Polycarp Pengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polycarp Pengo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Polycarp Pengo.svg
Ecce ego Domine
Titolo Cardinale presbitero di Nostra Signora de La Salette
Incarichi attuali Arcivescovo metropolita di Dar-es-Salaam (dal 1992)
Incarichi ricoperti
Nato 5 agosto 1944 (73 anni) a Mwayze
Ordinato presbitero 20 giugno 1971 dal vescovo Charles Msakila
Nominato vescovo 11 novembre 1983 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 6 gennaio 1984 da papa Giovanni Paolo II
Elevato arcivescovo 22 gennaio 1990 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale 21 febbraio 1998 da papa Giovanni Paolo II

Polycarp Pengo (Mwazye, 5 agosto 1944) è un cardinale e arcivescovo cattolico tanzaniano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È ordinato presbitero nel 1971 dal vescovo Charles Msakila; studia teologia morale a Roma alla Pontificia Università Lateranense, ottenendo il dottorato nel 1977.

Insegna teologia morale al seminario teologico di Kipalapala per un breve tempo, dopodiché è il primo rettore del seminario teologico di Segerea fino al 1983.

Eletto vescovo di Nachingwea l'11 novembre 1983, è ordinato da papa Giovanni Paolo II il 6 gennaio 1984, conconsacranti i cardinali Eduardo Martínez Somalo e Duraisamy Simon Lourdusamy.

Il 17 ottobre 1986 è trasferito alla sede di Tunduru-Masasi.

Il 22 gennaio 1990 è nominato arcivescovo coadiutore di Dar-es-Salaam e nel 1992, a seguito della rinuncia del cardinale Laurean Rugambwa, diventa arcivescovo della medesima sede metropolitana.

È creato cardinale da Giovanni Paolo II nel concistoro del 21 febbraio 1998, con il titolo cardinalizio di Nostra Signora de La Salette.

È cardinale elettore nel conclave del 2005 che elesse papa Benedetto XVI.

È membro della Congregazione per la Dottrina della Fede, della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso e del Pontificio consiglio della cultura.

Dal 2007 al 2013 è presidente del Simposio delle conferenze episcopali di Africa e Madagascar.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

- (versione epub)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316740344 · LCCN (ENn2015239477 · GND (DE1073668010