Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli
Congregatio pro gentium evangelizatione
Emblem of the Holy See usual.svg
dirigere e coordinare in tutto il mondo l'opera stessa dell'evangelizzazione dei popoli e la cooperazione missionaria, salva la competenza della Congregazione per le Chiese orientali (Pastor Bonus, 85)
881RomaPalazzoPropagandaFide.JPG
Eretto22 giugno 1622
Mutato nome15 agosto 1967
Soppresso5 giugno 2022
SuccessoriDicastero per l'evangelizzazione
SedePalazzo di Propaganda Fide, piazza di Spagna, 48 - 00187 Roma
dati catholic-hierarchy.org
Santa Sede  · Chiesa cattolica
I dicasteri della Curia romana

La Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli (Congregatio pro gentium evangelizatione) è stata una delle Congregazioni della Curia romana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le sue funzioni, in origine, erano attribuite alla Congregatio de Propaganda Fide, istituita da papa Gregorio XV con la bolla Inscrutabili Divinae del 22 giugno 1622, che esercitava anche le funzioni oggi attribuite alla Congregazione per le Chiese orientali. Quest'ultima ne venne separata il 1º maggio 1917; il 15 agosto 1967, con la bolla di Paolo VI Immortalis Dei, ha assunto la denominazione di "Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli".

La Congregazione è stata soppressa il 5 giugno 2022, con l'entrata in vigore della costituzione apostolica Praedicate evangelium e le sue competenze sono state assegnate al nuovo Dicastero per l'evangelizzazione.

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

È il dicastero che ha competenza per tutto quello che riguarda l'attività missionaria: dirige e coordina l'opera di evangelizzazione dei popoli. Per i suoi ampi poteri (per i territori di missione le sono attribuite anche molte funzioni normalmente esercitate da altri dicasteri) il prefetto della congregazione è anche definito Papa rosso.

Le competenze della Congregazione sono state ridefinite sotto il pontificato di papa Giovanni Paolo II con la costituzione apostolica Pastor Bonus, del 28 giugno 1988.

Delegazione cinese a Palazzo di Propaganda Fide nel 1932
La sede della Congregazione de Propaganda fide a Roma
Benedizione della cappella del Collegio Urbano De Propaganda Fide al Gianicolo, Roma, 1933
Il palazzo di Propaganda Fide, due vedute accorpate in una cartolina d'epoca

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Prefetti[modifica | modifica wikitesto]

Prefetti dell'Economia[modifica | modifica wikitesto]

Segretari[modifica | modifica wikitesto]

Segretari aggiunti[modifica | modifica wikitesto]

Sottosegretari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco italiano: piccola enciclopedia popolare della vita pratica ..., Bemporad-Marzocco., 1899. URL consultato il 10 febbraio 2022.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130788830 · ISNI (EN0000 0001 2109 8236 · LCCN (ENn80004090 · GND (DE1004630-6 · WorldCat Identities (ENlccn-no2001052381