Orgoglio e pregiudizio (miniserie televisiva 1957)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Orgoglio e pregiudizio
Orgoglio e pregiudizio (miniserie televisiva 1957).png
titolo di testa
PaeseItalia
Anno1957
Formatominiserie TV
Generedrammatico, sentimentale
Puntate5
Durata60 min. cad.
Lingua originaleitaliano
Dati tecniciB/N
Crediti
RegiaDaniele D'Anza
Soggettodal romanzo omonimo Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen
SceneggiaturaEdoardo Anton
Interpreti e personaggi
MusicheGiuliano Pomeranz
ScenografiaBruno Salerno
CostumiFausto Saro
Casa di produzioneRai
Prima visione
Dal21 settembre 1957
Al19 ottobre 1957
Rete televisivaProgramma Nazionale

Orgoglio e pregiudizio è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai nel 1957. Fu trasmesso in cinque puntate dall'allora Programma Nazionale (oggi Rai Uno), dal 21 settembre al 19 ottobre di quell'anno.

Fonte[modifica | modifica wikitesto]

Lo sceneggiato era tratto dal romanzo omonimo di Jane Austen, adattato per il piccolo schermo da Edoardo Anton, autore della sceneggiatura, e diretto da Daniele D'Anza, che al tempo era insieme ad Anton Giulio Majano uno dei principali registi di questo genere di fiction televisiva.

Il collaudato plot narrativo del celeberrimo romanzo inglese costituì facile esca per un successo popolare dell'allora nascente radiotelevisione italiana.

In virtù della partecipazione di numerosi attori affermati di formazione teatrale, il lavoro fu favorevolmente accolto anche dalla critica.

Nello sfarzo spettacolare in termini di scenografie e costumi in grado di restituire a pieno l'ambientazione britannica di inizio XIX secolo, la sceneggiatura prevedeva anche l'impiego di due ballerini solisti - Antonietta Nicoli e Aldo Scardovi - per un numero di balletto su coreografie di Gian Maria Ciampaglia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Come nel romanzo originale, anche nello sceneggiato è la campagna inglese a fare da sfondo alle vicende della famiglia Bennet, di estrazione sociale modesta, e in primo luogo della secondogenita Elizabeth.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

A parere dell'Enciclopedia della televisione curata da Aldo Grasso (Garzanti, 2008), lo sceneggiato, pur smarrendo la vivacità e l'arguta finezza delle pagine dell'autrice Jane Austen, mantiene - almeno nella sostanza - un buon impianto narrativo.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Lo sceneggiato era interpretato nei ruoli principali dall'attore Franco Volpi (nel ruolo di Darcy) e Virna Lisi (Elizabeth) - all'epoca ventunenne - che con quest'opera ebbe la sua prima grande notorietà in campo nazionale.

Altri interpreti erano:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]