Piccole donne (film 1994)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piccole donne
Piccole donnе (film 1994).png
Una scena del film
Titolo originaleLittle Women
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1994
Durata115 min
Generedrammatico, sentimentale
RegiaGillian Armstrong
Soggettodal romanzi di Louisa May Alcott
SceneggiaturaRobin Swicord
FotografiaGeoffrey Simpson
MontaggioNicholas Beauman
MusicheGeorges Bizet, Conrad Kocher, Thomas Newman, Folliott S. Pierpont
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Piccole donne (Little Women) è un film del 1994, diretto dalla regista australiana Gillian Armstrong.

È il terzo film sonoro tratto dal libro di Louise May Alcott, il primo con una regia femminile. Altre due versioni mute del libro sono andate perse.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1861, il signor March venne richiamato un'altra volta alle armi nel corso della guerra di secessione americana. Il signor March affida la famiglia alla moglie, donna forte ed efficiente che si dedica alle sue quattro figlie: Jo, Meg, Beth ed Amy.

  • Margaret, detta Meg, all'inizio del romanzo ha 16 anni, è la maggiore, è assennata e gentile; cede a volte alla vanità e al desiderio di apparire, ma infine pone sopra ogni cosa l'affetto e l'amore della famiglia;
  • Josephine, detta Jo, all'inizio del romanzo ha 15 anni, è la più viva e autonoma, di grande intelligenza e sogna di diventare una scrittrice; ha un talento per la scrittura di romanzi e racconti, ma dovrà sperimentare e provare molte esperienze prima di raggiungere la maturità stilistica;
  • Elizabeth, detta Beth, all'inizio del romanzo ha 13 anni, è la più dolce e riservata, di salute molto delicata; altruista al punto di porre il benessere e la serenità altrui prima di se stessa, si prende cura di vecchie bambole smesse e dei suoi adorati gattini, ha talento per la musica e ama suonare il pianoforte;
  • Amy all'inizio del romanzo ha 12 anni, è la minore, nella sua adolescenza è superficiale; di gusti raffinati e dai modi eleganti, si dimostrerà col tempo più matura e profonda, ha talento per le belle arti, in particolare per il disegno e la pittura.

Nella casa ci sono molte ristrettezze, ma le ragazze aiutano sempre chi è meno fortunato. Nel vicinato c'è il giovane Laurie che adora tutte e quattro le ragazze March.

È con il ritorno del padre, in convalescenza, che la famiglia si dissolve lentamente. Amy parte con la zia per l'Europa, Jo rifiuta la proposta di nozze di Laurie e va a New York per diventare scrittrice. Lavora come istitutrice e conosce Friedrich Bhaer, un insegnante tedesco molto colto, attento ai problemi sociali, che a differenza degli altri uomini nella casa apprezza le sue idee e la sprona a esporle.

Dopo una discussione sulla qualità degli scritti, che Bhaer ritiene di basso profilo per le potenzialità di Jo, i due si allontanano momentaneamente e la ragazza decide di tornare a casa. In realtà, è grazie a lui che smette di scrivere gialli basati su casi di cronaca nera che vende ai giornali.

Jo, dunque, torna a casa. Le ragazze sono ormai diventate donne, ma Beth muore poco dopo il suo arrivo. Meg, sposatasi tempo addietro, ha due bambini gemelli: Margaret (Daisy) e John Jr. (Demi). Jo inizia a scrivere la storia della sua famiglia, e appena conclusa la invia al sig. Bhaer per darne lettura.

In Europa, intanto Amy sposa Laurie. Proprio il giorno in cui i due tornano a casa per annunciarlo il sig. Friedrich Bhaer arriva in casa March per portare a Jo il romanzo "Piccole Donne" pubblicato a New York, ma fraintende e crede che sia lei a sposare Laurie. Scosso dalla notizia si incammina verso la stazione, ma alla fine Jo riesce a raggiungerlo e gli spiega l'equivoco; oltre al proprio amore, gli offre un posto nella scuola per bianchi e neri che vuole aprire nella casa della vecchia zia. Lui accetta.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema