Porsche, ultima serie delle 911 e che sostituisce la 997. La presentazione ufficiale del modello è avvenuta al Salone dell'automobile di Francoforte a Francoforte sul Meno nel settembre 2011 con commercializzazione a partire dal 2012.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le linee riprendono il classico e puro stile Porsche, ma nettamente più moderne rispetto al modello precedente. La linea è inconfondibilmente Porsche con i classici fari anteriori tondi, luci di marcia diurna con tecnologia LED. Il posteriore è stato cambiato solo in alcuni particolari, spiccano i nuovi fari dal profilo basso ed allungato. Viene proposta in tre versioni distinte di carrozzeria: coupé, cabriolet e Targa.

Tramite l'impiego di alluminio, acciaio e materiali compositi, la vettura è stata alleggerita mediamente di 45 kg rispetto alla precedente 997. Meccanicamente, la 991 è equipaggiata con propulsori sei cilindri boxer da 3,4 o 3,8 litri di cilindrata abbinati a due diversi tipi di cambio: manuale a sette marce o in alternativa automatico a doppia frizione PDK a sette rapporti, la trazione è posteriore o integrale 4.[1]

Il reparto sospensioni è del tipo attivo, quindi sono gestite elettronicamente per migliorare la stabilità del mezzo, inoltre all'anteriore viene utilizzato uno schema a sospensioni MacPherson, mentre al posteriore si ha un multilink.[2]

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

911 Club Coupé[modifica | modifica wikitesto]

Per commemorare i 60 anni del primo Club Porsche fondato nel 1952 in Germania, la Porsche ha messo in vendita una versione speciale della 991, denominata Club Coupé. Basata sulla meccanica della 991 Carrera S, è stata prodotta in 13 esemplari di colore verde scuro e rispetto al modello originale, è dotata di un propulsore da 430 CV a 7500 giri al minuto, di cerchi in lega da 20 pollici e di un design ridisegnato, per coprire lo scatto 0–100 km/h impiega 4 secondi netti con il launch-control e raggiunge una velocità massima di 303 km/h.[3][4]

911 GT3[modifica | modifica wikitesto]

Presentata al Salone di Ginevra 2013, dispone di un allestimento più sportivo, è spinta dal classico motore 6 cilindri boxer da 3,8 litri di cilindrata, sviluppa una potenza massima di 475 CV a 8250 giri/min, il regime massimo di rotazione raggiunge i 9000 giri/min, è disponibile unicamente in abbinamento al cambio automatico a doppia frizione PDK a 7 marce, con rapporti più corti per privilegiare lo scatto e trazione posteriore. Raggiunge una velocità massima di 315 km/h ed impiega 3,5 secondi nell'accelerazione da 0 a 100 km/h . Esternamente si caratterizza per delle prese d'aria di raffreddamento dei radiatori maggiorate, un piccolo sfogo d'aria vicino al cofano anteriore, uno spoiler più profilato sul paraurti anteriore, diversi i supporti degli specchietti retrovisori, al posteriore è presente un alettone fisso, un paraurti di diversa conformazione che include una griglia con doppio terminale di scarico centrale e diffusore per incrementare la deportanza[5]

È stato poi creato un modello ancora più potente, la RS, da 3,996 cm³, capace di erogare ben 500 CV a 8250 giri/min, con coppia massima di 460 Nm a 6250 giri/min

Porsche 911 4S Personally built by 5 Million Porsche Fans[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, per festeggiare i 5.000.000 di fan acquisiti su Facebook, la Porsche ha realizzato una versione speciale della 991 denominata 4S. Il propulsore 3.8 è stato potenziato a 430 cv grazie all'introduzione del Powerkit Carrera S. L'aerodinamica è stata inoltre migliorata con l'inserimento dell'Aerokit Cup, il quale comprende uno scudo anteriore modificato e uno spoiler posteriore fisso. Sono stati inoltre aggiunti cerchi in lega da 20 pollici verniciati in bianco, battitacco luminoso personalizzato, profilo sul cruscotto dedicato ai 5 milioni di fans e colorazione Acquablaumetallic con decalcomanie dedicate.[6]

Porsche 911 Turbo S[modifica | modifica wikitesto]

La versione Turbo S della 991 presenta nella sua dotazione un propulsore 6 cilindri turbo 3.8 da 560 cv, il quale permette un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi, con una punta massima di 318 km/h. La potenza viene inviata alle quattro ruote sterzanti tramite una trasmissione PDK a sette marce. Altre aggiunte sono costituite dai fari che usufruiscono della tecnologia LED, dai cerchi da 20' e dall'alettone posteriore regolabile in diverse configurazioni.[7] Di questa vettura è stata prodotta anche la versione Cabriolèt.[8]

Porsche 911 Carrera S Martini Racing Edition[modifica | modifica wikitesto]

Per commemorare il ritorno della casa di Stoccarda alla 24 Ore di Le Mans nel 2014, la Porsche ha realizzato una versione speciale della 991. Denominata Carrera S Martini Racing Edition, era dotata di un nuovo body kit sportivo e di decalcomanie della Martini Racing ispirate alle Porsche 917 e 935 da competizione. Realizzata in 80 esemplari, condivideva la meccanica con la Carrera S di serie.[9]

Porsche 911 50th Anniversary Edition[modifica | modifica wikitesto]

Presso il salone automobilistico di Francoforte del 2013 la Porsche presentò la 911 50th Anniversary Edition, versione commemorativa dei 50 anni di produzione della vettura. Tale modello si caratterizzava per l'introduzione di cerchi in lega da 20", alette cromate sulle prese d'aria anteriori, nuova griglia fra i gruppi ottici posteriori, sezione posteriore allargata e decalcomanie dedicate.[10]

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Cilindrata Potenza massima/
Giri al minuto
Coppia massima/
Giri al minuto
Velocità massima Accelerazione
0–100 km/h
Carrera 3436 cm³ 257 kW (350 CV) / 7400 390 Nm / 5600 289 km/h 4,8 s
Carrera 4 3436 cm³ 257 kW (350 CV) / 7400 390 Nm / 5600 285 km/h 4,9 s
Carrera Cabriolet 3436 cm³ 257 kW (350 CV) / 7400 390 Nm / 5600 286 km/h 5,0 s
Carrera 4 Cabriolet 3436 cm³ 257 kW (350 CV) / 7400 390 Nm / 5600 282 km/h 5,1 s
Carrera S 3800 cm³ 294 kW (400 CV) / 7400 440 Nm / 5600 304 km/h 4,5 s
Carrera 4S 3800 cm³ 294 kW (400 CV) / 7400 440 Nm / 5600 299 km/h 4,5 s
Carrera S Cabriolet 3800 cm³ 294 kW (400 CV) / 7400 440 Nm / 5600 301 km/h 4,7 s
Carrera 4S Cabriolet 3800 cm³ 294 kW (400 CV) / 7400 440 Nm / 5600 296 km/h 4,7 s
911 Turbo 3800 cm³ 383 kW (520 CV) / 6500 710 Nm / 2100 315 km/h 3,4 s
911 Turbo Cabriolet 3800 cm³ 383 kW (520 CV) / 6500 710 Nm / 2100 315 km/h 3,5 s
911 Turbo S 3800 cm³ 412 kW (560 CV) / 6500 750 Nm / 2200 318 km/h 3,1 s
911 Turbo S Cabriolet 3800 cm³ 412 kW (560 CV) / 6500 750 Nm / 2200 318 km/h 3,2 s
GT3 3800 cm³ 350 kW (475 CV) / 8250 440 Nm / 6250 315 km/h 3,5 s

Restyling del 2015[modifica | modifica wikitesto]

Anteriore di una 991 restyling
Posteriore di una 991 restyling Cabriolet

Motori[modifica | modifica wikitesto]

Il 991 è stato rivisto nel 2015 per essere poi commercializzata nel 2016. La Porsche 911 aggiornata (denominata internamente dalla Porsche col nome in codice 991,2) ha introdotto la nuovo design e una nuova gamma motori tutti nuovi e turbo. Il più piccolo è il nuovo 3.0 litri bi-turbo sei cilindri boxer. Questa unità equipaggia la prima volta i modelli Carrera standard con un motore turbo, abbandonando quelli aspirati da 3.4 e 3.8 litri. La differenza di potenza tra Carrera (370 cv) e Carrera S (420cv) è causata dalla diversa pressione di sovralimentazione del turbo di 0,9 bar per la Carrera e 1,1 bar per la Carrera S e per il compressore di dimensioni diverse da 49 millimetri per la Carrera S mentre da 51 millimetri per la Carrera S, mentre le turbine a gas di scarico sono di 45 millimetri per entrambe. Gli iniettori iniettano ora verticalmente dall'alto ad una pressione di 250 bar nelle camere di combustione a più del doppio rispetto alla versione pre restyling. L'aggiornamento della Porsche 911 sono stati presentati in anteprima sul sito Porsche. Inizialmente i modelli disponibili includono la versione coupé e versioni cabriolet di Carrera e Carrera S, con Carrera 4, Carrera 4S, Targa 4 e Targa 4S.[11]

911 R[modifica | modifica wikitesto]

911 R vista dall'alto
Anteriore della 911 R

Presentata al Salone di Ginevra il 1° marzo 2016, la 911 R riprende la base della GT3 RS, ma ne rimuove il rollbar, l'ala posteriore, e le appendici aerodinamiche consentendo un risparmio di peso di 50 kg. La 911 R ha solo con un cambio manuale a 6 marce, ed ha una velocità massima di 323 Km/h maggiore rispetto alla GT3 a causa di un coefficiente di resistenza aerodinamica inferiore grazie alla mancanza di appendici aerodinamiche come spoiler posteriore fisso. La produzione sarà limitata a 991 esemplari.[12]

Attività sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2013 la Porsche ha presentato una versione da competizione denominata 991 GT3 Cup, è destinata a competere nel campionato monomarca International Porsche Supercup. La vettura è equipaggiata con un propulsore sei cilindri 3,8 litri di cilindrata da 460 CV di potenza massima. Esteticamente le prese d'aria anteriori sono state allargate per permettere un maggiore afflusso d'aria per il raffreddamento dei radiatori posti all'avantreno, mentre al posteriore è stato inserito un alettone per stabilizzare la vettura. L'abitacolo è stato dotato di sedili da corsa e di roll-bar necessari a superare l'omologazione FIA come vettura da competizione.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lorenzo V. E. Bellini, Porsche 911 2012, a Francoforte 2011 finalmente il debutto ufficiale, in Motori Online.it, 23 agosto 2011. URL consultato il 4 marzo 2013.
  2. ^ 2012 Porsche 911 Carrera S Suspension Walkaround
  3. ^ http://www.porsche.com/microsite/911-club-coupe/assets/downloads/pdf/en/product_features_911_club_coupe.pdf
  4. ^ Umberto Sanna, Porsche 911 Club Coupé, ufficiale!, in SupercarTeam.it, 27 maggio 2012. URL consultato il 17 aprile 2013.
  5. ^ Dettagli - 911 GT3 - I modelli 911 - Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG
  6. ^ Simonluca Pini, Porsche 911 Facebook, realizzata dai fans, in Motori.it, 13 agosto 2013. URL consultato il 13 agosto 2013.
  7. ^ Luca Calzuola, Salone di Francoforte 2013: Porsche 911 Turbo S, in SupercarTeam.it, 11 settembre 2013. URL consultato il 12 settembre 2013.
  8. ^ Porsche 911 Turbo Cabriolet, ultimatecarpage.com. URL consultato il 26 settembre 2013.
  9. ^ Porsche 911 Carrera S Martini Racing Edition, un omaggio alla storia, news.fidelityhouse.eu. URL consultato il 13 giugno 2014.
  10. ^ Porsche 911 50th Anniversary Edition in video, autoblog.it. URL consultato il 26 agosto 2014.
  11. ^ Porsche 911 restyling 2016, arriva la Nuova Carrera: scheda tecnica e prezzi [FOTO], su AllaGuida. URL consultato il 19 marzo 2016.
  12. ^ Novità, Porsche 911 R - Salone di Ginevra, una GT3 da manuale - VIDEO - Quattroruote, su Quattroruote.it. URL consultato il 19 marzo 2016.
  13. ^ Porsche 911 GT3 Cup, in Porsche.com, 1° marzo 2013. URL consultato il 2 marzo 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili