Pisistrato (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pisistrato
Jean-Jacques Lagrenée - Helen Recognising Telemachus, Son of Odysseus - WGA12378.jpg
Elena riconosce Telemaco (1795), di Jean-Jacques Lagrenée. Da sinistra si riconoscono Eteoneo o Asfalióne, Telemaco, Pisistrato, Menelao Alcippe, Elena, Filo e Adrasta.
Saga Ciclo Troiano
Nome orig. Πεισίστρατος
Sesso Maschio

Pisistrato (in greco antico Πεισίστρατος) è un personaggio della mitologia greca ed è figlio più giovane di Nestore il re di Pilo.
I suoi fratelli sono Antiloco, Areto, Echefrone, Perseo, Trasimede, Pisidice, Policasta e Stratio[1].

La madre, a seconda dei miti è Anassibia[2] oppure Euridice[3].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Diventa un amico intimo di Telemaco, il figlio di Ulisse, ed è il primo ad accoglierlo quando giunge alla reggia accompagnato da Mentore, sotto le cui spoglie si celava la Dea Atena. Serio e giudizioso, è ancora celibe. Accompagnerà il principe itacense nella sua infruttuosa ricerca di notizie riguardanti la sorte del padre scomparso[4].

Come il suo quasi coetaneo compagno di viaggio, anche Pisistrato non era che un infante quando suo padre e i fratelli maggiori Antiloco e Trasimede hanno dovuto lasciare la propria patria per andar a combattere nella guerra di Troia.

Nel Canto IV i due giovani si recano assieme a Sparta a cercar notizie alla corte di Elena e Menelao[5].

Nel Canto XV Telemaco e Pisistrato fanno ritorno a Pilo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia del tiranno ateniese Pisistrato affermava di discendere da lui, a quel che ne dice Erodoto nelle sue Storie[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Odissea, 3, 412-15.
  2. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, libro I, 9, 9.
  3. ^ Omero, Odissea, 3, 412-15.
  4. ^ Omero, Odissea, III, 36, 400
  5. ^ Omero, Odissea, III, 1, 324
  6. ^ Erodoto, Storie, (5, 65.)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca